Bank Statement – La regina reclama finalmente il suo trono


by   |  LETTURE 549
Bank Statement – La regina reclama finalmente il suo trono

Il ritorno di Sasha Banks è stato uno degli argomenti più caldi nelle ultime due settimane in WWE: The Boss cambia look e attire, proponendosi come seria pretendente al titolo attualmente detenuto da Becky Lynch.

The Man non ha ancora replicato come è lecito aspettarsi, ovvero in maniera fisica, ma il tempo non mancherà per una risposta. Tuttavia non è questa la notizia della settimana, bensì il ritorno di Charlotte Flair alla ricerca di ciò che è legittimamente suo, ovvero lo SmackDown Women’s Championship.

Durante una puntata di “A Moment of Bliss” Charlotte, ben imbeccata da un’impeccabile Alexa Bliss, non nasconde le sue ambizioni titolate. Di contro Bayley appare sullo stage e provoca The Queen. La reazione della Flair sarebbe da far vedere a tutte le ragazze che si approcciano alla disciplina: Charlotte ricorda a Bayley che lei può essere la campionessa, ma è The Queen ad essere il Brand.

È infatti lei su tutte le copertine, su ESPN, sui camion della WWE o dovunque ci sia bisogno della sua immagine. Finalmente qualcuno che porta in TV il vero problema di Bayley, ovvero il suo personaggio. Così facendo, Charlotte, ha infatti evidenziato il più importante aspetto di un wrestler per la WWE, ovvero la sua attrattività.

Nessuno mette in discussione le abilità nel ring, ma è con quello che si fa fuori dal ring che la compagnia di Stamford fa soldi. Brutale per quanto possa sembrare, questa è la realtà. Così come è reale il calo di importanza del titolo detenuto dalla hugger.

La speranza è di rivedere presto Charlotte con il titolo alla vita: da una parte questo potrebbe tornare ad acquisire finalmente il prestigio che gli compete. Dall’altra Bayley potrebbe essere costretta ad un cambio di paradigma così come avvenne più o meno un anno fa per Becky Lynch, e gli effetti sono sotto gli occhi di tutti.

Chi invece non ha bisogno di alcun cambio è Alexa Bliss: The Goddess, insieme a Nikki Cross, ha letteralmente sbaragliato la concorrenza attorno ai Women’s Tag Team Championships, battendo tutte le possibili coppie pretendenti al titolo nel giro di due settimane.

A riprova di quanto detto poco fa, quando una wrestler sa intrattenere e ha un personaggio convincente, questa ha sicuramente successo. Alexa e Nikki non hanno ancora delle contendenti per Clash of Champions ma resto fiducioso che prima di allora qualche coppia si farà avanti.

Sono tante le wrestler talentuose ultimamente lasciate da parte e bisognose di visibilità, in primis Lacey Evans ed Ember Moon: la WWE non deve fare altro che scegliere il meglio e proporcelo.