The Prizewriter - Intercontinental Glory



by   |  LETTURE 1412

The Prizewriter - Intercontinental Glory

Fedeli di World Wrestling, pronti/e per un nuovo numero del PrizeWriter?
Oggi parleremo di, anzi del... Titolo intercontinentale!

Quello rimasto senza padrone, data l'assenza prolungata di Sami Zayn causa pandemia. Che tristezza... 

Lo dissi, mentre parlavo dell'incoronazione dell'ormai ex campione: l'IC Championship è il secondo per importanza nella storia del wrestling (WWE), ma stavolta più che mai potevo evitarmi la parentesi.

Stiamo parlando del secondo titolo con più storia in attività, dopo il titolo WWE. L'almanacco del wrestling data sì lo US Championship come nato nel 1975, mentre il nostro Intercontintale nel 1979, ma la storia del secondo è più epica, e l'albo d'oro dei detentori lo dimostra. Ed è il momento di dare rilevanza a questo fatto.

Non tanto sperando, vanamente, che il titolo ed il detentore vengano elevati nel concreto, ormai le speranze sono quasi perdute, ma che lo diventino nella concezione dei fans.

Non stiamo parlando di un qualsiasi campionato secondario, nordamericano di NXT, o di un campione televisivo AEW, ancora da incoronare. Neanche del titolo degli Stati Uniti. Questo non è solo un titolo secondario. Dopo l'alloro WWE, soltanto lui. E quindi meriterebbe sempre il meglio.

Meglio che non sta ottenendo, francamente, nell'ultimo periodo. Anche se andando a ritroso, gli ultimi campioni sono wrestler assolutamente meritevoli di questo ed altro: Sami Zayn, Braun Strowman, Shinsuke Nakamura, Finn Balor, Dean Ambrose (SIGH), Seth Rollins, Dolph Ziggler (ho dovuto omettere solo Lashley, e mi sarebbe piaciuto Braun, ma proprio adesso che è campione Universale...).

Il titolo magari non era sempre così in primo piano. Ma dobbiamo saperlo noi, ricordarcene, mentre sta arrivando il campione intercontinentale, vuol dire che sta arrivando un pezzo di storia. Non è solo il wrestler a fare il titolo, ma è anche il titolo a fare il wrestler. Ci perdoni The Queen.

Titolo rampa di lancio dei migliori verso l'alto. O ripiego per ex campioni caduti in ombra. Comunque un alloro luminosissimo.

E adesso? Un torneo, che pare la scelta giusta, con ottimi partecipanti, ed un fantastico incastro fra tabellone e trame in atto, come meglio non potrebbe essere bookato un torneo di wrestling. All Elite docet. È più bello avere un derby come semifinale di Champions League no? Speriamo ci siano piani per la prosecuzione.

Rinnoviamo il rammarico per l'abdicante alla corona, che finalmente aveva coronato il suo sogno, ed aveva iniziato il regno nel migliore dei modi, con una difesa titolata contro Daniel Bryan a Wrestlemania... Ma speriamo che, finita la situazione spiacevole, l'asso canadese possa tornare, più in forma, per ritentare l'assalto a ciò che è suo di diritto...

Andando ai partecipanti del torneo, dal quale sono già usciti un Drew Gulak, per il quale due parole  vanno spese, in quanto eccellente performer a tutto tondo, grande rimpianto di casa Stamford, dove pare si siano accorti in ritardo del suo valore. Chissa cosa ci avrebbe regalato ancora nel bellissimo tandem con DBry... Gli auguriamo il meglio e speriamo possa regalarci altre soddisfazioni altrove.

Già eliminato anche King Corbin, per fortuna; e sembra in rampa di rilascio anche Nakamura, troppo fresco ex campione. Invece molto incerto il match fra Sheamus e Hardy. Interessantissimo poi lo scontro ennesimo fra il Ph1 e Il King of Strong Style, che ci fa tra l'altro AJ Styles come invitato nel torneo da RAW? Un nome come il suo può mai non essere fra i favoriti? E in più hanno un dream match per recuperare la delusione di Wrestlemania 34 lui e Shinsuke. Ma continuiamo a sognare...

DBry potrebbe essere un rivale coi fiocchi per la finale, ed anche il campione più sensato, essendo di SDL ed essendo, beh, non c'è bisogno di parole. Mentre Elias potrebbe essere di certo quello con più bisogno del titolo, in quanto non ha ancora mai vinto nulla, e ha bisogno di affermarsi a differenza degli altri partecipanti del torneo.

Insomma tutti ottimi dubbi per un torneo che speriamo si riveli di qualità, come l'inizio buono lascia presagire, ed i nomi intuire. Il tutto per dare lustro a questo meraviglioso titolo. Che, sarò l'unico al mondo, ma graficamente con il nuovo design lo trovo il più bello della WWE. A presto per le prossime... 
E LUNGA VITA AL CAMPIONE DEI CONTINENTI!