AEW Rampage 12/04/2024 Report - Un cavaliere senza armatura

Orange Cassidy raccoglie i pezzi della sua amicizia finita con Trent Beretta, Julia Hart difende il titolo a finalmente Angelo Parker si scontra con Zak Knight

by Rachele Gagliardi
SHARE
AEW Rampage 12/04/2024 Report - Un cavaliere senza armatura
© AEW X/Fair Use

Benvenuti in un altro racconto di AEW Rampage, io sono Rachele Gagliardi e oggi mi occuperò di portarvi alla scoperta di tutto quello che è accaduto durante l'ultima puntata dello show del venerdì sera targato AEW. Iniziamo!

  • Alex Reynolds (w/ John Silver) vs Orange Cassidy

I due del Dark Order iniziano male abbracciandosi di fronte a Cassidy recentemente tradito dal suo amico Trent Beretta, e così lui butta Silver fuori dal ring per poi scagliarsi con una DDT su Reynolds. Ma non finisce qui, perché si lancia sui due andando poi a sbattere uno contro i gradoni e uno contro le barricate fuori dal ring.

Una volta tornati dentro, Reynolds evita un Orange Punch e connette con una gomitata prima di lasciare Cassidy in pasto a Silver che lo colpisce con una Brain Buster mentre l’arbitro non sta guardando. Dopo un po’ di avanti e indietro, e qualche scorrettezza ancora del DO, a vincere è Orange Cassidy che connette con il suo Orange Punch seguito da uno schienamento. 

Dopo il match, Trent Beretta interrompe un’intervista di Renee Paquette a Orange Cassidy, ma Chuck Taylor arriva a sua volta per avere un confronto con Trent dopo ciò che ha fatto.

Anna Jay viene intervistata da Alex Marvez, con la wrestler che si lamenta che ormai qui tutto non si basa più sul professional wrestling, ma è tutto un casino di amicizia, champagne e baci, criticando Toni Storm, Mariah May e Mina Shirakawa. A darle sostegno arriva AZM dicendo che proprio quelle tre sono stupide e che si vedrà con Toni Storm a Collision.

  • TBS Championship - Open House Rules Match: TBS Champion Julia Hart vs “Legit” Leyla Hirsch

Julia parte subito con il dominare il match per diversi minuti e quando Leyla si riprende tenta con tutte le sue forze di atterrarla, con la campionessa che sembra abbastanza dolorante. Purtroppo però, alla fine è Julia Hart a vincere con un roll-up mantenendo la cintura.

Don Callis, Kyle Fletcher e Powerhouse Hobbs fanno un promo nel backstage, dove Callis promette che Hobbs e Fletcher sfiancheranno Bryan Danielson a Collision.

  • Zak Knight (w/ Saraya & Harley Cameron) vs Angelo Parker

I due non aspettano neanche un secondo perché Angelo attacca subito Zak durante la sua entrata, ma per fortuna il ragazzo ha dalla sua parte Saraya e Harley che gli fanno guadagnare terreno. I due finiscono poi nella zona del tavolo di commento con Zak che sbatte la testa del suo avversario lì sopra facendolo sanguinare. Una volta sul ring, l’inglese domina la contesa finché il canadese non prende un attimo di respiro facendo una Brain Buster, andando a segno poi con una serie di mosse che gli fanno sentire la vittoria in tasca, ma purtroppo Saraya e Harley si mettono nuovamente in mezzo cercando di distrarre l’arbitro che le sbatte fuori mandandole nel backstage, ma questo lo distrae abbastanza da non accorgersi di un colpo basso di Zak su Angelo che gli permette qualche istante dopo di avere la meglio e vincere su Angelo.

Kyle O'Reilly parla con Rocky Romero dietro le quinte, dicendogli che vuole un incontro contro di lui appena disponibile e lui accetta la sfida. E poi arriva Roderick Strong a parlare con il suo amico.

  • Jay White (w/ Colten Gunn & Austin Gunn) sconfigge Matt Sydal 

Ad iniziare con il piede giusto è Matt Sydal che subito mette in difficoltà il suo avversario dentro e fuori dal ring, ma Jay White subito si mette in mostra fingendo di essersi infortunato per far distrarre l’arbitro e far attaccare Sydal dai fratelli Gunn fuori dal ring. I due fanno un po’ di tira e molla, c’è qualche tentativo di schienamento e alla fine arriva la Blade Runner vincente.

Si conclude qui anche questo racconto dell'ultima puntata di Rampage. Con la speranza che a voi sia piaciuta la puntata e questo report, vi auguro una buona giornata e noi ci vediamo al prossimo racconto targato AEW.

SHARE