Clamoroso a Dynamite: gli Young Bucks licenziano un altro storico atleta AEW

Dopo il loro match, gli EVP della AEW licenziano un altro atleta molto amato dal pubblico della compagnia

by Roberto Trenta
SHARE
Clamoroso a Dynamite: gli Young Bucks licenziano un altro storico atleta AEW
© AEW Thriller Tv/Fair Use

Due dei protagonisti assoluti delle attuali storyline della All Elite Wrestling, sono sicuramente i due campioni di coppia della compagnia: gli Young Bucks. Dopo aver vinto i titoli nel torneo di assegnazione delle cinture, dopo il ritiro di Sting e quindi la resa vacante dei titoli, i membri dell'Elite hanno iniziato una vera e propria guerra contro il resto del roster della AEW.

Dopo aver attaccato Kenny Omega, ancora in convalescenza per il suo infortunio ed aver attaccato nientemeno che il patron della AEW: Tony Khan, gli Young Bucks hanno lanciato una nuova stoccata questa notte, nell'ultimo episodio di Dynamite, andato in onda come di consueto di mercoledì. Durante la puntata di questa notte, gli Young Bucks hanno avuto un match contro la coppia formata da Cristopher Daniels e Matt Sydal, con la coppia di EVP della AEW che ha avuto la meglio, dopo aver colpito l'ex ROH ed ex TNA con la loro TK Driver.
A fine match, però, è arrivato il momento inaspettato per il pubblico AEW, con gli Young Bucks che ancora una volta, con un forte abuso di potere, hanno licenziato Daniels in diretta mondiale, lasciando sia il wrestler che il pubblico dell'arena abbastanza amareggiati.

Sarà veramente finita per Cristopher Daniels in AEW adesso?

Il primo licenziamento degli Young Bucks

Nella puntata di AEW Dynamite del 6 marzo, gli Young Bucks (Matthew e Nicholas Jackson) hanno apportato alcune importanti modifiche alla loro stable The Elite, annunciando che dato che Kenny Omega era rimasto assente dalle scene per un po’, sarebbe stato da quel momento ufficialmente licenziato. 

L’altro grosso annuncio invece, era legato al fatto che “Hangman” Adam Page si era comportato veramente tanto male durante il match per il titolo mondiale AEW a Revolution, attaccando ben due arbitri per non far vincere il suo acerrimo nemico Swerve Strickland, e per questo i due EVP avevano deciso di sospenderlo.

La cosa bella di questi annunci è che i due hanno annunciato che li avrebbero fatti esattamente come farebbe Tony Khan con i suoi famosi “grandi annunci”, prendendo così ufficialmente in giro il proprio boss, prima di attaccarlo in diretta solo qualche settimana fa.

Dynamite
SHARE