The Prizewriter - Il sonno di fine primavera



by   |  LETTURE 965

The Prizewriter - Il sonno di fine primavera

Riflettevo, in queste settimane povere di avvenimenti degni di nota, e andando in zona main event, veramente rivedibili...
Il sempre più noioso Edge vs Orton, nel "miglior wrestling match di sempre".

Che anche 15 anni fa avrebbe fatto abbastanza ridere, essendo sempre stati i due lungi dall'essere i migliori wrestler (sul piano prettamente tecnico del lottato) in circolazione. Diciamo però che pare impossibile essere ancora più noiosi dei 36 minuti di Last Man Standing visti a WrestleMania. Ma costava tanto trovare un nuovo rivale per un Edge che non smette di sottolineare la caducità del suo comeback?

Seth Rollins (che avrei fatto però continuare con Drew), KO, AJ, The Fiend, McIntyre, Daniel Bryan. Quanti sono i match più interessanti sulla carta dell'ennesima riproposizione?

Andando in zona titolata, dopo un MITB con le sfide più intriganti possibile, sulla carta, per i campioni mondiali, adesso ci ritroviamo due ripieghi belli e buoni. Quali motivi ci sarebbero per avere interesse verso quello che sarà il pestaggio di Strowman ai danni dei petulanti ed istrionici Miz 'n Morrison (ehy ehy, oh oh)?

Il miracolo di Zayn resterà ineguagliato, eccezione che conferma la regola, ed il campione rimarrà tale, nella sfida, apparentemente impari.

E allora forse ci spiegheranno che senso ha aver dato a Bray un'altra sconfitta, priva di senso e ridimensionante, se neanche ha una nuova opportunità per riscattarsi subito...

Dall'altra parte, per il titolo WWE, abbiamo il lancio come sfidante di un Lashley con uno status, al momento, da lowcarder. Per tentare l'assalto a colui che ha spazzato via in un mese gli ultimi due campioni universali? Anche qui come a SDL, la sconfitta dello sfidante.

La seconda consecutiva in ppv del Messiah, con quella inspiegabile stretta di mano finale, rischia di non fare altro che affossare Seth Rollins. Sconfitto senza possibilità di appello a WMania. Da un KO che perde contro Garza in pochi minuti... Quindi a che pro farlo vincere contro il messia? Per tornare alla, trascurabile nei termini di interesse, contesa titolata, confidiamo nella estrema bravura di MVP come manager, per tenere alto l'interesse di una schermaglia di transizione, che rischia di rovinare l'interesse dei fan verso il campione.

Dice niente Seth che dopo WMania sfidò a MITB AJ Styles, in un match dei sogni, e poi sprofondò contro Corbin, in veste di maritino?

Potrebbero anche tirare un bel match Bobby e Drew, come dimostrato a Slammiversary 2016, ai tempi in cui militavano entrambi in TNA. Riguadagnandosi la chiamata di Stamford. Ma c'è bisogno di spessore. Se l'unica scelta possibile per tenere l'interesse negli show a porte chiuse era quella del meglio possibile da offrire, pare che la federazione, se lo sia dimenticato.