WWE BACKLASH 2016; La Review.

by Gai Dillinger Maito
SHARE
WWE BACKLASH 2016; La Review.

Bentrovati a tutti voi, carissimi appassionati. Mi son fermato un pochino a causa delle ferie estive, ma ora è tempo di ripresa in occasione del primo PPV monobrand dell'anno. Cominciamo subito; BECKY LINCH SCONFIGGE NIKKI BELLA, ALEXA BLISS, CARMELLA, NATALYA E NAOMI IN UN ELIMINATION 6-PACK CHALLENGE CONQUISTANDO LO SMACKDOWN WOMEN'S TITLE; Come opener niente male davvero, abbiamo avuto alcune ragazze chiaramente in prima linea (le più competenti sul quadrato) a spadroneggiare nell'incontro.

Solo non ho compreso il tempo eccessivo speso nella prima parte, ed in seguito alla prima eliminazione sono state nettamente affrettate le cose, ma può starci tranquillamente se parliamo di qualità del match.

Come detto bella azione sul ring, con Naomi in prima linea tra Springboard, Blockbuster e addirittura una Cattle Mutilation che ho apprezzato molto. Scelte di booking che personalmente non ho condiviso, come ad esempio la Bliss come prima eliminazione, Naomi immediatamente a seguire, e la scelta della vincitrice, che avrei visto nella stessa Alexa o Natalya come campionessa inaugurale, però Becky piace molto ai fan, quindi non mi va di lamentarmi troppo.

VOTO; 6,5. GLI USO'S SCONFIGGONO GLI HYPE BROS NELLA SEMIFINALE DI TORNEO PER GLI SMACKDOWN TAG TEAM TITLES; Semifinale senza infamia nè lode, bene o male si sono viste buone ed oneste cose sul quadrato. Personalmente mi sarei aspettato che il torneo lo vincessero gli Uso's freschi di turn (e di conseguente boccata d'aria per loro), ma il fatto che a vincere il torneo sia stato un team face (in un certo modo, dato che per i fan il team vincitore è tra le fila dei face) lascia prevedere una cosa che esporrò tra poco.

VOTO; 6 THE MIZ SCONFIGGE DOLPH ZIGGLER CONSERVANDO L'INTERCONTINENTAL TITLE; Avversario di transizione per The Miz (il ritorno del draft ha penalizzato anche creativamente, ricordiamolo) ma buonissimo wrestling anche quì, loro due si conoscono da tempo ed hanno avuto un combattimento molto sofferto incentrato principalmente sulla tecnica (mat-w.

e non) oltre che come già detto, sul wrestling vero e proprio. E' stato sicuramente un incontro singolare che si è distinto nella serata (povera di qualità per essere un evento a pagamento, va detto) e forse anche l'incontro del PPV.

Mike ha sfoderato parecchie tecniche sopite nel suo arenale, mentre Dolph continua a confermare la buona prestazione che ha sempre dato, ma per il primo è anche merito del booking che vede protagonista Mizanin, ed a mio avviso stanno perfettamente centrando la serratura in cui infilare la chiave.

Una delle storyline principali di SmackDown Live, che potrebbe portare (almeno a mio avviso) a qualche nuovo innesto da NXT nel brand azzurro. Buon match e buon booking prima, durante e dopo il match, bene così! VOTO; 7+ KANE SCONFIGGE BRAY WYATT IN UN NO HOLDS BARRED MATCH; Angle per giustificare l'impossibilità di Randy di tornare in attività, ed in contemporanea per portare comunque avanti la faida.

Dubito che serva a rilanciare Bray Wyatt, ormai da anni utilizzato esattamente in questo modo ed ormai il team creativo ed i fan ci hanno fatto il callo. Io dico che servirà a rilanciare un Orton per loro bisognoso quanto lui, e sinceramente credo sarà così.

VOTO; 6 HEATH SLATER E RHYNO SCONFIGGONO GLI USO'S NELLA FINALE DI TORNEO CONQUISTANDO GLI SMACKDOWN TAG TEAM TITLES; Anche questo match è stato pienamente sufficiente e per come gli altri match, si sarebbe dovuto fare di più visto che è un PPV monobrand che ha ubito "l'handicap" a causa del Draft come ripetuto, e se poi dobbiamo anche tralasciare il fatto che si trattasse anche della finale di un torneo.

Gli Uso''s han perso ma avranno modo di rifarsi grazie al turn heel, ma diciamo che basta il nome di Heath Slater per risultare contenti dei vincitori. Riguardo ciò a cui accennavo prima, parlavo evidentemente del rientrante Curt Hawkins (ritorno che ha reso non poco felice il sottoscritto, da tempo grande estimatore della gimmick e della presenza scenica del Principe del Queens), ma devo anche dirvi che, perdonatemi se apro questa digressione su di lui, non è mai risultato eccellente ed idoneo per lo spot principale, o almeno la WWE non lo ha mai visto tale.

E mi vien da chiedere, potrebbe essere questa la prima tappa del suo ritorno in WWE, ovvero riconquistare un titolo minore e quale meglio dei titoli di coppia detenuti da dei campioni face che non dureranno neanche tanto come tali? VOTO; 6- AJ STYLES SCONFIGGE DEAN AMBROSE CONQUISTANDO IL WWE WORLD CHAMPION; Devo confessarvi che, da grande estimatore di Styles (è stato in TNA che ho cominciato ad amarlo e l'ho amato maggiormente), questa faida è stata portata avanti sufficientemente da entrambi i lottatori che comunque han fatto un bel lavoro durante i weeklies, ma la menzione d'onore deve prendersela AJ, dato che il turn heel lo ha reso protagonista chiarissimo nel dopo Payback ed attualmente a SmackDown Live.

Mi rende molto felice pensare che un face amatissimo come lui renda bene ed abbia reso bene anche da heel, più in NJPW ed in WWE che in quel breve tempo in TNA. Ha ricevuto la santificazione che lui avrebbe dovuto ricevere di diritto, colui che era ed è il pro wrestling insieme ad un altro vero e proprio Re della disciplina quale Kurt Angle (e non smetterò mai di segnalarvi i match che loro due hanno avuto, mai).

Immenso AJ Styles ed immensa la sua carriera. Riguardo al match è stato buono sì, ma si sarebbe dovuto fare di più essendo un evento a pagamento seppur di transizione, e non mi sento neanche di sare la colpa al Draft.

Voto non eccelso per il contenuto, più che per il risultato, giustamente. VOTO; 7- VOTO PPV; 6+. Risultati a parte, questo PPV resta sufficiente quando si sarebbe dovuto fare ancora meglio. Lasciando da parte i terremotati che giudicheranno questo evento come eccelso proprio per i risultati (toglietevi il prosciutto dagli occhi, diamine), questo PPV è proprio della stessa qualità di una puntata settimanale dello show blu.

E forse ho il timore che anche il prossimo No Mercy sarà così, non parlando poi del prossimo Clash of Champions della controparte. Bene regà, la recensione è terminata ed io a meno di imprevisti vi do appuntamento sempre su queste pagine per la review di Clash of Champions. Ciao!

SHARE