The Worst For Business: WWE al cinema in Italia, c'è odore di buffonata


by   |  LETTURE 1379
The Worst For Business: WWE al cinema in Italia, c'è odore di buffonata

Buongiorno e benvenuti a questo nuovo numero di TW4B, la rubrica a cura di SimoneSian, che si prende la briga di mettere a confronto i pareri del pubblico con ciò che la WWE si ostina a proporci.
Oggi però non parleremo di wrestling, o almeno non solo.

Come sappiamo la federazione di Stamford ha spesso tentato di lanciarsi anche nel Mondo del cinema. In fondo il wrestling comprende anche un minimo di recitazione, molti atleti hanno tentato di entrare nei megaschermi ed alcuni ci sono anche riusciti.

In primis non possiamo non citare Hulk Hogan che affrontò Rocky nel terzo capitolo della leggendaria saga e Dwayne “The Rock” Johnson che ormai è praticamente ovunque, ma anche Batista è ora molto conosciuto sul grande schermo grazie al suo ruolo dell’enorme e fin troppo letterale Drax in “Guardiani della Galassia”.

La federazione di wrestling ha anche una personale casa di produzione, i “WWE Studios”, che han lanciato pellicole principalmente comiche o d’azione come “Il re Scorpione” e la serie di “The Marine”.

Nel 2008 Mickey Rourke ha invece portato il Mondo del wrestling al cinema in un modo diverso, interpretando in “The wrestler” un anziano ex lottatore ormai in pensione richiamato sul ring per recuperare soldi e popolarità, in un film drammatico per cui è stato addirittura candidato agli Oscar.

Ora invece tutti siamo in attesa di “Hobbs & Shaw”, spin-off di “Fast and Furious” che vedrà Roman Reigns affiancare il protagonista The Rock, mentre nel prossimo numero della serie di film d’azione per eccellenza vedremo entrare nel cast John Cena.

Ma perché questo lungo excursus cinematografico? Per parlare di un film di cui in Italia si è parlato poco e, forse, per fortuna. Quando scoprii che proprio The Rock avrebbe interpretato sé stesso in un film basato sulla vita di Paige, lottatrice con un carattere difficile e con un passato probabilmente intenso e complicato, in un film prodotto dai WWE Studios ed intitolato “Fighting with my family” ho sperato veramente in un successo mondiale.

Un cast hollywoodiano, una storia che poteva risultare interessante se ben approfondita, dopo il capolavoro che fu il già citato “The wrestler” finalmente in sala un film sullo sport entertainment con all’interno qualcuno che di questo Mondo ne fa davvero parte.

Forse, finalmente, il wrestling in Italia sarebbe tornato a splendere.
Poi arrivarono le prime informazioni e si riveló essere...UNA COMMEDIA! Una commedia? Già le mie speranze iniziarono a calare, ma una bella commedia americana avrebbe comunque potuto essere decente, quindi continuai a sperare in un disastro non completo.

Non ero sicuro che comunque sarebbe arrivata anche in Italia, ma ben presto questo fu confermato. Mi aspettavo una storia drammatica e strappalacrime con droga e drammi familiari, come suggeriva il titolo che letteralmente andrebbe tradotto “Combattendo con la mia famiglia”, e mi spunta una commedia intitolata in Italia..”.

UNA FAMIGLIA AL TAPPETO”. E va bene, accettiamo anche questo e speriamo che non si riveli una specie di “2 single a nozze” o quelle cose lì. Jake “The Snake” Roberts verrà interpretato da Vince Vaughn.

Ecco, appunto. Dopo un po’ di tempo esce il trailer, che inizia con un omone che insegna a suo figlio come dovrebbe fare per soffocare sua sorella. Tra frasi scontate, gente che si picchia a caso, brutte battute, The Rock più ignorante che mai (e non era facile) e finisce con Dwayne che urla al telefono, per convincere il padre di Paige di essere il famoso lottatore, “Non senti il profuuumo di quello che The Rock sta cucinando?”.

Il padre risponde “Sì, e io sono Vin Diesel” e stacca:



Il film potrebbe essere una cavolata o una commedia decente e lo so che non posso basare tutto su un trailer o, ancora meno, su una sola frase, ma molte cose già si capiscono.

La prima cosa che mi viene di chiedermi è: qualcuno del team di traduzione italiana capisce qualcosa di wrestling? Mi cambi il titolo per renderlo ridicolo e poi, di una catchphrase storica che dovrebbe significare molto, fai la traduzione letterale? Poteva starci una frase più “da duro” oppure un significato meno letterale come “Non puoi immaginare cos’abbia in mente The Rock oggi”, almeno.

No, Rocky ci tiene a farci notare che non sappiamo cosa cucinerà e basta. O almeno chi non ha mai seguito il wrestling capirà solo quello e, sicuramente, non riderà. Diciamo che le mie speranze sono alte, forse prima o poi lo vedrò, ma le aspettative si sono abbassate molto e ho la strana impressione che non aiuterà il ritorno del wrestling al top in Italia.

E voi cosa ne pensate? Il film è già nei cinema italiani dal primo agosto, l’avete visto? O non eravate nemmeno a conoscenza della sua esistenza, dato che è stato pubblicizzato pochissimo? Fatemi sapere. Un saluto, dal vostro SimoneSian.