The Prizewriter - Sto meglio da buono o da cattivo?


by   |  LETTURE 1240
The Prizewriter - Sto meglio da buono o da cattivo?

Benritrovati e benritrovate per una nuova edizione del PrizeWriter, che anche se ha perso la sua più grande fonte di ispirazione, ossia Kevin Owens heel, non diventerà mai un editoriale da face! Questa settimana ci sono due situazioni di cui vorrei parlare, e quindi ho deciso che potremo facilmente trattarle entrambe, anche perchè è facile capire come siano una agli antipodi dell'altra.

Partiamo da quella positiva, e che deriva sempre da un turn, sta volta un turn heel... Quanti anni abbiamo dovuto aspettare per vedere nel main roster la Sasha Banks opportunista e senza pietà e di NXT? Evidentemente troppi, perché The Boss, tra essere l'underdog di turno, essendo lei piccoletta di costituzione (mi sembra ora di vederla un po' più spessa) e rimanendo invischiata nella palude dell'amicizia ambigua con Bayley, non ha ottenuto molto nel main roster.

È stata sì 5 volte campionessa, ma i suoi regni tipo sono durati una settimana; ha vinto per prima i titoli di coppia femminili, sempre con l'abbracciosa, ma sono stati persi quasi alla prima occasione...

Oltretutto per darli alle IIconics, che sono state bruciate in sostanza, non rivelandosi ancora pronte. Insomma, avara di soddisfazioni la carriera della Banks, o almeno di riconoscimenti veri e propri, tanto che erano molte le voci che la volevano lontana dalla federazione, proprio per il trattamento incongruo ricevuto, nonostante le sue grandi abilità.

Non è chiaro cosa sia successo nei mesi della sua assenza, ma il restyling del personaggio, o meglio il ritorno al passato è stato una manna dal cielo.... Perchè non c'è dubbio che lei sia une delle migliori, come pacchetto completo: sa stare sul ring e sa bucare lo schermo, e non solo perchè è una bellissima ragazza, ma perchè ha carisma.

Da heel poi tutta la sua potenzialità si sprigiona, un ruolo che ricorpre in modo più che naturale. Stupisce come ultimamente, delle 4 Horsewomen, sia quella che ha ottenuto di meno. Ora pure la peggiore delle 4, senza dubbio Bayley, è campionessa...

Quindi La Boss deve necessariamente ottenere qualche risultato. La rivalità con Becky che ha avuto inizio settimana scorsa è un perfetto palcoscenico per Sasha, che deve tornare a fare paura, e sarà utilissimo anche alla irlandese, che dopo Wrestlemania ha visto una flessione di interesse nei suoi confronti, sfidando troppe volte Lacey Evans (che fine ha fatto, tra l'altro?), e poi la insignificante Natalya.

La vedo abbastanza difficile riuscire a privare The Man del titolo rosso in tempi brevi, molto piu probabile per Sasha un trasloco a SmackDown. Qui troverebbe la sua amica del cuore, da massacrare di sediate, e il titolo blu, che ultimamanete è meno fisso di quello rosso, essendo The Man la campionessa piu longeva, insieme a Kofi, che difficilmente perderà a breve la corona.

Per un turn auspicato ce ne è un altro che invece non ha portato nulla al suo autore, e stiamo parlando di un altro enorme talento che è passato con successo da NXT. Il riferimento è a Sami Zayn, che da circa due annetti è passato fra le fila dei cattivi.

Innanzitutto vanno fatti i complimenti a Sami per la sua duttilità e personalità, perchè anche da cattivo è stato capace con Kevin Owens di trainare SmackDown per mesi, nella diatriba (che adesso vediamo a parti invertite) con Shane McMahon e Daniel Bryan GM.

Poi il brutto infortunio ed il ritorno a ridosso di questa Wrestlemania. Ritorno che sembrava finalmente consegnarci un Sami tirato a lucido, quale grande heel, con promo al vetriolo e che raccontavano molte verità sul fan medio, una frecciata vera e propria al wrestling web, reo di essere sempre ipercritico, ma solo per dimenticare i propri difetti.

Iconica la sua recitazione di ritorno in Canada, quando dopo aver fatto suonare per più volte la sua meravigliosa theme, cantata come non mai dal pubblico festante, si è scagliato loro contro con violenza verbale inaudita, tradendo chi lo aveva eletto fino a qualche istante prima a beniamino.

Ho adorato quella versione di Sami, ma evidentemente non è stato altrettanto per i piani alti della federazione, che da li a poco gli hanno dato sempre meno spazio, e anche rilevanza, facendolo sconfiggere abitualmente da chi per esso, in pochi minuti.

Con la qualificazione al MITB ai danni di Strowman, che aveva gettato il povero Sami nella monnezza, solo un fuoco di paglia, preludio all'ennesimo pestaggio del gigante nei confronti della stella canadese... Che alla fine ha visto Lesnar trionfante prendendo proprio il suo posto.

Notizia di questa settimana l'alleanza con un altro bistrattato quale Nakamura, che non appare mai, avendo pure il titolo intercontinentale. proprio lui che a NXT ha regalato pagine di grande wrestling con l'Underdog from the Underground.

Cosa c'è da aspettarsi da questa curiosa alleanza, che vede Sami il portavoce dell'Artista, per permettere a questo di non perdere la sua poesia, in una lingua che non è la sua. A cosa porterà? Sarà solo una parentesi comedy per trasformarli in face( vedi Rusev Day, o anche Bryan e Kane)? Un ennesimo tag team dell'ultimo minuto? Un turn face di uno dei due alle spese dell'altro? Comunque vada entrambi hanno bisogno decisamente di uno scossone, quindi ben venga, si spera solo che la piega che ha preso la carriera di Sami non infici quella di Nakamura, anzi auspichiamo esattamente il contrario.

Comunque Sami da heel codardo non pare funzionare, o almeno piacere ai dirigenti... Forse per lui, che è underdog di nome e di fatto, gioverebbe piu ricoprire i panni, come all'inizio, del wrestler che non fa paura a prima vista, ma è particolarmente dotato, vende sempre cara la pelle e combatte contro le avversità.

Il classico face, di quelli che sanno fare in WWE, e che a lui calzava e calzerebbe a pennello, forse piu dell'heel codardo, che interpreta comunque molto bene come dicevamo. Una questione di opportunità ed adattamento insomma.

Se per la Banks, dopo anni da face insipida, si è riaperta la strada della malignità, vedremo se per risollevare Sami si opterà per la strada opposta. Fermo restando che questi due splendidi performer sono assolutamente da valorizzare da parte della WWE, che se li vedesse scappare ed approdare alla concorrenza sarebbe ragionevolmente preoccupata....
Per oggi è tutto, alla prossima!