AEW Dynamite 28/09/2022 Report (2/3) - Saraya prende il controllo



by   |  LETTURE 796

AEW Dynamite 28/09/2022 Report (2/3) - Saraya prende il controllo

  • AEW World Championship Eliminator Match: Jon Moxley (c) Juice Robinson 

Il campione non fa in tempo ad entrare sul ring che arriva Juice Robinson che lo attacca sbattendolo contro le barricate prima di condurlo sul ring per dare il via ufficialmente al match, facendo però un errore perché gli lascia troppo tempo per riprendere fiato e quindi Moxley lo attacca, con MJF seduto sugli spalti che si gode lo show. Dopo qualche minuto tra morsi e vari attacchi, ecco che arriva l’amato sangue sul volto del campione. Comunque qualcuno dia una bistecca a Robinson perché lo vedo affamato eh. Calo di proteine? Nonostante il cannibalismo di Robinson però, Jon Moxley non si vuole assolutamente arrendere e prova in tutti i modi ad atterrarlo e con un bel po’ di fatica alla fine lo sottomette facendolo arrendere e così vince la contesa.

Mentre però il campione sta festeggiando, ecco che arriva Hagman Adam Page con il suo look spettacolare rosa dedicato a Dolly Parton e va faccia a faccia con Moxley pronto a scontrarsi con lui, ma MJF li interrompe dalla zona vip dicendo che potrebbe intervenire nella loro sfida incassando la sua chip per diventare campione, ma mentre sta parlando… ehm Max, girati amico. Wheeler Yuta lo guarda male alle sue spalle e poi inizia a picchiarlo pesantemente prima che arrivi la security. 

  • Un faccia a faccia infuocato: speranze per la divisione femminile?

Saraya sale sul ring e dice che è bello essere tornata e lo ha fatto perché vuole creare la rivoluzione nella divisione femminile AEW e che ora la compagnia è ufficialmente casa sua e invita lo spogliatoio femminile ad uscire. Alla fine escono: Toni Storm, Athena, Madison Rayne, Skye Blue e Willow Nightingale. Poi Saraya riprende la parola dicendo che promette di fare un cambiamento e poi inizia a presenta le wrestler partendo dalla campionessa, non rinunciando a tirare una stilettata alla WWE riguardo al suo utilizzo, ma prima che possa andare avanti, viene interrotta da Britt Baker che la provoca dicendole anche che ha messo tutta se stessa in questa compagnia, compreso il suo collo che a differenza di quello di Saraya è abbastanza forte per permetterselo… UHHHHH GIRL! Saraya prova a risponderle per le rime, ma il tentativo è un po’ debole, quindi Britt Baker si rivolge direttamente a Toni Storm dicendole che Jamie Hayter sarà la sua prossima sfidante se riuscirà a battere Serena Deeb che fa la sua entrata. 

Prima che il match titolato possa iniziare però, Saraya dice che finalmente ha un boss che l’ascolta (lasciamo perdere, ci sarebbe da parlare ore di questa affermazione, probabilmente ne parleremo sul canale Twitch di Donne Tra Le Corde), quindi ha chiesto a Toni Khan di rendere questo match un Lumberjack Match e lui l'ha accontentata.

  • AEW Interim Women’s World Championship: Toni Storm (c) vs Serena Deep

Saraya si siede al tavolo di commento mentre il match ha inizio con le due wrestler che non risparmiano nessun colpo e le colleghe fuori che sono pronte a ributtarle sul ring nel caso in cui dovessero uscire, cosa che effettivamente fanno. Intanto al tavolo di commento Saraya ribadisce che quando lasci le wrestler esibirsi come devono sul ring senza soprattutto scorrettezze varie come quelle di Britt Baker, allora possono regalarci un ottimo match. Ad un certo punto però, Jamie Hayter tira fuori Toni dal ring e Skye e Willow intervengono, con la seconda che rincorre l’amica della Baker fino al backstage. Dopo diversi minuti di match davvero tanto intenso, ecco che Toni Storm fa un bellissimo Avalanche Piledriver dal paletto e schiena The Professor of Professional Wrestling per mantenere il titolo.

QUI TERZA PARTE

Photo credits: kimberlasskick