Bank Statement – Grazie Sasha Banks!


by   |  LETTURE 1358
Bank Statement – Grazie Sasha Banks!

Se si potesse scrivere il manuale del perfetto wrestler, questo sicuramente sarebbe composto in diverse sezioni: come effettuare bene ogni mossa, il look da tenere dentro e fuori dal ring, etc. Soprattutto avrebbe una sezione dedicata a far capire ai giovani che si approcciano alla disciplina come effettuare un promo di successo.

Già immagino anche gli esempi: il leggendario “Hard Times” di Dusty Rhodes, l’iconico “Austin 3:16” e tanti altri fino ad arrivare alla Pipebomb di CM Punk del 2011. Sono sicuro che guardare più e più volte una carrellata di questi video possa essere di ispirazione per i giovani wrestlers non solo per quanto riguarda l’attitudine da tenere durante il promo, ma anche per i contenuti che vengono trattati.

La maggior parte di quei promo è effettuata da wrestler uomini, tuttavia ai giorni nostri, a valle della Women’s Evolution, abbiamo la fortuna di avere anche delle superstar donna dal grande talento, brave sia nel ring che al microfono, capaci anche di ottenere un PPV tutto per sé e di arrivare al Main Event di WrestleMania.

Non è quindi un caso se le Four Horsewomen sono al centro della divisione femminile di tutta la WWE. Tuttavia non tutte le ciambelle riescono con il buco: mentre Charlotte Flair è perfettamente calata nel suo personaggio al punto da oscurare la campionessa Bayley con la sola presenza e non avere rivali davvero competitive nel roster di SmackDown, a Raw abbiamo una campionessa indiscussa come Becky Lynch e una contendente dal carattere non meglio definito come Sasha Banks.

Prova ne sia l’ultimo promo effettuato dal Legit Boss: quasi a fare da contraltare al promo di Charlotte della settimana passata in cui The Queen ha chiaramente fatto intendere di essere la donna immagine di SmackDown, Sasha reclama il suo ruolo di leader della divisione.

Fin qui tutto bene, l’intento è buono. Ma come è stato fatto il promo? Sasha tira in ballo Ronda Rousey dicendo che l’ex campionessa di Raw è chissà dove godendosi i soldi guadagnati con l’apparazione a WrestleMania e che sono molti più di quelli guadagnati da lei.

Chapeau! L’idea di “rompere la quarta parete” mi è sempre piaciuta, quindi grazie Sasha! Magari da queste parole può nascere un interessante feud futuro, staremo a vedere. Peccato però che poco prima di questa parte, la stessa Sasha abbia detto che proprio a WrestleMania lei sia stata relegata ad un match di coppia di cui non le interessava nulla, e per titoli che non contano niente.

Ecco, ancora una volta grazie Sasha Banks per aver distrutto in due minuti il lavoro fatto in diversi mesi per cercare di rendere rilevanti i Women’s Tag Team Championships. Un lavoro a cui perfino lei ha contribuito in quanto iniziale campionessa insieme a Bayley!

Tornando al manuale di cui si parlava all’inizio, semmai qualcuno un giorno dovesse redigerlo mi auguro di cuore che questo promo entri nel manuale, ovviamente nella sezione “cose che NON fanno bene al business”.