WWE Survivor Series 2020: i nostri pronostici



by   |  LETTURE 3213

WWE Survivor Series 2020: i nostri pronostici

Per il quinto anno consecutivo Survivor Series sarà dedicato alla guerra fra Raw e SmackDown, ma questa volta senza alcun senso. Dopo vari incontri tra membri di brand diversi, dopo una Draft che ha rivoluzionato la composizione dei roster da pochissime settimane, nessuno ha la sensazione che ci sia una vera rivalità fra i due show della WWE.

Fermare tutte le maggiori storyline per fare spazio ad una serie di incontri di scarsa rilevanza è stata una pessima idea, ma riuscirà la compagnia di Stamford a tirare fuori qualche perla in mezzo ad una card per niente accattivante? Scopriamolo insieme nei pronostici di Survivor Series 2020:

The New Day vs Street Profits:
Iniziamo con quella che, forse, è l’unica battaglia tra campioni che può avere un senso e che può tirarsi dietro una buona dose di hype.

In una categoria di coppia che definirla disastrata è un complimento, due sono i tag team che il pubblico può riconoscere come le teste di serie della divisione e questi sono il New Day e gli Street Profits.

Si tratta di un match inedito, in quanto i partecipanti sono sempre stati in roster diversi, che metterà a confronto due tra i tag team migliori al mondo. Questo incontro arriva dopo che le due coppie si sono scambiate i titoli di Raw e SmackDown a seguito della Draft e sarà molto interessante vedere chi sarà a prevalere.

Nonostante il New Day sia sempre una sicurezza per la WWE, credo che quest’anno siano gli Street Profits a meritarsi il titolo di migliore tag team, se non altro per la loro longevità come campioni.
Vincitori: Street Profits

Bobby Lashley vs Sami Zayn:
Ecco, questo match, invece, non ha motivo per essere sulla card di un PPV.

Singolarmente i due wrestler in questione stanno facendo un buon lavoro con le proprie cinture: Bobby Lashley è più dominante che mai grazie all’Hurt Business mentre Sami Zayn sta mostrando grande dedizione come campione, per ora più al microfono che sul ring vista l’assenza di sfidanti.

Tuttavia questo match arriva come un fulmine al ciel sereno nei due regni titolati, senza che possa essere utile ai protagonisti, con uno dei due che sarà costretto a subire un’amara sconfitta. L’incontro non è stato per niente costruito, come se la WWE avesse gettato la spugna ancor prima di cominciare e la logica dell’heel vs heel non aiuta affatto in questo caso.

La contesa di per sé potrebbe anche essere buona, ma credo che questo match rappresenterà uno dei momenti più dimenticabili del PPV. La vittoria andrà a Bobby Lashley per come è stato costruito il suo personaggio, con la credibilità di Sami Zayn come campione, già piuttosto bassa, che potrebbe seriamente risentirne.
Vincitore: Bobby Lashley

Women’s Traditional Survivor Series Elimination Match: Team Raw (Nia Jax, Shayna Baszler, Lacey Evans, Peyton Royce e Lana) vs Team SmackDown (Bianca Belair, Ruby Riott, Liv Morgan, Natalya e Bayley):
Le due nuove divisioni femminili si scontreranno a Survivor Series, nonostante lo starpower quest’anno non sia dei migliori.

Il Team SmackDown ha avuto una buona costruzione, anche se non capisco il motivo per cui un’atleta dell’importanza di Bayley sia stata aggiunta al match a soli due giorni dall’evento, mentre il Team Raw ha sicuramente avuto più problemi.

Nello show rosso hanno preferito concentrarsi sulla divisione di coppia e sulla storyline che vede Lana come protagonista, costruendo, però, un team per niente all’altezza, anche se l’infortunio di Mandy Rose ha forse migliorato la situazione.

Impossibile non pensare che la dinamica tra le campionesse tag team e Lana non giocherà un ruolo fondamentale in questa contesa ed in molti stanno pronosticando che la Ravishing Russian possa addirittura portare Raw alla vittoria come ultima sopravvissuta.

Io non so se veramente la WWE si spingerà a tanto, ma penso che questa storyline debba pure portare a qualcosa e sarei sorpreso di non vedere un risvolto importante a Survivor Series. Non so come riusciranno a gestire l’eliminazione di componenti importanti del Team SmackDown come Bayley e Bianca Belair, ma mi sento che in qualche modo il Team Raw riuscirà ad uscire come vincitore da questo match a squadre.
Vincitrici: Team Raw

Asuka vs Sasha Banks:
Potenzialmente lo scontro tra le due campionesse femminili sarebbe molto interessante, ma non quando queste due atlete si sono già scontrate per tutta l’estate.

Dopo vari match a Raw, Extreme Rules e SummerSlam, Asuka e Sasha Banks tornano a trovarsi l’una contro l’altra, ma questa volta entrambe come campionesse e con The Boss in una posizione alterata. Di certo il diverso allineamento di Sasha non basta a rendere questo match imperdibile, ma se non altro sarà interessante capire come la WWE gestirà questo incontro e chi riuscirà a spuntarla tra le due.

Il match sarà sicuramente di alto livello, ma purtroppo non mi aspetto nulla di originale dato che le due lottatrici hanno già dato molto nel corso dell’estate. Mentre il percorso di Sasha Banks come campionessa è già stato avviato, a Raw Asuka non sembra avere alcuna pretendente pronta ad impensierirla, motivo per il quale una sconfitta non le farebbe poi così male in ottica di storyline future.

Tuttavia Asuka ha già sconfitto Sasha Banks in modo pulito, perciò un risultato ribaltato sarebbe poco coerente dopo così pochi mesi. Penso, quindi, che lo forza dominante dell’Empress of Tomorrow si farà sentire anche a Survivor Series e non escludo che The Boss possa uscire sconfitta anche per via di un’intromissione di Carmella.
Vincitrice: Asuka

Men’s Traditional Survivor Series Elimination Match: Team Raw (AJ Styles, Sheamus, Keith Lee, Braun Strowman e Riddle) vs Team SmackDown (Kevin Owens, Jey Uso, Seth Rollins, King Corbin e Otis):
Negli ultimi anni siamo stati abituati a vedere le maggiori Superstar schierarsi a favore del proprio brand in questa sfida a squadre, ma quest’anno pare che il Traditional Survivor Series Elimination Match sia stato riservato ai mid/upper carder.

Non vorrei offendere nessuno degli atleti coinvolti, ma ho la sensazione che lo starpower di questo incontro sia particolarmente basso rispetto al passato, come se neanche la WWE credesse più nel format Raw vs SmackDown.

Diversi lottatori di una certa rilevanza sono stati lasciati fuori da questo match, uno su tutti Randy Orton a Raw, ma anche Daniel Bryan, Mysterio padre e figlio e Murphy a SmackDown, lo stesso brand che ha scelto Otis come suo ultimo membro… Il Team Raw dovrà superare diverse divergenze interne, una dinamica che invece a SmackDown non è stata raccontata più di tanto.

Lo show blu ha alcuni elementi che più di altri vanno protetti, come Jey Uso, vista l’importanza che la WWE sta riservando alla sua storyline nelle puntate settimanali. Per questo motivo credo che quest’anno sarà il Team SmackDown a trionfare.

Il mio augurio è che, nonostante la minore rilevanza, questo incontro possa essere divertente e soprattutto utile al percorso futuro dei singoli partecipanti.
Vincitori: Team SmackDown

Drew McIntyre vs Roman Reigns:
Il lupo perde il pelo ma non il vizio: anche quest’anno il WWE Championship è passato di mano a pochissimi giorni da Survivor Series cambiando completamente il volto del main event del PPV.

Il risultato è che i due atleti più dominanti di questo autunno si troveranno faccia a faccia per determinare il campione più forte. L’inserimento di Drew McIntyre rappresenta sicuramente un passo avanti rispetto allo scenario inizialmente proposto e questo match riesce a vendersi da solo proprio per l’importanza delle due Superstar coinvolte, lasciando anche da parte questa fastidiosa guerra tra brand.

È un match che il pubblico vuole vedere e che si preannuncia molto divertente proprio perché nel corso di quest’anno Drew McIntyre e Roman Reigns si sono imposti come i leader assoluti di Raw e SmackDown rispettivamente.

Lo scozzese esce sì da una vittoria importante come quella su Randy Orton di lunedì, ma anche da una sconfitta (quella di Hell in a Cell) che ha leggermente intaccato il suo status; ci sarebbe bisogno di una ulteriore vittoria considerevole, ma questa non può avvenire alle spese Roman Reigns.

Il Big Dog è in forma smagliante ed il suo status non è mai stato così intoccabile. Il nuovo personaggio funziona alla grande e ci sta regalando la versione migliore di Roman Reigns che abbiamo mai visto.

Una sua sconfitta non avrebbe alcun senso ed andrebbe a distruggere un lavoro preziosissimo portato avanti magistralmente negli ultimi mesi. Magari la sua vittoria non sarà del tutto pulita, ma proprio non riesco ad immaginare Roman Reigns a terra mentre lo show volge al termine.
Vincitore: Roman Reigns

WWE Survivor Series 2020: l'ultimo saluto a Undertaker

Survivor Series 2020 presenterà anche l’ultimo addio a Undertaker in occasione del 30esimo anniversario del suo debutto, avvenuto proprio a Survivor Series nel 1990.

Il Deadman ha annunciato l’abbandono al wrestling lottato al termine del documentario Last Ride nel corso dell’anno e Survivor Series è l’evento adatto per chiudere la sua incomparabile carriera. Se Undertaker tornerà mai per un ultimo match al momento non è chiaro; in molti credono che ancora non abbiamo visto le ultime gesta del becchino, ma per il momento Undertaker sembrerebbe averci messo una… pietra tombale sopra.

Poco chiara anche la struttura del segmento a lui dedicato: diverse leggende hanno confermato la propria presenza, perciò mi aspetterei un discorso d’addio più encomio da parte dei suoi più grandi rivali, stile ritiro di Ric Flair e Shawn Michaels.

E se qualcosa andasse diversamente? Se un evento inaspettato sconvolgesse il suo momento d’addio? Se qualcuno intervenisse per sfidare Undertaker al suo ultimissimo match? O se addirittura The Fiend si presentasse per ritirare definitivamente The Phenom prendendosi prepotentemente la torcia che prima o poi il Deadman dovrà pure lasciare a qualcuno? Forse è fanta wrestling, ma mai dire mai con The Undertaker…