The Prizewriter - What's wrong, Mr. MITB?



by   |  LETTURE 1518

The Prizewriter - What's wrong, Mr. MITB?

Nella povertà di altri contenuti settimanali, non possiamo che lanciarci in avanti verso Money in the Bank, e per farlo andremo... Indietro.

In attesa di conoscere i completi parterre di partecipanti di quest'anno, che proveranno la scalata della "corporate ladder", e analizzare quindi i match che si svolgeranno sul tetto del Performance Center, non ci resta che uno sguardo al passato. 
Eccoci con l'ennesima discutibile digressione della quarantena! 
L'intento è trovare una risposta alla domanda: serve ancora, al giorno d'oggi, vincere il Money in the Bank Ladder Match (MITBLM)? 
Parliamo di quello maschile, (ma il discorso vale anche per quello femminile).
Ah, la risposta è: NO.

Andando indietro nel tempo analizzeremo gli ultimi vincitori, e cosa hanno avuto in cambio, questi, da tale affermazione... conquista, quella del MITB Briefcase, che, un po' come quella della Rumble, va analizzata in più dimensioni. Quella dell'importanza della vittoria: quanto eleva la carriera del vincitore? Quella dell' incasso: quanto risulta epico e memorabile il momento? E, fra questi due estremi, il possesso stesso della valigetta.

Che plasma chi ce l'ha, un po' come l'anello di Sauron, e dice tanto su che tipo di campione, e di personaggio, vuole diventare il detentore.

Ci sono alcuni che hanno seguito la retta via (in genere con ben poca fortuna) , ed altri che ne sono stati traviati. La detenzione della stessa insomma contribuisce ad aumentare il valore dell'incasso. 
Esempio ne è la parabola di quelli che sono i due vincitori del MITBLM più storici, come "regno" e conquiste. I quali quel momento ha cambiato per sempre. Stiamo parlando di Edge. E un altro di cui diremo dopo.

Ma iniziamo con i flash back.

L'anno scorso Mr MITB fu Brock Lesnar, con un trama abbastanza complicata. The Beast prese il posto di un Sami Zayn, messo fuori gioco da uno Strowman al quale aveva rubato il posto, sconfiggendolo, alla vigilia del ppv. Lasciamo stare...

Già solo la partecipazione di The Beast al match pareva superflua, figuriamoci quando staccò la valigetta. Ovviamente serviva a tutti meno che a Lesnar, sicuramente l'ultimo ad essere bisognoso di tale stratagemma per affermarsi. Ed il tutto fu gestito molto male.

Lesnar, che di lì a poco incassò su Rollins, che di lì a poco riconquistò. Un modo, forse, per rimediare all'errore di WrestleMania 35, quando a trionfare fu un Beastslayer scorretto. Ma sappiamo come questa operazione di pulizia dell'immagine non ebbe i frutti sperati per il Messia.

Utilità e rilevanza pari a 0 per questo giro di giostra della valigetta più agognata dello sport entertainment. 

L'anno prima era toccato a uno Strowman che, l'incasso, annunciato, come porta molto male fare, lo fallì miseramente. Lui che, sì, era lanciato all' epoca (mica come oggi...), ma non aveva certo bisogno di una valigetta per andarsi a prendere un'opportunità titolata. Vanificando  anche la portata di un turn heel "a la Big Show", per essere fini, contro Reigns...

L'anno prima, 2017, in un match per il solo roster di Smackdown, a trionfare in un match molto bello, e con tutti grandi performer, tranne uno... Manco a dirlo fu proprio l'uno. Baron Corbin, che dopo avere rubato il momentum ad alcuni, molto piu meritevoli, perse anche il match per il titolo WWE, contro Jinder Mahal, a causa di John Cena. Un velo pietoso per favore! 

L'anno prima ancora, a imporsi, fu l'ultimo che giovò veramente della vittoria, ma così tanto che ebbe un'eiaculazione precoce. Stiamo parlando di Dean Ambrose, che, incassando la sera stessa, dopo il match fra gli ex fratelli dello Shield, fece suo il titolo WWE. Per lui il primo. E lo portò con sè, a SDL, nella brand extension che stava prendendo forma.

L'ultimo modo sensato di usar la valigia a cui abbiamo assistito. Peccato che così facendo si perse per un anno intero il concetto di Mr MITB, e il fattore intrigante dell'incasso anyplace, anytime.

Siamo ormai giunti al 2015, in un periodo buissimo. Fu Sheamus a diventare Mr MITB. Lui che già aveva cinto più titoli del mondo. Il celtico si erse a nuovo pupillo di un'Authority che aveva veramente stancato. Incassò ai danni di Roman Reigns, nel disperato tentativo di renderlo over. Siamo ai limiti della noia sopportabile, tanto che si accorsero in fretta della trave che avevano preso, con tutta la faccenda, che Sheamus venne deposto dopo poco. Perdendo addirittura il titolo in un match, sempre contro Roman, a RAW...

Il tutto fu talmente deleterio che Reigns non anddò over, anzi under... E così un altro anno di valigetta andò sprecato.

Andiamo poi al 2014, e all' altra vittoria destinata a entrare nella storia. E a forgiare la carriera di quello che adesso è Seth Rollins. Da pupillo dell'Authority anche lui, rimase Mr MITB quasi un anno, ed incassò nel modo più clamoroso di sempre, durante il main event di WrestleMania 31, fra Roman e Lesnar, vincendo così il suo primo titolo mondiale!

Il bignami del perfetto Mr MITB. Ottenere il proprio primo titolo mondiale, dopo una run convincente con la valigetta, ed un incasso epico.

Adesso, non vogliamo pretendere di raggiungere sempre questa perfezione, ma neanche di assistere agli ultimi scempi. 

Se dobbiamo citare alcuni degli altri più recenti vincitori ci sono stati: Cena, Sandow (!!): fallirono entrambi l'incasso... Il primo non ne aveva alcun bisogno, il secondo non ne ricavò niente. Randy Orton, che aveva già vinto una decina di titoli mondiali, al quale però dobbiamo almeno riconoscere un incasso storico su Daniel Bryan, dopo che questi aveva vinto il suo primo WWE Championship. Kane; e per risalire a una vittoria, e incasso di qualità, dobbiamo andare a Bryan, che veramente si elevò da tutto ciò; e Ziggler. Che però sappiamo non farà mai il passo giusto per divenire un main eventer, nonostante una buona run e un ottimo incasso, un RAW dopo WMania. 

Insomma, fra occasioni sprecate, dai wrestler nell'incasso, e dalla federazione nelle scelte dei vincitori, negli ultimi anni il MITBLM non è stato affatto utile. L'ultimo ad avere giovato veramente di vittoria/regno da Mr MITB/ incasso, è stato Seth Rollins. In una cosa come: gli ultimi 10 anni?

Ciò ha dell'incredibile, e non possiamo che augurarci che, nel prossimo a cui assisteremo, a scalare sta benedetta scala non sarà un pluricampione già affermato.

La scelta facile da rispolverare per la federazione, senza nemmeno costruire qualcosa. Ma che sia una nuova leva, appunto, da plasmarsi così, cogliendo l'opportunità appieno.
Con la vittoria, la permanenza come tale, e soprattutto l'incasso.

Che risulti memorabile, e cambi per sempre la carriera del riscossore.