AEW Rampage 13/01/2023 Report - Destination blood and pain

Mentre alcuni gruppi rimangono uniti, altri hanno qualche problema di fiducia e intanto il sangue scorre a fiumi tra le ragazze che si affrontano in uno Street Fight Match

by Rachele Gagliardi
SHARE
AEW Rampage 13/01/2023 Report - Destination blood and pain

Benvenuti in un altro racconto di AEW Rampage, io sono Rachele Gagliardi e oggi mi occuperò di portarvi alla scoperta di tutto quello che è accaduto durante l'ultima puntata dello show del venerdì sera targato AEW. Iniziamo!

  • AEW TNT Championship Match: Darby Allin (c) (w/ Sting) vs Juice Robinson

I due si attaccano subito dopo il suono della campanella bloccandosi tra il centro del ring e le corde, con Robinson che provoca anche un po’ il campione con alcune piccole azioni poco corrette. Il match procede abbastanza lento e anche il pubblico sembra silenzioso tranne quando è Robinson a dominare, infatti partono dei ‘boo’ assurdi. Alla fine Allin fa una Avalanche Scorpion Deathdrop prima di risalire sul paletto, fare la sua Coffin Drop e poi schienare l’avversario per mantenere il titolo. A festeggiare con lui esce anche Sting.

Powehouse Hobbs fa ancora un promo sul suo libro parlando di fenici e ceneri e minacciando come sempre qualcuno a caso nel roster.

  • Una nuova stella (forbice) nella Hollywood Walk Of Fame

Piccola curiosità: Max Caster ha dovuto ricominciare il suo consueto rap perché si era impappinato, sui social trovate i video. 

Ma tornando a noi, “Daddy Ass" e gli Acclaimed, si fanno vedere sullo stage per avere la loro stella, che poi in realtà è il calco delle loro mani a forbice, nella Walk of Flame, chiedendo a tutti di alzare le loro forbici con le dita, per aiutarli a cementare, letteralmente, la loro eredità. Il problema però è che i Gunns (Colten Gunn & Austin Gunn) li interrompono dichiarando che gli Acclaimed sono popolari solo perché hanno rubato il loro papà, quindi se c’è qualcuno che merita quell’onore sono loro. Gunn gli dà ragione in modo falso, invitandoli a lasciare le loro impronte e quando i ragazzi si apprestano a farlo, GLI ACCLAIMED GLI ABBASSANO I PANTALONI E IL LORO PADRE LI SPINGE FACENDOGLI LASCIARE L’IMPRONTA DELLE LORO CHIAPPE!

Shane "Swerve" Strickland viene intervistato backstage con King & Quincy Combs, i figli del famoso rapper e imprenditore Diddy. Swerve promette che la Mogul Affiliates sarà la stable più violenta in AEW in questo 2023.

  • Eddie Kingston & Ortiz vs Kings of The Black Throne (Malakai Black & Brody King)

Già dall’entrata vediamo alcuni problemi tra Kingston e Ortiz dopo tutto quello che è accaduto nelle ultime settimane con la House Of Black che ha lanciato dei messaggi che hanno fatto pensare ai due che l’altro potrebbe averlo tradito. Intanto però partono Ortiz e Brody King subito con la rissa, prima che possano poi ritrovarsi sul ring i loro tag team partners, che ad un certo punto si siedono al centro del ring urlandosi varie cose. Al ritorno dal break, è Brody King, che nel frattempo si è preso il cambio, a dominare la contesa, ma Eddie Kingston non si arrende con Ortiz che cerca di motivarlo insieme al pubblico. Dopo qualche altro minuto di lottato, arriva sul ring Buddy Matthews con una sedia, Kingston lo ferma prendendogliela e sentendo qualcosa alle spalle si gira per colpire, pensando che sia Malakai Black, invece si ritrova davanti Julia Hart che urla spaventata e Ortiz si avvicina al suo amico rimproverandolo per averla quasi colpita; in quel momento però arriva Black, sferrà il suo calcio rotante colpendo Kingston, prima di buttare fuori Ortiz per lo schienamento vincente. Dopo il suono della campanella, fuori viene inquadrato Matthews che strozza l'ex Proud and Powerful che poi va a litigare con Kingston quando la stable si allontana.

Jade Cargill viene intervistata backstage insieme a Leila Grey e le due ci dicono che Red Velvet non fa più parte ufficialmente delle Baddies.

  • Tutti vogliono un premio

Renee Paquette intervista sul ring il vincitore del Golden Globe Paul Walter Hauser, con l’uomo che parla della sua passione per il wrestling. Ad interromperlo però arriva Danhausen dicendo che vuole il Golden Globe di Hauser perché se lo merita dopo essere diventato il wrestler che vende più merchandising di tutta la AEW. Purtroppo però arrivano Jay Lethal, Jeff Jarrett, Sonjay Dutt e Satnam Sing e parte la rissa in cui Jarrett spacca la chitarra in testa al povero Paul che li aveva roastati malissimo poco prima, prima che il gruppo possa rubare il Golden Globe minacciando di colpire Danhausen. MA ARRIVANO I BEST FRIENDS a cacciare i cattivi. 

Nuoooo ma come, niente intervista di Mark Henry?! Che tristezza. Vabbè io lo dico lo stesso eh:

IT’S TIIIIME FOR THE MAAAAAAIN EVENT!

  • Street Fight: TayJay (Tay Melo & Anna Jay AS) vs Ruby Soho & Willow Nightingale

Le TayJay stanno facendo la loro entrata quando da dietro arrivano Ruby e Willow che le colpiscono a sorpresa e poi inizia il match un po’ dentro e un po’ fuori dal ring, dove le wrestler usano tutti gli oggetti che hanno a disposizione per farsi del male. Ad un certo punto Ruby viene infilata in un bidone e Tay le si lancia sopra facendola sanguinare dalla fronte. Al ritorno dal break, sono ancora le TayJay a dominare la contesa ed ecco che arriva il braccialetto fatto di filo spinato per Anna Jay, che se lo infila lungo il braccio strozzando Willow, ma la ragazza riesce a metterla all’angolino dove Ruby si arrampica e la prende a pugni con una catena avvolta intorno alla mano. Clamorosa poco dopo la Powerbomb di Willow che manda tutte e tre dall’angolino al tappeto sopra un mucchio di sedie. La battaglia continua con il pubblico che si fa sentire ad ogni mossa E WILLOW VOLA GIÙ DALLO STAGE IN POWERBOMB SCHIANTANDO ANNA JAY AL SUOLO. Ma attenzione a Ruby e Tay sull’apron ring, PILEDRIVER SUL TAVOLO FUORI DAL RING DELLA SECONDA SULLA PRIMA. La brasiliana riporta sul ring l’ex Riott cercando di schienarla, ma non basta. Oh ma arrivano, Tay tira fuori le puntine, cerca di farle un altro Piledriver sopra quei piccoli demoni di metallo, ma niente, Ruby resiste mentre gronda di sangue, prende un po’ di puntine, le lancia in faccia alla sua avversaria, la sbatte all’angolino contro una sedia E POI DESTINATION UNKNOWN E SCHIENAMENTO! Ruby trema e a malapena si regge in piedi, ma ha ancora abbastanza forza per festeggiare insieme a Willow. 

Si conclude qui anche questo racconto dell'ultima puntata di Rampage, una puntata decisamente più sottotono rispetto a quella di Dynamite. Bello il main event, le ragazze si sono davvero spaccate, anche se forse come sempre il sangue in AEW viene usato troppo e spero che Ruby stia bene perché non sembrava tanto stabile a fine contesa. Con la speranza che a voi sia piaciuta la puntata e questo report, vi auguro una buona giornata e noi ci vediamo al prossimo racconto targato AEW e buon feste. Woooo!

SHARE