AEW Dynamite 14/02/2024 Report (1/3) - Con-Chair-To di San Valentino

Christian Cage interrompe il match per infierire sul suo vecchio rivale Adam Copeland

by Cristina Cerutti
SHARE
AEW Dynamite 14/02/2024 Report (1/3) - Con-Chair-To di San Valentino
© Youtube AEW/Fair Use

Il H-E-B Center di Cedar Park, Texas, ospita l'odierna puntata di AEW Dynamite! È San Valentino, ma in All Elite Wrestling non c'è spazio per tenerezza ed effusioni (a meno che non siano tra Johnny TV e Taya Valkyrie), proprio per questa ragione è stato stipulato un Valentine's Day Texas Death Match tra Orange Cassidy e Matt Taven, vedremo gli Young Bucks impegnati contro i Top Flight, ascolteremo Samoa Joe, Swerve Strickland e “Hangman” Adam Page in vista del loro match a Revolution e molto altro.

Senza troppi indugi, iniziamo subito!

  • Jon Moxley vs. Dax Harwood
L'incontro inizia con una partita di acchiapparella alla quale, a turno, entrambi si sottraggono scambiandosi scortesie e combattendo più con le dita medie che con le botte.

I due mi costringono anche a rimangiarmi quanto detto prima, ovvero che “non c'è spazio per tenerezza ed effusioni”, dal momento che in un rutilante “ho visto lei che bacia lui che bacia lei che bacia me” prima che il match inizi veramente Mox stampa un bacio sul baffo malandrino di Dax Harwood e dopo un'attenta riflessione il rappresentante degli FTR ricambia la cortesia.
Si inizia finalmente a vedere qualche colpo più serio, almeno fino a che Moxley non morde la testa di Dax Harwood.

Riprende lo scambio di Chop, Mox prova ad alzare l'asticella ma Harwood riesce a sottrarsi al tentativo di Bulldog Choke.
L'azione entra ed esce dal ring per un paio di volte, al ritorno dalla pausa pubblicitaria vediamo Mox iniziare a lavorare in modo più incisivo su Dax Harwood che però risponde per le rime caricando l'avversario per un Piledriver.

Moxley però ne viene fuori e colpisce a sua volta con un Piledriver preceduto da uno Stomp ma il tentativo di schienamento non va a buon fine. Moxley ha comunque il match in mano, e con una Bulldog Choke si aggiudica la vittoria per sottomissione.

Nel backstage troviamo Renee Paquette insieme a Konosuke Takeshita, Powerhouse Hobbs e Don Callis. È proprio Callis a spiegare che non si riesce a trovare un avversario che sia all'altezza di Takeshita, che a detta sua in questo periodo è “troppo dominante”.

Ma Takeshita DEVE essere a Revolution, e per questo ha trovato lui la soluzione migliore e l'avversario sarà Will Ospreay.

  • Wardlow vs. Barrett Brown
Il match è talmente breve da non avere nulla da raccontare, si impiega più tempo a notare la presenza silente di Adam Cole al tavolo di commento.

Non dice una parola per tutto il (poco) tempo che rimane lì e che Wardlow impiega a chiudere lo squash contro l'atleta avversario, e si congeda con un “Piacere di parlare con voi”.

  • Adam Copeland vs. Daniel Garcia
Garcia si candida ufficialmente ad erede di Prince Nana scatenando la folla al ritmo del suo balletto mentre si dirige al ring, dove inizia subito un botta e risposta con il canadese.

La posta in gioco è interessante, un match contro Christian Cage con in palio il TNT Championship, ed è proprio questo a spingere fuori dal backstage Killswitch e Nick Wayne che fanno naufragare il match ancora prima che decolli.
Matt Menard, che era seduto al tavolo di commento, interviene per cercare di aiutare ma finisce per essere malmenato anche lui.

Copeland si munisce di sedia e rientra nel quadrato con in mano una sedia d'acciaio, fa per colpire ma sbuca Shayna Wayne alle sue spalle e agevola Christian per il Con-Chair-To che lascia Adam Copeland inerme a terra. PARTE DUE PARTE TRE

Aew Dynamite Christian
SHARE