WWE Hell in a Cell 2019: i nostri pronostici


by   |  LETTURE 7901
WWE Hell in a Cell 2019: i nostri pronostici

Edizione speciale dei pronostici per Hell in a Cell, evento conosciuto anche come “Ehi, abbiamo un PPV questa domenica?!”. Speciale perché, al momento, sono pubblicizzati solo quattro match per lo show, cosa piuttosto insolita per un PPV, soprattutto se di discreta importanza come Hell in a Cell.

D’altronde, usciamo da una settimana veramente impegnativa per il mondo del wrestling, che ci ha regalato tanto ma che ha anche fatto cadere questo evento in fondo alla lista delle priorità della WWE. Andiamo, dunque, ad analizzare i pochissimi incontri ufficiali per Hell in a Cell 2019.

SmackDown Women’s Championship: Bayley vs Charlotte Flair:
Partiamo con il match annunciato dopo l’ultima puntata di SmackDown.

Un match inevitabile visto il finale del precedente scontro a Clash of Champions, anche perché Charlotte ha sempre avuto la meglio sulla campionessa nei loro ultimi scontri. La divisione femminile di SmackDown sicuramente vedrà un nuovo inizio dopo questo PPV e dopo la Draft, ma è difficile pronosticare chi ne sarà la regina.

Penso che il risultato dell’incontro sarà fortemente influenzato dal destino di Becky Lynch, che potrebbe seriamente essere spostata nello show blu, perché a quel punto un’altra lottatrice importante dovrebbe passare a Raw, come minimo, e la scelta ricadrebbe proprio tra le due coinvolte in questo match titolato.

Secondo me la divisione femminile inizierà un nuovo capitolo con una nuova campionessa, che sarà Charlotte Flair nel ruolo di babyface, mentre a Bayley sarà concesso del tempo prezioso per definire meglio il suo nuovo personaggio da heel, che ancora ha tanto da spiegare al pubblico.
Vincitrice e nuova campionessa: Charlotte Flair

Roman Reigns e Daniel Bryan vs Erick Rowan e Luke Harper:
Una lunga storyline caratterizzata da alti e bassi, tra confusione generale, il gradito ed inaspettato ritorno di Luke Harper e quello di Daniel Bryan nelle vesti del buono della situazione.

A Hell in a Cell si consumerà quello che, penso, sarà il capitolo finale di questa rivalità, in modo da permettere a Roman Reigns di iniziare a prendere il suo posto di uomo di punta del nuovo SmackDown su Fox.

Sarà molto interessante vedere, invece, cosa combineranno con Daniel Bryan, il cui stint da heel non è durato neanche un anno; tornerà velocemente tra le fila dei cattivi o sarà impossibile per la WWE non presentarlo come quel babyface idolatrato da tutti? Dall’altro lato, Erick Rowan e Luke Harper potranno essere un’ottima risorsa per la divisione di coppia, sperando che i personaggi continuino una loro evoluzione e caratterizzazione, perché devo dire di aver apprezzato le nuove sfaccettature mostrate da Erick Rowan durante questi mesi.

Sull’esito finale, però, non ho alcun dubbio: Rowan ha già sconfitto Roman Reigns lo scorso mese e non riesco a vedere il Big Dog sconfitto per il secondo PPV di fila.
Vincitori: Roman Reigns e Daniel Bryan

Raw Women’s Championship: Hell in a Cell: Becky Lynch vs Sasha Banks:
Se non fosse per la grande attrazione che rappresenta il match per il titolo universale, questo incontro potrebbe seriamente essere il main event del PPV.

La rivalità tra Becky Lynch e Sasha Banks è stata intensa e combattuta, ha mostrato tutte le doti che ci piacciono di Sasha Banks e che avevamo un po’ perduto negli ultimi anni ed ha riportato in auge la divisione femminile dopo alcuni mesi sottotono.

Infatti questa è la prima difesa titolata in cui la Irish Lass Kicker rischia di perdere la cintura, perché, diciamolo, Sasha Banks è credibile ed è una delle poche, se non l’unica, che potrebbe mettere fine al regno di Becky Lynch.

Il pronostico di questo match, però, mi mette in seria difficoltà, perché, anche qui, molto dipenderà dal futuro di Becky Lynch. Questa settimana a SmackDown è stata presentata come una star di punta ed è lecito pensare che Fox l’abbia esplicitamente richiesta; a quel punto, dovrebbe perdere il match di domenica.

Rimanendo sul piano dirigenziale, non dobbiamo ignorare il fatto che il passaggio allo show blu di Becky comporterebbe anche quello di Seth Rollins per le nuove politiche della compagnia di Stamford e questo lo vedo più improbabile, perché Raw verrebbe privato delle sue top star.

Inoltre, dopo la grande presentazione di The Man di questa settimana, mi sembrerebbe strano vederla cedere al centro del ring in un match di questo spessore in PPV, perciò devo pronosticare la sua vittoria. Certo, in questo momento una sconfitta non farebbe bene neanche a Sasha Banks, ma credo che The Boss si possa rifare eseguendo lei il passaggio a SmackDown ed andando a sfidare la campionessa del brand, che secondo le mie previsioni sarà Charlotte Flair.

Infine, devo dire che mi aspetto un grande match dalle due.
Vincitrice e ancora campionessa: Becky Lynch

Universal Championship: Hell in a Cell: Seth Rollins vs “The Fiend” Bray Wyatt:
Arriviamo alla sfida di maggior interesse di Hell in a Cell, che potremmo ricordare come la definitiva consacrazione di The Fiend.

Questo nuovo personaggio ha catalizzato l’attenzione di tutti fin dal suo arrivo ed è stato in grado di mantenere gli occhi dei fan puntati sul prodotto anche durante momenti di crisi come quello di quest’estate.

Molti sono così preoccupati per le sorti di Bray Wyatt che temono che un match titolato sia arrivato troppo presto per lui, con il rischio di rovinarlo in modo indelebile. Ma la strategia della WWE è chiara: The Fiend ha avuto così tanto successo a livello commerciale che era impossibile ignorarlo; se funziona, perché non puntarci? Il regno di Seth Rollins non è stato un totale disastro, ma non ha neanche messo così in luce quello che dovrebbe essere uno degli uomini di punta della federazione, perciò cambiare aria non può che far bene in quello che sembra essere a tutti gli effetti l’inizio di una nuova era in WWE.

E se si vuole costruire un regno di un heel dominante ma fresco ed originale, quale migliore scelta di The Fiend? Se, poi, questo regno dovesse arrivare come minimo fino a WrestleMania, non c’è molto tempo da perdere.

Troppo presto per Bray Wyatt? Forse sì, ma non si può aspettare ancora molto. Chiudere il PPV con The Fiend dominante sarebbe qualcosa che non avremmo mai immaginato qualche mese fa e che indicherebbe un punto di svolta in WWE.
Vincitore: “The Fiend” Bray Wyatt

Le priorità della compagnia durante questa settimana erano decisamente altre rispetto a Hell in a Cell, ma la scelta di presentare una card semi-vuota è sembrata quasi voluta; il tempo per annunciare dei match nelle scorse settimane lo hanno avuto e se non è stato sfruttato un motivo ci sarà.

Anche dopo SmackDown, i nuovi incontri annunciati non sono arrivati. Particolare anche la scelta di mettere in scena dei match piuttosto importanti durante gli show settimanali degli ultimi sette giorni: non parliamo di quelli della premiere di SmackDown su Fox, ma almeno AJ Styles vs Cedric Alexander poteva aiutare a riempire l’evento.

Anche un match per il titolo dei pesi leggeri avrebbe aiutato, ma 205 Live sta vivendo un periodo particolare e decisivo, perciò non è stato organizzato niente anche in questo versante. Sicuramente, neanche il WWE Championship sarà difeso.

Il risultato è che siamo alla vigilia di un PPV totalmente imprevedibile, di cui conosciamo solo quattro match di medio-alto interesse; per il resto (perché sappiamo che non si limiteranno a quattro incontri) possiamo aspettarci di tutto e credo che questo sia il bello di questo Hell in a Cell.

Probabilmente la WWE annuncerà dei nuovi match questa sera poco prima dell’inizio dello show, ma al momento questa incertezza è quello che mi invoglia a seguire il PPV. Tornando ai match già confermati, ho grandi aspettative per i due Hell in a Cell Match, che potrebbero regalare veramente tanto.

Grazie per aver seguito questa edizione speciale dei nostri pronostici. Fatemi sapere quali sono le vostre opinioni al riguardo e rimanete su WorldWrestling.it per tutti i risultati ed aggiornamenti su Hell in a Cell 2019.