WWE Crown Jewel 2021: i nostri pronostici



by   |  LETTURE 3413

WWE Crown Jewel 2021: i nostri pronostici

Con il ritorno alla normalità dopo la pandemia, la WWE torna anche in Arabia Saudita, un ritorno di cui forse non avevamo sentito la necessità. Ma in occasione dell’edizione 2021 di Crown Jewel, la federazione di Stamford ci ha regalato una card di grande spessore, con alcuni match che farebbero invidia ad una qualsiasi edizione di WrestleMania.

Ma sarà tutto rose e fiori o la fregatura è dietro l’angolo? Andiamolo a scoprire analizzando tutti i match di Crown Jewel 2021.

Mustafa Ali vs Mansoor:
Lo strano tag team di Mansoor e Mustafa Ali è scoppiato nelle ultime settimane per arrivare a questo match, dove Mansoor potrà brillare davanti al suo pubblico.

Alla fine, per Crown Jewel, la WWE ha preferito presentare uno scontro diretto tra i due piuttosto che un match di coppia e questa è una grande occasione per entrambi per far vedere ciò che sanno fare. Ovviamente l’incontro sarà una grande celebrazione di Mansoor, così come è sempre stato in Arabia Saudita, ma Mustafa Ali potrà finalmente dimostrare di che pasta è fatto, comportandosi da veterano e guidando la contesa verso il successo.

Nonostante il match sia di importanza relativa, il pubblico locale sarà ampiamente coinvolto e per questo spero in un buon minutaggio che renda giustizia anche allo splendido lavoro che i due hanno fatto negli ultimi mesi in coppia.

Riguardo al pronostico, non c’è neanche bisogno giustificarlo.
Vincitore: Mansoor

Queen’s Crown Tournament Finals: Doudrop vs Zelina Vega:
La prima edizione del Queen’s Crown Tournament è stata pietosa: match brevissimi, nessuna rilevanza, risultati folli e totale assenza di star-power.

Un torneo che poteva contribuire a creare nuove star nella divisione femminile, mettendo l’accento sul wrestling lottato, si è trasformato in una vera e propria farsa. Le vincitrici annunciate, Liv Morgan e Shayna Baszler, sono state fatte fuori come se niente fosse, la prima addirittura al primo round, la seconda in un match contro Doudrop che ha ucciso tutto il momentum che era stato costruito attorno al suo personaggio.

La finale sarà contesa tra due lottatrici che non disprezzo affatto, ma che secondo me non dovevano arrivare a tanto. Saremo fortunati se assisteremo ad un match che raggiungerà i 5 minuti. Sulla vittoria finale decido di andare con Zelina Vega, perché secondo me la WWE ha intenzione di andare sul sicuro con una figura heel come regina; come farà a sconfiggere Doudrop? Non ne ho idea, ma in Arabia Saudita può succedere di tutto.

La sua vittoria costituirebbe anche un punto di svolta per il suo personaggio, che ha bisogno di una caratterizzazione più decisiva. È un vero peccato che un torneo che poteva fondare una nuova istituzione sia partito così male.
Vincitrice: Zelina Vega

King of the Ring Finals: Finn Bàlor vs Xavier Woods:
Tutte le critiche espresse per il torneo femminile valgono anche per quello maschile.

Nel 2019 il KOTR era riuscito a mettere in mostra talenti sottovalutati ripresentandoli per ciò che sapevano fare meglio, ovvero lottare (vedi Chad Gable), ma in questa edizione tutto è sembrato accelerato e raffazzonato per arrivare a Crown Jewel con un match in più nella card.

Prima di tutto, la competizione doveva essere a 16 partecipanti e non 8, poi la scelta dei protagonisti doveva essere diversa: ad esempio, perché Shinsuke Nakamura e Baron Corbin non hanno neanche partecipato? Guardando il tabellone ero convinto della vittoria di Jinder Mahal, esattamente per gli stessi motivi per cui credo in una vittoria di Zelina Vega, ma il risultato di Raw mi ha spiazzato.

Piacevole l’idea di dare questa soddisfazione a Xavier Woods in un format da lui sempre amato, ma penso che la vittoria finale andrà a Finn Bàlor, con la WWE che andrà a giocare sul Prince che diventa King.

Sono molto curioso di vedere un profilo babyface con la nomina di re, una figura che in WWE non si vede da almeno una ventina d’anni.
Vincitore: Finn Bàlor

Raw Tag Team Championship: RK-Bro vs AJ Styles & Omos:
Questa rivalità è stata un successone nel corso dell’estate, ma è ora di farla finita.

Dopo il match di SummerSlam serviva un rematch, ma questo doveva avvenire a Extreme Rules. La storyline è andata un po’ troppo per le lunghe, fino a scadere quasi completamente: l’interesse è ormai perso, siamo tutti saturi di vedere gli stessi match settimana dopo settimana ed anche gli RK-Bro non sono più over come qualche mese fa.

Posso sopportare questo ultimo capitolo, specialmente dopo che il loro primo match non è stato così soddisfacente, ma dopo Crown Jewel questi due tag team devono prendere strade diverse. Gli RK-Bro sono uno degli esperimenti più di successo del 2021 e meritano di procedere ancora per un po’ con le cinture di coppia, confrontandosi con nuove coppie, molte delle quali sono state appena draftate da SmackDown.

AJ Styles, invece, ha bisogno di tornare nella competizione in singolo, senza per forza doverlo splittare da Omos, che può rimanere al suo fianco come guardia del corpo.
Vincitori e ancora campioni: RK-Bro

WWE Championship: Big E vs Drew McIntyre:
È molto chiaro ciò che stanno facendo qui: Big E ha bisogno di difendere la cintura in un evento del genere, Drew McIntyre è una certezza e, visto il suo imminente arrivo a SmackDown, non si spreca una potenziale rivalità per il resto dell’anno.

Ha tutto senso, compreso lo scozzese che ritorna nella scena titolata non appena Bobby Lashley perde il titolo, ma c’è un solo, grande, problema: il risultato è uno dei più scontati dell’anno.

Sappiamo tutti che Big E manterrà la cintura, non può essere altrimenti. I tentativi delle ultime settimane di inasprire la sfida tra i due sono stati letteralmente inutili e l’interesse verso questo match è nullo, almeno da parte mia.

Si spera solo in una contesa onesta dal punto di vista del lottato.
Vincitore e ancora campione: Big E

No Holds Barred Match: Bobby Lashley vs Goldberg:
La rivalità tra Bobby Lashley e Goldberg è andata sul personale e non c’è più bisogno del titolo WWE per organizzare questo scontro conclusivo.

C’è da dire, però, che la distanza tra SummerSlam e Crown Jewel è stata troppo ampia e la rivalità non è stata alimentata a sufficienza, provocando un netto calo di interesse. Direi che i dissapori si sono quasi affievoliti e l’assenza di MVP è stata sicuramente determinante nella diminuzione dell’hype per questo match.

Inizialmente pensavo che questa storyline servisse a rafforzare ancora di più lo status dell’All Mighty, ma non essendoci più un titolo di mezzo e trovandoci in Arabia Saudita, credo che Goldberg si porterà a casa la contesa.

Considerando anche che è stato coinvolto il figlio di Da Man, Gage, che sarà a Riyadh, la vittoria di Goldberg mi sembra assicurata. Speriamo che la stipulazione speciale favorisca lo scontro tra i due big men, anche se non possiamo aspettarci troppo dal punto di vista del lottato.
Vincitore: Goldberg

Hell in a Cell Match: Edge vs Seth Rollins:
Questo è senza alcun dubbio il match che più attendo di questo PPV.

Dopo i primi due fantastici incontri, la rivalità tra Seth Rollins ed Edge si chiuderà al terzo capitolo, all’interno dell’Hell in a Cell. Una storyline molto semplice, a tratti old-school, che ha saputo catturare fan da tutto il mondo per l’intensità mostrata dai due contendenti e per la chiarezza delle loro parole.

I segmenti tra Rollins ed Edge sono stati quasi tutti dei promo ma entrambi sono stati in grado di creare contenuti nuovi settimana dopo settimana, senza troppe ripetizioni, e di trattenere i fan incollati allo schermo attraverso i loro discorsi.

Se poi tutto questo è stato condito da due ottimi incontri, questa rivalità si pone senza ombra di dubbio come una delle migliori dell’anno. Così come a SummerSlam, è molto difficile esprimere un pronostico per questo match.

Seth Rollins dovrebbe portarsi a casa la faida per essere rilanciato nel main event di Raw, come simbolo del nuovo che sconfigge il vecchio, ma la cornice saudita ed il fatto che anche questa rivalità è diventata molto personale mi fanno pensare che, invece, sarà la Rated R Superstar a vincere.

Ma i fan del Messiah non devono temere, perché penso che in quel di Raw potrà comunque coprire un ruolo di prima importanza fin da subito.
Vincitore: Edge

SmackDown Women’s Championship: Becky Lynch vs Bianca Belair vs Sasha Banks:
Altro match costruito alla perfezione quello che vedrà Becky Lynch, Bianca Belair e Sasha Banks competere per il titolo femminile di SmackDown.

Queste tre atlete, assieme a Charlotte Flair, hanno infuocato le puntate degli show settimanali di ottobre ed ho apprezzato le dinamiche a tre che si sono create tra di loro. È un peccato che i risultati del Draft siano un po’ troppo condizionanti per il risultato finale, ma la WWE ha dato a questo incontro una tale importanza (in un evento difficile per la divisione femminile) che non posso non vederlo.

Ahimè, credo che stiamo andando verso uno scambio di cinture tra le campionesse, essendo Charlotte parte del roster di SmackDown, per questo mi sento di escludere una vittoria di Sasha Banks. Credo che sarà The Man a rimanere campionessa e credo anche che la sua rivalità con Bianca Belair continuerà, in quel di Raw, ancora per qualche mese.

In realtà c’era il potenziale per continuare questa rivalità a tre ancora per molto, sfruttando anche le sfide dirette tra Becky e Sasha e tra Sasha e Bianca, ma la Draft ha deciso di rimescolare tutte le carte in tavola perciò, a maggior ragione, questo match sarà determinante per chiudere questo triangolo.

Spero di vedere un ottimo incontro anche per dimostrare quanto sia importante rappresentare la divisione femminile in eventi come Crown Jewel.
Vincitrice e ancora campionessa: Becky Lynch

WWE Universal Championship: Roman Reigns vs Brock Lesnar:
Ed arriviamo al main event di Crown Jewel, lo scontro tra Roman Reigns e Brock Lesnar, un match da main event di WrestleMania.

In realtà questo è stato il main event di WrestleMania già in due occasioni, nonché di SummerSlam, ma il completo rovesciamento dei ruoli rende questo incontro fresco ed imperdibile. Ma non è solo questo, è anche tutto ciò che ha creato Roman Reigns nell’ultimo anno, la nuova figura di Brock Lesnar e la imprevedibilissima posizione di Paul Heyman.

Al contrario di quanto scritto per Goldberg vs Bobby Lashley, in questo caso la WWE è stata in grado di prolungare questa storyline da SummerSlam a Crown Jewel senza problemi, senza far svanire l’hype creato dal ritorno di The Beast ad agosto e, anzi, riuscendo a scrivere una narrativa interessante, coinvolgente ed incerta.

La curiosità per questa contesa è tanta e gran parte di essa sarà dedicata a capire da quale parte si schiererà Paul Heyman. Nonostante l’ipotesi di un terzo assistito sia allettante, non credo che ci sia una terza Superstar che possa competere con Roman Reigns e Brock Lesnar in quanto a status, quindi non credo che sarebbe la conclusione migliore.

Penso che Paul Heyman non metterà a segno alcuna mossa a sorpresa e rimarrà fedele al Tribal Chief, lasciando un Brock Lesnar solitario (e free-agent) in versione “Beast Unleashed”. È difficile immaginare il come, ma penso che sarà Roman Reigns a mantenere il titolo universale, continuando lo splendido regno che sta portando avanti ormai da più di un anno.
Vincitore e ancora campione: Roman Reigns

Crown Jewel: la WWE ed il rapporto con l'Arabia Saudita

Per una volta Crown Jewel non è stato costruito da una serie di match a caso ed una immeritata promozione alle stelle, ma attraverso dei match veramente imperdibili.

Certo, parte della card può degenerare in qualcosa di orrido se condita da un booking folle simile a quello di passati show sauditi, come le finali dei due tornei, e ci vorrà ancora un po’ prima che gli eventi in Arabia Saudita siano veramente coerenti con il prodotto che vediamo in TV settimana dopo settimana, ma questo (almeno alla vigilia) è sicuramente un passo avanti.

Con il tempo la WWE sta educando questo pubblico al loro prodotto ed è così che abbiamo l’opportunità di assistere a due match femminili, di cui uno di primissimo piano, e non abbiamo più il bisogno di vedere incontri casuali tra leggende che a malapena stanno in piedi sul ring, anche se la necessità di fare leva su grandi nomi come Goldberg e Brock Lesnar ancora si fa sentire.

È tutto anche per l’edizione 2021 di Crown Jewel, appuntamento ai pronostici per quello che dovrebbe essere l’ultimo PPV dell’anno, Survivor Series.