Tony Khan rivela: "Ecco come ho convinto la TNT a prendere la AEW"

Nella sua ultima intervista, il patron della AEW ha voluto parlare della nascita della sua compagnia e di come i Turner abbiano così lasciato perdere le idee su SmackDown

by Roberto Trenta
SHARE
Tony Khan rivela: "Ecco come ho convinto la TNT a prendere la AEW"
© AEW YouTube/Fair Use

Uno dei più grandi innovatori del pro-wrestling americano degli ultimi anni, è sicuramente Tony Khan, fautore della All Elite Wrestling e proprietario anche della ROH, il quale ha impedito alla piccola realtà americana di fallire, dopo gli inutili sforzi della precedente dirigenza di non far chiudere i battenti alla compagnia storica di CM Punk, Samoa Joe e Kevin Owens.

Dopo aver visto la nascita della AEW, Tony Khan insieme ai suoi uomini si sono resi protagonisti di grandi imprese con la All Elite, come ad esempio riempire uno stadio intero a Wembley, nel Regno Unito, portando centinaia e centinaia di fan di tutta Europa ad un evento AEW. Nella sua ultima intervista, il patron della AEW ha voluto anche parlare di come sia riuscito a portare i suoi programmi di punta sui teleschermi di TNT e della TBS, con la famiglia Turner che voleva in realtà a tutti i costi SmackDown della WWE, ma con Khan che è riuscito invece a scucire un grosso contratto ai Turner, i quali hanno comunque risparmiato rispetto ai diritti che avrebbero dovuto ai McMahon.

Tony Khan e l'accordo con la TNT

Ai microfoni di Locked on NFL, Tony Khan ha infatti dichiarato:

Ho iniziato a lavorare sull’idea della AEW nel 2018. L’idea di lanciare la AEW è nata quando ho visto un’opportunità con un pool di lottatori di talento diventare disponibili all’inizio del 2019. Nell’aprile 2018, ho iniziato a perseguire attivamente questa visione. Un momento cruciale è stato un venerdì sera ad una festa a Beverly Hills in cui ho parlato con il mio amico, che allora era il presidente di TBS e TNT, Kevin Reilly. Gli ho chiesto se Turner stesse considerando di fare un'offerta per i diritti televisivi nel  mondo del wrestling, in particolare per SmackDown. Ha confermato che lo erano, con una gamma di offerte compresa tra 150 e 175 milioni di dollari all’anno".

Considerando la mia attenta osservazione del settore, avevo previsto che l’offerta avrebbe superato i 200 milioni di dollari, cosa che è avvenuta. Ho suggerito a Kevin che invece di seguire SmackDown, Turner avrebbe potuto lanciare una nuova lega di wrestling su TNT, ed eventualmente TBS, con investimenti considerevolmente inferiori. Quella conversazione ha posto le basi per ciò che è seguito”, ha spiegato Khan.

Tony Khan Smackdown
SHARE