AEW Dynamite 27/03/2024 Report (1/3) - Un capolavoro lungo sette anni

Tanto è passato dal primo incontro tra Ospreay e Shibata, e il risultato è stato glorioso

by Cristina Cerutti
SHARE
AEW Dynamite 27/03/2024 Report (1/3) - Un capolavoro lungo sette anni
© Youtube AEW/Fair Use

È giovedì, e sapete che cosa significa... Significa AEW Dynamite! Continua il tour canadese della All Elite Wrestling e questa settimana siamo al Videotron Centre di Quebec City, Quebec, e il calendario ci ricorda che mancano 25 giorni al prossimo appuntamento in ppv, Dynasty.
Le due ore di questa sera prevedono incroci molto interessanti, anche in vista del ppv: Will Ospreay, che a Dynasty sarà impegnato contro Bryan Danielson, affronterà Katsuyori Shibata, Swerve Strickland prosegue la sua caccia al titolo massimo incrociando il suo cammino con quello di Konosuke Takeshita, si proseguirà con il Tag Team Tournament e Mercedes Moné sarà ospite speciale al tavolo di commento al TBS Women's Title Eliminator.

  • Will Ospreay vs. Katsuyori Shibata
Scelta quantomeno curiosa quella di inserire questo incontro come opener della serata. Visti i nomi coinvolti ci si poteva aspettare di arrivare almeno nella seconda ora per assistere a questo incontro tra due veri e propri pezzi da novanta del ring.

Mentre il leggendario wrestler del Sol Levante prende posto sul quadrato, dopo Will Ospreay, viene proiettato un video con i momenti salienti del primo match tra questi due atleti, avvenuto ben sette anni fa e vinto proprio da Shibata.

Le aspettative sono molto alte per questo incontro, che inizia con una lenta ed appagante fase di studio composta da Clinch e prese a terra ad incarnare la quintessenza del Wrestling tecnico. Shibata tenta il Kick con cui sette anni prima si è aggiudicato la prima vittoria contro l'Aerial Assassin, ma Ospreay lo intercetta e raccoglie l'ovazione del pubblico per poi contrattaccare con un Dropkick al centro del ring.

Shibata cerca rifugio fuori dal ring, ma Ospreay lo raggiunge con uno Splash oltre la terza corda e lo riporta sul quadrato dove Shibata gioca di velocità e sorprende il Bruv con un Big Boot prima che riesca a rientrare.

Si resta dunque fuori dal ring a lottare, dove Shibata atterra Ospreay con un Suplex ed infierisce con un poderoso calcio alla schiena. Il giapponese si siede al centro del ring mentre l'arbitro si assicura delle condizioni di Will Ospreay, che viene riportato nel ring da Shibata che inizia un lavoro di fino sugli arti inferiori, al quale l'Aerial Assassin resiste e contrattacca a suon di Chop prima di subire un Belly to Back Suplex.Shibata va in Figure Four, ma incontra ancora la resistenza dell'avversario che tenta più volte di rovesciarla prima di aggrapparsi ad una delle corde per liberarsi.

Shibata quasi schernisce l'avversario con una serie di calci per nulla incisivi, fino a scatenare la reazione di Ospreay. Si va ancora una volta a bordo ring, dove Shibata ha ancora una volta la meglio all'inizio, ma Ospreay rovescia l'azione scavalcando in corsa la barricata e in ritorno si abbatte su Shibata con un colpo d'avambraccio in Springboard per tornare sul ring, dove tenta il primo schienamento che si conclude al due.

Shibata resiste stoicamente ai colpi di Ospreay andando muso a muso con lui come ad incitarlo ad impegnarsi di più, e da questo nasce un altro scambio di lanci all'angolo in attacco e contrattacco dove un Low Dropkick di Shibata stabilisce il suo vantaggio.

Double Underhook Suplex su Ospreay, mentre entrambi iniziano a mostrare i segni della fatica e ricominciano con uno scambio di Abdominal Stretch a centro ring per poi passare a uno scambio di Snap German Suplex. Scusate se mi sto dilungando oltremisura, ma questo match merita ogni parola spesa e anche di più: nei 15 minuti finora trascorsi non abbiamo visto altro che bel Wrestling, anzi spettacolare nella sua forma più pura e più tecnica.

Il pubblico evidentemente apprezza, e lasciatemi dire che non potrebbe essere altrimenti. Shibata intrappola Ospreay in una Sleeper Hold, da lì il britannico imbastisce un assalto molto più incisivo che culmina con un Os-Cutter seguito da un Tiger Driver e un Elbow Smash alla tempia che sancisce la vittoria di questo meraviglioso opener da parte di Will Ospreay.

Ad incontro ultimato i due si inginocchiano al centro del ring e si inchinano fino a poggiare la testa sul tappeto e si abbracciano per mostrarsi reciproco rispetto e ammirazione. Non posso che ribadire il mio concetto iniziale: un match come questo messo come opener è un po' uno spreco.

PARTE DUE PARTE TRE

Aew Dynamite
SHARE