Eagle Talks - La pazzesca seconda serata di WrestleMania



by   |  LETTURE 1262

Eagle Talks - La pazzesca seconda serata di WrestleMania

Salve a tutti cari lettori dell'Eagle Talks e ben ritrovati, WrestleMania ha chiuso i battenti e ieri sera è andata in onda la seconda serata di un'edizione che sicuramente rimarrà nella storia, in particolare per le emozioni che è stata capace di donare con il primo show aperto al pubblico dopo più di un anno di stop.

Abbiamo già parlato della prima serata, ma è il momento di approfondire quanto accaduto nella seconda parte dello Showcase of Immortals, che ha lasciato ottimi spunti di riflessioni che, come ogni volta, ho approfondito nel video sottostante.

Vi ricordo che all'interno dei video postati nei miei Eagle Talks chiarisco in maniera più approfondita il mio pensiero, quindi ve ne consiglio la visione.

Una serata pazzesca

Eh già ragazzi, sono rimasto veramente soddisfatto dalla seconda serata di WrestleMania, tanto da preferirla addirittura alla prima.

Calma, so benissimo degli errori che ci sono stati (il minutaggio dei match in primis, con un Tag Team Match femminile che si è preso 15 minuti a scapito del match fra il Fiend e Orton e quello che ha visto impegnati Sami Zayn e Kevin Owens), ma a livello di emozioni questa seconda parte mi ha davvero fatto rimanere a bocca aperta.

Se la prima ha brillato per linearità, la seconda ha brillato per colpi di scena, come quello che ha visto impiegati Alexa Bliss e Bray Wyatt, in un segmento che rimarca quanto effettivamente sia importante questo personaggio e quante possibilità possa regalare in fase di booking.
Ma poi c'è stato anche un lottato veramente importante, con Sheamus e Riddle sugli scudi, e un Main Event raccontato benissimo dove forse solo il finale non mi convince al 100%, ma che sicuramente legittima ancora di più il miglior heel della federazione: Roman Reigns.
Peccato per Asuka VS Rhea Ripley, che secondo me potevano e dovevano fare molto di più, e per la "seconda parte" del match del Fiend, concluso forse troppo presto e dopo una sola RKO, sebbene probabilmente il "maligno" non fosse più interessato alla contesa quanto alla situazione che si è ritrovato davanti agli occhi: una Alexa Bliss totalmente cambiata e che ha permesso al Legend Killer di uscire vittorioso da Tampa.



Il vostro Eagle vi ringrazia ancora una volta per l'attenzione e per l'interesse mostrato nell'aprire questo articolo, vi augura una buona visione di Monday Night Raw e soprattutto vi dà l'appuntamento al prossimo Eagle Talks.