AEW Rampage 16/12/2022 Report - Non la puoi fare ai Best Friends

Vediamo insieme cos'è accaduto durante l'ultima puntata di AEW Rampage

by Rachele Gagliardi
SHARE
AEW Rampage 16/12/2022 Report - Non la puoi fare ai Best Friends

Benvenuti in un altro racconto di AEW Rampage, io sono Rachele Gagliardi e oggi mi occuperò di portarvi alla scoperta di tutto quello che è accaduto durante l'ultima puntata dello show del venerdì sera targato AEW. Iniziamo!

  • Jon Moxley vs Sammy Guevara (w/ Tay Melo)

Il match inizia subito con Sammy Guevara che attacca Jon Moxley mentre il pubblico urla “Sammy Sucks” e Daniel Garcia guarda il match dal backstage dato che Chris Jericho gli ha detto che d’ora in poi lo Spanish God sarà il suo mentore. I due continuano la dura battaglia dentro e fuori dal ring e ad un certo punto, VOMITO ANCHE L’ANIMA, Guevara strappa a morsi l’orecchino del suo rivale masticandolo, sputandolo e lanciandolo via mentre Mox sanguina e Tay Melo gli spalma pure la mano sull’orecchio prima di schiaffeggiarlo per poi baciare pure suo marito sporco di sangue. Madonna che schifo. Dopo altri minuti di lotta, Guevara si lancia fuori dal ring su Moxley che era sopra al tavolo a bordo ring, ma quando lo riporta dentro l’ex AEW Champion si riprende cercando di concludere la contesa. Alla fine a vincere per sottomissione è Jon Moxley. Grande Jericho, bel mentore che hai scelto per Garcia.

Dopo il match, Moxley prende in mano il microfono invitando Hangman Adam Page a salire sul ring e lui si presenta anche se Evil Uno cerca di fermarlo perché non ha il permesso dai medici di combattere, ma lui inizia a picchiarsi con Moxley, prima di colpire con la sua Lariat uno della security e alla fine i due vengono separati. 

Vediamo un filmato di Saraya che dice che terrà d’occhio il match tra Jamie Hayter e Hikaru Shida per il titolo perché lei vuole quella cintura e poi aggiunge che sta cercando la partner misteriosa per il suo match di coppia contro Jamie e Britt Baker. 

  • Il discorso degli FTR

Grazie a Dax che ci mostra le sue chiappette rotte, mentre Cash dice che odiano il fatto di aver deluso i fans che li hanno sempre supportati, ovviamente tutto questo a seguito della perdita dei titoli di coppia della ROH contro i Briscoes a Final Battle. Poi i due aggiungono che non saranno di certo i Gunns Boys a rovinare la loro eredità, dopo le cose accadute con loro ultimamente. Dax aggiunge che a Dynamite i due faranno il sedere ai Gunns, rendendo il match ufficiale.

Vediamo un filmato delle Baddies dove Red Velvet è stata beccata ad essere un po’ scocciata durante il loro ultimo match, quindi la Jade Cargill la riprende e ovviamente poi si rivolge a Bow Wow dicendogli che la prossima volta che si intrometterà nelle sue faccende, avrà notizie dal suo avvocato.

  • Britt Baker (w/ Jamie Hayter & Rebel) vs Skye Blue

Il match inizia decisamente bene con Skye Blue bella determinata, ma non dimentichiamoci che Britt Baker ha dalla sua il vantaggio numero con Jamie e Rebel, nonostante sia leggermente illegale. Al ritorno dal break la dottoressa sta dominando e si appresta già ad applicare la sua Lockjaw, ma viene prontamente fermata con anche un tentativo di Code Blue, che però va a vuoto, Stomp di Britt Baker e schieramento per la vittoria. Non felice però, applica la Lockjaw sulla ragazza che viene salvata da una Hikaru Shida armata di Kendo Stick che abbatte sia lei che Rebel, prima di andare faccia a faccia con la campionessa, che poi scappa. 

  • L’intervista a Preston Vance

Jim Ross gli dice che ha voltato le spalle alla sua famiglia, il Dark Order, e gli chiede come giustifica questo atto e lui risponde che è semplicemente superiore agli altri e ora la sua vera famiglia è LFI perché i membri vedono il suo vero potenziale come lo vedeva Brodie Lee, a differenza degli altri membri rimasti della stable. Poi JR gli chiede se vuole dire qualcosa a -1, figlio di Brodie, e lui risponde che da quando ha perso il padre a ora, è diventato un ragazzino viziato e che se gli può dare un consiglio, deve crescere.

  • Wardlow vs Exodus Prime

Exodus non inizia tanto alla grande provocando l’ex campione TNT, prima di prenderlo brevemente a schiaffi per poi beccarsi una testata, una Lariat e poi parte la sinfonia, con tutta calma, per cinque volte e 1…2…3 vittoria di Wardlow.

Dopo il match, Wardlow prende in mano il microfono invitando Samoa Joe ad uscire per fargli il sedere, ma lui appare solo sul mega schermo dicendo che non difenderà il titolo stasera, ma il 28 dicembre in Colorado, il tutto incazzandosi talmente tanto da farsi quasi venire un infarto. Una camomilla no Joe?

Prima del main evernt Mark Henry fa la sua intervista chiedendo a Trent Seven come mai si è unito a Kip Sabian per prendersela con Orange Cassidy e quando lui cerca di rispondere, Sabian interviene dicendo che semplicemente ha abbracciato il cambiamento. Poi gli heel non lasciano praticamente parlare i Best Friends, che quando finalmente prendono la parola dicono le loro solite cavolatine che mi fanno morire e poi si passa al match.

IT’S TIIIIME FOR THE MAAAAAAIN EVENT!

  • Kip Sabian, The Butcher, The Blade & Trent Sevens vs Best Friends & Dustin Rhodes (w/ Danhausen)

Iniziamo con la battaglia dei Trent! Infatti si parte con Trent Beretta e Trent Seven e dopo poco scoppia già il casino con il coinvolgimento di tutti mentre Cassidy si occupa di Sabian che però viene protetto da Penelope Ford e The Bunny che arrivano in quel momento. La contesa prosegue con la solita formula dei match a squadre della AEW e ad un certo punto l’arbitro è costretto a mandare via The Bunny e Penelope Ford perché Orange Cassidy e Danhausen fingono di essere stati colpiti alle parti basse da loro. Alla fine a vincere è il team dei face con Dustin Rhodes che schiena Trent Seven.

Si conclude qui anche questo racconto dell'ultima puntata di Rampage, una puntata a mio avviso molto carina e gradevole, forse con un match di apertura un po’ troppo lungo, ma capisco il perché abbiano deciso di proporlo in questo modo.

Con la speranza che a voi sia piaciuta la puntata e questo report, vi auguro una buona giornata e noi ci vediamo al prossimo racconto targato AEW. Woooo!

SHARE