Cos'ha spinto Mercedes Moné a firmare per la AEW? I retroscena dettagliati

Alcune persone accanto alla wrestler hanno deciso di scendere nei dettagli sul perché la wrestler ha firmato con la AEW invece di tornare in WWE

by Rachele Gagliardi
SHARE
Cos'ha spinto Mercedes Moné a firmare per la AEW? I retroscena dettagliati
© AEW YouTube/Fair Use

Durante l'ultimo episodio settimanale di Dynamite della All Elite Wrestling, denominato Big Business, Mercedes Moné ha fatto finalmente il suo debutto sui ring della compagnia di Tony Khan, con l'ex Sasha Banks della WWE che ha così messo fine ai rumors che andavano avanti da settimane e che la volevano sempre più vicina alla compagnia numero due d’America.

A spiegare alcuni retroscena sulla firma con la compagnia di Jacksonville, ci ha pensato PWInsider in un lunghissimo report che è stato interamente tradotto e trascritto per noi italiani da Donne Tra Le Corde.

Tra soldi, libertà e voglia di aiutare le donne

"A PWInsider è stato detto da molteplici fonti che sia WWE che AEW si sono messe in contatto [con Mercedes Moné] ed erano disposte a prendersi un impegno nei suoi confronti per offerte che ammontavano a otto cifre in totale, che sarebbero numeri da record per una performer donna nel professional wrestling, cosa che ora la rende probabilmente la wrestler donna al top più pagata nella storia del business.

Nel caso della AEW, le discussioni sono andate avanti per circa 18 mesi prima della firma di [Mercedes] Moné. La WWE è entrata in scena successivamente, ma ci è stato detto che i dirigenti di alto livello sono stati coinvolti in quei colloqui e che la WWE voleva assolutamente riprenderla "in famiglia", per così dire.

A PWInsider.com è stato detto che alla fine il fattore determinante che le ha fatto decidere dove andare è stato quale destinazione avrebbe offerto più potenziale, non solo per se stessa, ma per le altre e per le future donne del professional wrestling.

Ci viene detto da alcune fonti che una parte importante della decisione di andare con la AEW è stata che, nonostante Mercedes credesse che tornare in WWE sarebbe stata una mossa utile, sarebbe stato un ritorno in un luogo in cui è già stata. Inoltre, una volta che firmi in esclusiva con la WWE, quella diventa la tua massima priorità e altri progetti diventerebbero automaticamente secondari rispetto ad andare in tour e esibirsi con la WWE. C'era anche la sensazione che, mentre in WWE c’è il potenziale per fare diverse cose, questo non significa che quel potenziale debba essere sfruttato al volo quando ci sono tante altre cose che lei potrebbe fare al di fuori del professional wrestling.

Il suo ruolo di Koska Reeves in The Mandalorian ha già cominciato ad aprirle le porte nel mondo dello spettacolo e, data la popolarità del merchandise relativo a quel personaggio, le sue responsabilità in WWE potrebbero “rallentare” il raggiungimento delle potenziali porte che si potrebbero aprire per lei in futuro. In AEW, tuttavia, Moné ha visto più opportunità in quanto potrebbe arrivare come una performer di livello superiore a tutti gli effetti per la federazione, dando loro una star femminile che potrebbero costruire sfruttando la sua buona volontà e popolarità per attirare ascolti, dato che le sue apparizioni in tv per la WWE di solito registravano un picco [di ascolti] per quei blocchi di un quarto d’ora.

Una persona vicina alla situazione ha sottolineato, come prova di quello che può dare, che Moné ha attirato un milione di spettatori per il suo debutto su Dynamite, ma ha anche dichiarato che ci dovrà essere un sacco di lavoro da fare affinché la AEW possa capitalizzare sulla cosa. La AEW ha anche fornito una possibilità per Moné di costruire un rapporto diretto con la Warner Bros. Discovery e un potenziale accesso ai loro film e franchise televisivi

C'era anche la convinzione che la AEW sarebbe stata molto più aperta sulla questione recitazione per Mercedes, soprattutto se dovesse avere bisogno di prendersi un periodo di riposo per i prossimi film Star Wars: Mandalorian & Grogu o altri progetti che potrebbero richiedere la sua piena attenzione. Il fatto che la AEW potrebbe fornire supporto a Mercedes in un modo che la WWE probabilmente non poteva mettere in atto in questo frangente, è stato un fattore determinante per la sua firma [del contratto], dato che ci viene detto che Moné ha costruito un team intorno a lei per aiutarla a mantenere la sua salute fisica, mentale ed emotiva, e che la AEW ha dato la disponibilità di lavorare in collaborazione con quel team.

Al di là delle attività che riguardano la recitazione, a PWInsider.com è anche stato detto che negli ultimi anni, essendo al di fuori della bolla WWE, [Mercedes] ha avuto la possibilità di sviluppare progetti di moda e musica che vuole continuare a portare in prima linea. Questi interessi sono cresciuti esponenzialmente mentre si stava riprendendo dall'infortunio alla caviglia nell'ultimo anno.   

Alla fine di tutto, la convinzione di chi è vicino a Moné è che il modo migliore per continuare a sviluppare e lavorare sulle sue passioni al di là di esibirsi sul ring, sia quello di essere in un luogo che le permetta di sviluppare ancora i suoi progetti, non semplicemente firmare per tornare alla WWE dove tutta la sua energia sarebbe concentrata sulla compagnia il 90% del tempo. La AEW ha fornito molto più equilibrio su questo fronte.

Ci viene anche detto che Moné ha riconosciuto che la sua decisione su dove firmare avrebbe influito anche sul suo lascito nel professional wrestling, nonché la proprietà di tale eredità. La nuova sigla di Moné è di proprietà di Moné. Ora possiede tutti i suoi marchi e copyright per tutto ciò che riguarda Moné, qualcosa che non sarebbe mai accaduta in WWE a meno che uno non sia Dwayne Johnson. La mossa AEW ha permesso a Moné di continuare a costruire il proprio impero personale e di sfruttare tutto ciò che fa con la AEW attraverso le sue altre imprese. Si tratta di costruire una piattaforma per se stessa, e non solo tornare a fare match di wrestling.

Con la firma con la AEW, ci viene detto che la speranza di Moné è che lei possa aiutare la promotion a crescere [diventando] più forte e ad evolversi complessivamente - da qui la firma di Jen Pepperman con la AEW come loro nuovo Vice President of Content Development, dopo che le due hanno lavorato a stretto contatto in WWE. La speranza è che Pepperman possa aiutare tutti in AEW, e l’intento non è per lei di lavorare esclusivamente con Mercedes. Si trattava di portare qualcuno in AEW che potesse aiutarli a continuare a modellare e migliorare quello che fanno e il loro prodotto.

Ci viene detto da chi è vicino alla situazione che Moné, che ha preso la decisione finale su dove andare, vuole scuotere il sistema generale del pro wrestling e creare nuove opportunità per le donne in modo da ottenere un premio più alto finanziariamente così come più opportunità lungo la strada mentre le nuove generazioni di donne perseguono la carriera nel professional wrestling

Il debutto di Mercedes Moné su Dynamite è stato caratterizzato da un promo appassionato sul “rendere questa cosa globale”, e ci viene detto che tale riferimento non si riferiva tanto al fatto di espandere la AEW stessa, ma più il wrestling femminile. Ci è stato detto che la speranza è che Moné porti il professional wrestling femminile ad un punto in cui nel complesso sia in una posizione più forte al di fuori della WWE in tutto il mondo, attraverso le sue imprese in AEW e oltre. Si è trattato di un promo per dire: "qualcuno deve tracciare il percorso, quindi sarò io quel qualcuno”.

Alcune persone hanno posto domande sul fatto che Mercedes ha menzionato alcuni affari in sospeso in WWE in una recente apparizione in podcast e che lei crede che tornerà lì un giorno. Una fonte vicina alla situazione ha fatto notare che non era inteso come qualcosa per sminuire la AEW, ma per riconoscere che ha iniziato con la WWE e che forse lei andrà a concludere le cose là, niente di più. Una persona ha fatto la seguente osservazione: ”Affari incompiuti potrebbe essere semplice un altro match con Bayley.”

La convinzione tra alcuni in AEW è che Moné potrebbe potenzialmente riempire il tipo di ruolo che The Rock e John Cena hanno nella WWE, qualcuno che può prendere il suo successo al di fuori [del wrestling] e portarlo all’interno della federazione. C’è la speranza che lei possa portare la buona volontà che ha costruito verso il pubblico della AEW. Ci è stato detto che si sta approcciando alla run non come qualcuno che cerca di rubare le opportunità nello spogliatoio, bensì come qualcuno che spera di espandere tutto per tutti, in particolare il roster femminile, in modo da poter elevare l'intera azienda e, si spera, rendere i loro talenti più mainstream, un po' come quello che Kevin Nash e Scott Hall hanno fatto per la WCW decenni fa. Vedremo se sarà così.”

Mercedes Moné
SHARE