Bank Statement – Una compagnia sul mercato, Parte 1: La WWE si venderà mai?



by   |  LETTURE 932

Bank Statement – Una compagnia sul mercato, Parte 1: La WWE si venderà mai?

È storia di ogni anno vedere tanti rilasci da parte della WWE, specialmente nel periodo post WrestleMania. E quest’anno non c’è stato nulla di diverso: poco tempo fa vi avevamo riportato come certe scelte siano ricorrenti o dettate da un diverso product placement, ovvero la volontà da parte della compagnia di volersi riposizionare in termini di target e immagine.

Fin qui nulla di strano, ma negli ultimi giorni i rilasci sono diventati tanti: a sorpresa sono stati licenziati degli atleti che erano stati recentemente coinvolti in storylines, anche di alto livello. L’esempio più lampante è sicuramente Braun Strowman, ex Universal Champion e partecipante al match per il WWE Championship nell’ultimo PPV della WWE.

Ma anche i rilasci di Aleister Black, Buddy Murphy, Ruby Riott e degli altri hanno lasciato sgomenti gli appassionati della disciplina. Come se non bastasse, è notizia di poche settimane fa il licenziamento di parte della dirigenza.

Una mossa inusuale e che ha destato non pochi sospetti all’interno dell’ambiente di Stamford, al punto che stanno iniziando a circolare, sempre più numerosi, dei rumors riguardanti una possibile vendita della compagnia.

Le voci di sempre

In realtà anche questi rumors sono ciclici e coincidono quasi sempre con il periodo dei licenziamenti, collegati in maniera sistematica alle critiche sulla gestione creativa, al calo dei ratings televisivi, ad una presunta crisi e relativo imminente fallimento della WWE.

Stiano tranquilli tutti gli appassionati, la compagnia è sempre più solida e con un fatturato annuo raddoppiato negli ultimi 5 anni, come testimoniato dalla nostra inchiesta “Business is booming”.

Ma allora tanto rumore per nulla? La compagnia non si venderà mai? A questa domanda risponderemo tra poco, ma intanto è bene specificare che non esiste mai una correlazione causa-effetto così veloce quando si parla di multinazionali.

Non è questo il luogo in cui spiegare cos’è e come viene effettuata una due diligence, ovvero tutta la fase di analisi aziendale necessaria per individuare rischi e opportunità di un affare come un’acquisizione.

È necessario però sapere che un processo di vendita è un percorso che prende molto tempo e i cui effetti non sono mai visibili all’esterno se non nelle fasi finali. Basti pensare che la ECW è andata in bancarotta nel 2001, ma gli asset della compagnia sono stati acquisiti dalla WWE solo nel 2003.

Parte 2: La famiglia McMahon