WWE Hell in a Cell 2020: i nostri pronostici



by   |  LETTURE 3776

WWE Hell in a Cell 2020: i nostri pronostici

La WWE torna in PPV dopo un mese pieno di cambiamenti, tra un nuovo Draft e varie Season Premiere. Proprio per questi motivi la dodicesima edizione di Hell in a Cell sembra arrivare un po’ a sorpresa, come se non fosse un evento da prima pagina.

Nonostante alcuni match molto importanti, la card si presenta abbastanza povera di incontri, con soli cinque match annunciati fino ad ora. Tuffiamoci subito nell’analisi e nei pronostici di Hell in a Cell 2020.

Jeff Hardy vs Elias:
Questa contesa è stata annunciata dopo una rivalità di sole due settimane, per una motivazione anche molto stupida: Elias è rimasto fuori dalle scene per diversi mesi dopo un incidente nel parcheggio di SmackDown, un incidente del quale Jeff Hardy era stato inizialmente colpevolizzato.

Questa accusa non era fondata ed era ormai chiaro a tutti, compreso Elias, che non era stato il Charismatic Enigma a causare l’incidente. Ma per qualche assurdo motivo Elias ha deciso di fare finta che Jeff Hardy sia veramente un criminale e quindi è stato il suo primo bersaglio al momento del ritorno.

E no, il fatto che sia un heel e che gli heel mentono non basta a giustificare questa storyline… Comunque sia, si è arrivati a questo incontro tutt’altro che interessante che servirà da spartiacque tra un Hell in a Cell e l’altro.

Per il vincitore, credo che stavolta sarà Elias a spuntarla, per non rovinare subito il suo status dopo sole due settimane dal ritorno. Inoltre lunedì uscirà il suo nuovo album musicale e questa vittoria servirà a promuoverlo.

Non avrei mai pensato di scrivere un commento del genere…
Vincitore: Elias

Money in the Bank contract: Otis vs The Miz:
Nonostante i due contendenti siano ormai parte di roster diversi, durante l’ultima puntata di SmackDown è stato deciso che la valigetta del Money in the Bank tenuta sotto ostaggio da Otis sarà finalmente messa in palio contro The Miz.

Non nascondiamoci dietro ad un dito: Otis non ha le minime chance di incassare con successo il Money in the Bank quest’anno. Già era difficile pensare ad una conquista di un titolo massimo dopo la vittoria del Ladder Match, in più ora, con questo Roman Reigns come campione, sembra essere diventata un’impresa veramente impossibile.

La storyline con The Miz ha puntato proprio a questo, andando a toccare questi pensieri che tutti noi abbiamo da mesi. Sarà quindi The Miz il nuovo detentore della valigetta da domenica? No. No perché anche la gestione di Miz come Mr.

Money in the Bank sarebbe piuttosto problematica. Credo che questa sia solo la prima storyline che metterà in discussione lo status di Otis, ma mi sembra una buona idea quella di portare il tutto avanti ancora per un po’, anche solo per dare un ruolo negli show all’ex Heavy Machinery.

La WWE dovrà attivare la propria creatività per trovare un modo originale di privare Otis della valigetta, ma non è ancora arrivato il momento di chiudere questa storia.
Vincitore: Otis

WWE Championship: Hell in a Cell Match: Drew McIntyre vs Randy Orton:
Siamo arrivati alla fase finale di questa rivalità che da questa estate ha contrapposto le due teste di serie della zona main event di Raw.

Una storyline che forse è stata tirata un po’ troppo per le lunghe ma che non è mai diventata realmente noiosa, specialmente grazie allo status raggiunto da Drew McIntyre da campione e soprattutto alle innegabili doti di Randy Orton come heel, che potrebbe portare avanti qualsiasi storyline con l’intensità e la dedizione mostrata negli ultimi mesi nei vari segmenti parlati.

L’Ambulance Match di Clash of Champions era sembrato il capitolo conclusivo di questa rivalità, ma posso trovare il senso di allungarla fino ad un match nell’Hell in a Cell, che questa volta sarà veramente decisivo.

Il pronostico è veramente difficile, così come lo è stato per i due incontri precedenti. Drew McIntyre come campione funziona alla grande, ma forse sta perdendo un po’ di originalità. Dall’altra parte, Randy Orton ha un po’ perso quello status guadagnato dopo la vittoria su Edge, ma l’idea di mettergli il titolo alla vita non può non essere passata per le menti del creative team.

Nonostante sarei molto tentato di pronosticare una vittoria di The Viper, credo che il Draft abbia portato così tanti volti nuovi a Raw da poter dare una nuova linfa al regno di Drew Mcintyre grazie alle nuove sfide che si potrebbero aprire, quindi vado con una conferma del campione.
Vincitore e ancora campione: Drew McIntyre

Universal Championship: “I Quit” Hell in a Cell Match: Roman Reigns vs Jey Uso:
Anche Roman Reigns e Jey Uso hanno visto la propria rivalità allungarsi per via dell’enorme successo raccolto dalla storyline che ha portato i due a scontrarsi per la prima volta a Clash of Champions.

Già il nuovo personaggio di Roman Reigns è la cosa migliore che gli sia mai successa, in più questa faida è perfettamente adatta per ultimare la sua transizione da idolo delle folle a Tribal Chief.

La stipulazione è qualcosa di esagerato, ma in senso positivo; forse io avrei organizzato solo un I Quit Match per non inserire troppi incontri nella gabbia nella card, però immagino che la contesa possa uscire veramente bene.

Così come è stato a Clash of Champions, mi aspetto un incontro molto crudo ed intenso, sia dal punto di vista fisico che emotivo, che possa essere ancora più funzionale per la nuova attitudine di Roman Reigns, anche se ormai la transizione è stata più che avviata.

Purtroppo sul pronostico non c’è molto da discutere: come è giusto che sia, il campione universale manterrà la cintura ed annienterà Jey Uso. Se quello dello scorso mese è stato un massacro, questa volta Jey Uso verrà letteralmente annientato e lo status di Roman Reigns schizzerà alle stelle.
Vincitore e ancora campione: Roman Reigns

SmackDown Women’s Championship: Hell in a Cell Match: Bayley vs Sasha Banks:
Ne parliamo da anni, anni ed anni, ma finalmente Sasha Banks e Bayley arrivano ad affrontarsi da nemiche giurate in un PPV del main roster.

Pensavamo che avremmo dovuto aspettare WrestleMania per vedere questo incontro ma la WWE ha velocizzato il tutto per dare a questa contesa la giusta cornice dell’Hell in a Cell. Non vorrei esagerare, ma questo match poteva essere il main event della prossima WrestleMania visti tutti i trascorsi tra le due contendenti e vista la storyline portata avanti da ormai più di un anno.

Purtroppo nelle ultime due settimane questo feud è passato un po’ in sordina, ma mi auguro comunque che Sasha e Bayley abbiano il loro giusto posto nel main event della serata. Il pronostico non è per niente semplice: da una parte la storia di Sasha Banks ha bisogno di essere validata da una vittoria importante come questa, dall’altra qualcosa mi dice che Bayley potrebbe farla franca, prolungando il suo dominio sulla divisione di SmackDown.

Inoltre, se questo match verrà riproposto più avanti, a WrestleMania, in versione leggermente diversa, la Role Model potrebbe veramente mantenere il titolo in questo primo scontro. Tuttavia penso che questo, almeno per il momento, sarà l’incontro decisivo per questa rivalità e non capisco cosa potrebbe fare Sasha Banks nei prossimi mesi se dovesse fallire questa domenica.

Per questo motivo vado con una vittoria di The Boss. Mi auguro con tutto il cuore che questo match possa avere la vetrina che merita e che sia all’altezza dei precedenti scontri a NXT che hanno cambiato per sempre il wrestling femminile in WWE.
Vincitrice e nuova campionessa: Sasha Banks

Alla WWE bastano 3 match per costruire Hell in a Cell?

Hell in a Cell 2020 si presenta come un evento molto strano, vittima di vari avvenimenti che ne hanno ostacolato la costruzione.

Il PPV è completamente trainato dai tre match di cartello, i quali si terranno tutti all’interno della struttura infernale e la WWE ha deciso di pubblicizzare lo show solo attraverso di essi. La mancanza di un’undercard, però, si fa sentire, perché inserire dei match meno importanti risulta necessario per la scorrevolezza dell’evento.

Purtroppo i due incontri aggiunti nell’ultima settimana non bastano per rendere questo PPV uno show imperdibile nella sua interezza; mi chiedo perché alcuni dei match delle Season Premiere di Raw e SmackDown non siano stati inseriti nella card di Hell in a Cell, come ad esempio Keith Lee vs Braun Strowman o Seth Rollins vs Murphy dell’ultimo episodio dello show blu.

Ma non tutto è perso perché sostengo che la federazione di Stamford aggiungerà all’ultimo secondo almeno un altro match, tentando di dare maggiore regolarità alla serata. Per quanto riguarda i piatti forti, spero che tutti e tre gli Hell in a Cell Match siano all’altezza della stipulazione e delle rivalità che portano avanti, perché la buona riuscita del PPV dipenderà soprattutto da loro.

Con questo è tutto, auguro a tutti voi un buon Hell in a Cell e noi torneremo con i pronostici in occasione dell’ultimo Big 4 dell’anno, Survivor Series.