WWE SummerSlam 2019: i nostri pronostici


by   |  LETTURE 3752
WWE SummerSlam 2019: i nostri pronostici

Siamo a pochissime ore dal secondo evento più importante dell’anno, lo show che la WWE descrive come il più caldo dell’estate: SummerSlam! Dopo una piccola ripresa sulla qualità degli show televisivi, la compagnia prova a costruire uno spettacolo che possa veramente generare interesse nei fan e c’è da dire che, alla vigilia, la card non è niente male ed è di una lunghezza piuttosto contenuta.

Eccoci, dunque, pronti ad analizzare match per match SummerSlam 2019. Divertitevi anche voi ad esprimere i vostri pareri e pronostici nella sezione dei commenti in fondo alla pagina. WWE Cruiserweight Championship: Drew Gulak vs Oney Lorcan:
Attualmente questo match è pubblicizzato per la card principale, ma credo proprio che verrà spostato nel Kickoff nella serata di domenica per permettere agli altri match di avere un minutaggio più rispettoso.

In effetti, questo incontro arriva un po’ dal nulla, semplicemente da un match di qualificazione avvenuto solo martedì, come se si fossero resi conto all’ultimo che il titolo dei pesi leggeri andava difeso.

Oney Lorcan è un’ottima scelta come sfidante e sarebbe anche un campione credibile, peccato che sia appena arrivato a 205 Live e che la costruzione di una sua potenziale vittoria è stata completamente assente.

Inoltre, Drew Gulak è campione da troppo poco tempo e sarebbe uno spreco se il suo regno terminasse ora.
Vincitore e ancora campione: Drew Gulak

Goldberg vs Dolph Ziggler:
Siamo difronte a un incontro che in pochi pensavano di vedere solamente un mese fa e che è stato costruito anche decentemente, se solo non fosse che il prospetto di un match tra Ziggler e The Miz aveva abbassato parecchio l’interesse per la vicenda e che la figura dello Show Off è stata danneggiata negli ultimi mesi.

L’ex campione intercontinentale se la vedrà ora con Goldberg, che è alla disperata ricerca di un modo per redimersi dalla pessima prestazione di Super ShowDown. Sappiamo tutti che il match non durerà molto, non supererà i 5 minuti, e Dolph Ziggler non è quel talento in rampa di lancio che ci guadagnerebbe da una vittoria su una leggenda del passato.

Dopotutto, non è neanche un dream match tra icone di generazioni diverse. Tuttavia credo che il match non sarà un puro squash e che assisteremo ad una contesa più simile al match tra Goldberg e Brock Lesnar di WrestleMania 33, molto rapida ed intensa ma con un minimo di offensiva da entrambe le parti.
Vincitore: Goldberg

United States Championship: AJ Styles vs Ricochet:
Una rivalità che ci aveva appassionato durante lo scorso mese ma che nelle ultime settimane è caduta nel dimenticatoio, tenuta viva solamente da tag team match a più persone.

Un andamento piuttosto strano per la storia che coinvolge AJ Styles e Ricochet, due atleti che non hanno certo bisogno di una grande storia alle spalle per costruire un grande match, ma che li avrebbe aiutati a far sembrare il loro match più importante di quello che ci sembra oggi.

La riunione del Club (ora The O.C.) è stato il picco della rivalità e la WWE ha avuto serie difficoltà a portare avanti le vicende in modo originale nelle settimane successive. Vittima anche di una card piena di match di una certa importanza, questo incontro rischia seriamente di essere uno dei meno attesi della serata.

La speranza è che i due lottatori riescano a sfruttare le basse aspettative per creare uno spettacolo degno di nota. Per quanto riguarda il finale, non riesco a vedere una sconfitta pulita di AJ Styles in questo momento, nonostante Ricochet abbia bisogno di una vittoria importante.
Vincitore e ancora campione: AJ Styles

SmackDown Women’s Championship: Bayley vs Ember Moon:
Altra contesa di “secondo piano” che potrebbe regalarci sorprese grazie alle doti delle atlete coinvolte.

La scelta di Ember Moon come prima sfidante al titolo femminile di SmackDown è stata piacevole e (credo) azzeccata. Peccato che la storyline non abbia funzionato un granché e sia stata portata avanti solamente da segmenti piuttosto brevi.

Sospetto che questo match non sia altro che “fan service”: dopo aver speso la totalità del suo regno titolato ad affrontare Superstar di Raw, Bayley se la vedrà finalmente con una lottatrice del suo roster ed Ember Moon è quella lottatrice che sicuramente ha le carte in regola per regalare una grande contesa; tuttavia, ho l’impressione che la WWE stia già pensando al dopo-Ember Moon, che quello di domenica sia un piccolo regalo ai fan ma che non sia così significativo.

Insomma, nonostante siamo a SummerSlam, credo che questa non sia altro che una difesa di transizione. Sono un grande fan della War Goddess, che secondo me ha tutte le carte in regola per funzionare e che ha delle doti atletiche invidiabili, ma in questo momento non riesco a vederla come leader della divisione femminile.
Vincitrice e ancora campionessa: Bayley

“The Fiend” Bray Wyatt vs Finn Bàlor:
SummerSlam sarà anche l’evento in cui assisteremo al debutto del nuovo, intrigantissimo personaggio di Bray Wyatt.

La Firefly FunHouse è stata una delle migliori idee di questo 2019, il suo arrivo negli show è stato pauroso e convincente (per chi se lo fosse perso, andatevi a recuperare il suo attacco a Mick Foley) e, personalmente, non vedo l’ora di vederlo in azione.

Quello contro Finn Bàlor sarà un incontro di presentazione che lancerà The Fiend verso nuovi orizzonti in autunno; questo vuol dire che, secondo me, c’è ancora tanto da scoprire e da vedere dalla nuova creazione di Wyatt e questo match sarà solo l’inizio.

In questo caso il pronostico è molto semplice: Bray Wyatt non può perdere, sarebbe la peggiore decisione del secolo. Inoltre, sappiamo tutti che Bàlor ha chiesto alla compagnia un periodo di stop e questa è l’occasione perfetta per farlo uscire dalle scene per un po’ di tempo.
Vincitore: “The Fiend” Bray Wyatt

Kevin Owens vs Shane McMahon:
Sembra che la WWE abbia finalmente deciso di dare un taglio a tutta questa storia di Shane McMahon e del “Best in the World” e quello di SummerSlam sarà il capitolo conclusivo di una storyline che ha causato troppe lamentele da parte dei fan.

La decisione di rimuovere Roman Reigns da questa rivalità è stata senza dubbio vincente, perché Kevin Owens è stato in grado di raccogliere questo ruolo e di revitalizzarlo, dando nuova linfa ad una storyline di cui tutti erano stufi.

Mi aspetto che domenica il potere di Shane McMahon e dei suoi alleati verrà messo a tacere una volta per tutte, con Kevin Owens che rafforzerà il suo posto come uno dei babyface di punta di SmackDown, sancendo un nuovo inizio per la gestione degli show dopo questo PPV.

Non credo minimamente nell’ipotesi che KO lasci la WWE e per questo sono abbastanza sicuro del mio pronostico. Speriamo veramente che questo brutto capitolo delle storyline in casa WWE sia quasi acqua passata.
Vincitore: Kevin Owens

Raw Women’s Championship: Submission Match: Becky Lynch vs Natalya:
Dopo la lunghissima rivalità contro Lacey Evans, Becky Lynch sfida Natalya a SummerSlam in un Submission Match.

In una divisione femminile retta esclusivamente sulle spalle di The Man, la scelta della sua prossima avversaria ricade su una Superstar sempre credibile ma che in rare occasioni viene accostata al titolo. Anche questa una difesa di transizione? Beh, non proprio, perché la rivalità è stata costruita molto bene (anche se alcune volte in modo un po’ confuso) ed il loro match di domenica ha acquistato quell’importanza fondamentale alla vigilia, anche grazie alla stipulazione speciale che rende l’incontro più intenso.

Abbiamo avuto modo di conoscere il personaggio di Becky Lynch, ma questa nuova versione più decisa e aggressiva di Natalya è nuova e vedo che ha già riscosso diversi consensi. Credo che questo match potrà essere uno degli highlights della notte di Toronto.

Sulla vincitrice, però, ho pochi dubbi: sarà The Man a continuare il suo percorso da campionessa e da leader dello spogliatoio femminile di Raw, perché la WWE ne ha bisogno e perché Natalya non è, in questo momento, nella posizione adatta per prendere il suo posto.
Vincitrice e ancora campionessa: Becky Lynch

Trish Stratus vs Charlotte Flair:
Un vero e proprio dream match tra le due icone delle proprie generazioni.

Trish Stratus è ricordata da molti come la migliore performer donna della Ruthless Aggression Era, mentre Charlotte Flair è già diventata una delle migliori lottatrici della storia. Una storyline chiara e semplice, senza fronzoli a complicare la situazione e a confonderla ancor di più, ma per questo efficace.

D’altra parte, il focus di questo match è proprio lo scontro generazionale, la voglia di vedere queste due donne nello stesso ring, una contro l’altra, perciò perché complicare il tutto? Ho apprezzato anche l’idea di non creare uno scontro fisico tra le due nel tag team match di Raw, in modo da preservare questo momento per SummerSlam.

Non so come verrà fuori la contesa, ma non vedo l’ora di vivere questo momento. Per il risultato, per quanto ad alcuni possa sembrare ingiusto, credo sia opportuno che Charlotte esca da vincitrice: non che la 9 volte campionessa abbia bisogno di essere costruita ulteriormente, ma non si può nemmeno permettere al passato di avere l’ultima parola sul presente e sul futuro.

I conti tornano se consideriamo che questo potrebbe essere l’ultimo match di Trish Stratus, che lascerebbe comunque la sua città di Toronto con una standing ovation.
Vincitrice: Charlotte Flair

WWE Championship: Kofi Kingston vs Randy Orton:
La confusione che ha regnato su SmackDown nell’ultimo mese ha penalizzato la storyline che gira attorno al WWE Championship, vittima anche dell’assenza di Kofi Kingston nelle ultime puntate.

Diciamo che la federazione ne è uscita comunque bene, mostrando dei video promozionali che hanno fatto un grande lavoro per presentare sia lo sfidante che il campione; a tal proposito, vi consiglio di recuperare l’ultimo video package mostrato martedì a SmackDown, veramente ben fatto.

La storia narrata è dunque abbastanza regolare ma ho la sensazione che manchi qualcosa: anche in questo caso, questo match è caduto in secondo piano, ma non mi sento di incolpare né Orton né Kingston, il cui regno titolato mi sta piacendo molto.

The Viper è un avversario più che credibile per interrompere la festa di Kofi, ma nel 2019 non riesco a vedere uno show WWE retto dalla figura di Randy Orton come campione. Certo, la varietà presente nel roster blu non è eccellente e si incontrano diverse difficoltà per trovare il nome del “dopo-Kofi”, ma sento che non è ancora arrivato il momento di cambiare campione.

Penso che il match sarà molto buono, specialmente se i due giocheranno sulla storia che hanno raccontato fino ad ora.
Vincitore e ancora campione: Kofi Kingston

Universal Championship: Brock Lesnar vs Seth Rollins:
Per questo SummerSlam la WWE decide di fare un passo indietro e di ripetere uno dei match di punta della scorsa WrestleMania.

Questa volta, però, l’incontro sarà nel main event e sarà un match vero e proprio, con un finale decisivo ed incisivo. C’è solo un problema: Seth Rollins. The Architect ha avuto un regno titolato tutto meno che positivo: è stato coinvolto in storyline ai limiti della noia, ha perso momentum, ha perso appeal, molti fan hanno smesso di seguirlo.

Non che sia colpa sua ma il suo regno titolato ha lanciato un messaggio ed è quello che Seth Rollins non può essere il volto della compagnia. Questo mi spaventa perché conosciamo tutti la WWE e temo che una decisione dell’ultima ora permetta a Brock Lesnar di mantenere la cintura, che è sempre una sicurezza se si parla di business, continuando un nuovo ed interminabile regno del terrore.

Infatti il finale da favola con Rollins che finalmente sconfigge The Beast potrebbe non essere ben accettato da tutti. Però l’ultimo episodio di Raw mi ha fatto ricredere e mi ha fatto capire che la direzione sia ancora quella, perciò credo in un cambio di titolo.

Inoltre, secondo i miei altri pronostici, questo sarebbe l’unico passaggio di cintura che avverrebbe questa domenica notte. Ho solo paura degli stravolgimenti dell’ultimo minuto di Vince, che sono molto frequenti…
Vincitore e nuovo campione: Seth Rollins

SummerSlam 2019 si appresta ad essere un banco di prova per la WWE: sulla carta i match sono tutti buoni, costruiti abbastanza bene e non sono molti, che vuol dire che ciascuno può avere un minutaggio vantaggioso senza esagerare con la durata complessiva del PPV.

Questo è un problema al quale la federazione ha sicuramente pensato nell’ultima settimana, andando a mettere in scena negli show settimanali alcuni incontri che avrebbero potuto avere luogo nel PPV, come il match per i titoli di coppia femminili e Aleister Black vs Sami Zayn.

Lo show vedrà anche l’assenza di diverse star di discreta importanza e delle divisioni di coppia, ma questi sacrifici sono necessari se non si vuole creare una card infinita e ricca di match a più persone ma con qualità scadente.

Sono, dunque, molto fiducioso per questo SummerSlam, che ha un’aria molto fresca e rinnovata e che ospiterà alcuni match che aspetto con ansia, ovvero il debutto del nuovo Bray Wyatt e Trish Stratus vs Charlotte Flair.

Con questo è tutto; vi ricordo di farmi se siete d’accordo con i miei pronostici e le mie considerazioni nella sezione dei commenti qui sotto. Auguro a tutti voi un buon weekend di SummerSlam!