AEW Dynamite 27/03/2024 Report (2/3) - Qual è il vero obiettivo?

Julia Hart scopre la sua avversaria per Dynasty, ma sembra avere altri interessi

by Cristina Cerutti
SHARE
AEW Dynamite 27/03/2024 Report (2/3) - Qual è il vero obiettivo?
© Youtube AEW/Fair Use

  • AEW World Tag Team Championship Tournament: The Young Bucks vs. Private Party
Mentre le due compagini prendono posto sul ring (e dopo che gli Young Bucks hanno consigliato a Renee Paquette di sorridere di più durante una breve intervista backstage) vediamo scendere Kazuchika Okada da un'auto di lusso con la cintura di AEW Continental Champion sulla spalla.

Il match intanto prende il via con i Private Party che provano a cogliere di sorpresa Matthew e Nicholas Jackson, che ancora serbano rancore per una sconfitta rimediata parecchio tempo fa, con un siparietto alquanto divertente ed un'azione che porta ad un improvviso tentativo di schienamento che sfuma sul conto di due.

Altro attacco dei Private Party che inizia con un doppio Superkick che spedisce gli Young Bucks fuori dal ring e culmina con un Suicide Dive di Kassidy e Quen sugli avversari. Matthew Jackson lancia Marq Quen al di là della barricata, tenta poi la stessa cosa con Isiah Kassidy ma quest'ultimo utilizza il suo tag partner come punto d'appoggio per ritornare su Matthew ed atterrarlo con un Tornado DDT.

Ma Nicholas Jackson riesce ad imbastire un contrattacco prima colpendo Marq Quer con un calcio al volto, poi mettendosi in piedi sulla barricata con Isiah Kassidy sul quale esegue un Super Falcon Arrow. I Bucks sembrano cercare una vittoria per count out, non riuscendo ad ottenerla riprendono con le manovre convenzionali e proseguono nel loro assalto con una Bodyslam di Matthew su Quen seguita da una Senton di Nicholas sullo stesso.

I fratelli Jackson hanno il controllo della contesa e lo mantengono servendosi di rapidi cambi. Ma non hanno fatto i conti con la resistenza dei Private Party e soprattutto di Kassidy, che spinge giù Nicholas durante un'azione combinata dei Bucks e consolida con un Cutter sopra la corda che precede una sequenza di Pump Kick su Nicholas, Enziguiri su Matthew e Asai Moonsault sempre su Nicholas.

Kassidy prova lo schienamento, ma l'arbitro si deve fermare al due. Matthew Jackson tenta la reazione sventando una Twist of Fate mentre dall'esterno Nicholas fa uno sgambetto a Kassidy, concludendo con il Doomsday Sliced Bread sempre su Kassidy ma Quen interrompe il tentativo di schienamento sul conto di due.

Dopo questa intromissione Quen trascina il suo partner al loro angolo ed ottiene il cambio, ma i Bucks riescono ad avere facilmente ragione su di lui con un paio di German Suplex per preparare il TK Driver, ma Quen riesce a far sfumare l'iniziativa.

Gin & Juice outta nowhere da parte dei Private Party seguito da un More Bang for your Buck, e Nicholas riesce appena in tempo ad intervenire per impedire il conto di tre. Gli Young Bucks danno pesanti segni di frustrazione, tant'è che Nicholas afferra il gong e cerca di farne un'arma con cui mettere definitivamente ko gli avversari.

L'arbitro però lo intercetta e glielo strappa di mano, ma questa distrazione dell'arbitro permette a Matthew di andare a segno con una scorrettezza su Kassidy. Quen però non è da meno, riesce ad entrare in possesso del gong e lo utilizza per colpire Matthew alle spalle.

Kassidy tenta lo schienamento, ma Matthew Jackson estrae il coniglio dal cilindro e mette un piede sulla corda per interrompere il conteggio. Quen sbaglia il 630 Splash cadendo malamente, e questo fa sì che i Bucks vadano a segno con un EVP Trigger (un po' pasticciato a dire la verità) che permette ai fratelli Jackson di vincere il match ed avanzare alla prossima fase del torneo.

Ci spostiamo nel backstage dove abbiamo una questione in sospeso da sette giorni. Tanto è passato da quando Chris Jericho ha detto a Hook di avere una proposta per lui, ed oggi è il momento di conoscere questa proposta.

Ma non subito, perché prima Jericho tesse le lodi di Hook riconoscendo in lui un gran potenziale e si mette a sua disposizione con aiuti e consigli, se Hook vuole. Il giovane campione FTW esprime un certo entusiasmo per questa proposta, si tratta pur sempre di un veterano del ring come Chris Jericho e se uno come lui si mette a disposizione solo un pazzo rifiuterebbe di apprendere tutto il possibile da uno con la sua esperienza.

I due si stringono la mano, e da questo nasce il duo LionHook.

  • TBS Women's Championship Eliminator: Willow Nightingale vs. Kris Statlander vs. Anna Jay vs. Skye Blue
Prima ancora che sul ring, la vera attrazione è destinata al tavolo di commento!

La CEO Mercedes Moné seguirà da vicino il prossimo incontro sancito per determinare colei che sfiderà Julia Hart per il titolo TBS. Inutile dire che la CEO ha anche alcuni interessi personali in questo match, quindi sarà interessante vedere se e come verrà coinvolta sia in questo incontro che eventualmente al match valido per il titolo.

Incontro che si presenta da subito molto agguerrito ed entra nel vivo con uno Spinning Kick di Anna Jay che spedisce Skye Blue a terra su Kris Statlander. Blue reagisce con un DDT su Willow Nightingale che non incassa e anzi si porta in attacco su Anna Jay con uno Sliding Lariat che le vale un primo conto di due.

La contesa, o parte di essa, si sposta all'esterno del ring con Skye Blue che trascina fuori Kris Statlander, e alla spicciolata arrivano fuori anche Willow Nightingale e Anna Jay ma è Skye Blue a farla da padrona atterrando tutte e tre le avversarie prima di riportare l'azione sul quadrato.

Le quattro si ritrovano ancora al centro del ring dando vita alla più classica delle scazzottate interrotta da un Kick di Kris Statlander su Anna Jay seguito da un Michinoku Driver prima che un Suplex di Anna Jay la stenda al tappeto per un tentativo di schienamento che Willow Nightingale interrompe con una Senton.

Interviene anche Skye Blue con un Super Kick seguito dalla Code Blue, ma nulla di fatto. Si continua con Statlander che esegue una Lungblower Powerbomb che non riesce a trovare seguito per l'intervento di Anna Jay che stende Statlander e Blue con un Ushigatoshi, dopodiché Willow Nightingale chiude la sequenza con uno Shotgun Dropkick su Anna Jay ritrovandosi poi faccia a faccia con Kris Statlander.

Skye Blue spinge Willow Nightingale contro Kris Statlander, e Nightingale reagisce con un Death Valley Driver sull'apron ai danni della stessa Skye Blue. Anna Jay tenta il colpo gobbo e fa rotolare la Statlander sul ring, ma ottiene solo un conto di due e infierisce poi su di lei con un Big Boot che la fa finire fuori dal ring, ma si trova in balia di Willow Nightingale che va a segno con una Powerbomb e stacca il ticket per affrontare la campionessa TBS a Dynasty, dalla quale subisce anche un attacco con la cintura dopo la chiusura del match.

Ma Julia Hart sembra non preoccuparsi più di tanto della sua prossima avversaria, ma pare che le sue attenzioni vadano altrove... E precisamente a Mercedes Moné, alla quale mostra la cintura come se fosse una sorta di simbolo di invulnerabilità.

Prima che il prossimo match inizi c'è tempo per un segmento backstage in cui Renee Paquette è in compagnia di “The Natural” Dustin Rhodes che ha iniziato questo 2024 col botto perché su quattro match disputati ne ha vinti ben tre.

Elogia il talento dei membri del roster AEW e dice che nulla è cambiato, in lui vive sempre la stessa passione per il Wrestling e anzi ne ha più di quanta ne abbia mai avuta. Ragion per cui si presenta The Butcher e lo sfida ad un incontro per venerdì a Rampage.

PARTE UNO PARTE TRE

Aew Dynamite
SHARE