La AEW annuncia il primo match titolato per AEW Revolution 2024



by ROBERTO TRENTA

La AEW annuncia il primo match titolato per AEW Revolution 2024
© AEW Fair Use

La carriera di Sting, icona della WCW prima, della TNA poi ed ora della AEW, è ormai in procinto di chiudersi, con lo stesso WWE Hall of Famer che ha annunciato come a Revolution 2024 farà il suo ultimo match della carriera, per poi appendere per sempre gli stivali al chiodo, passati ormai abbondantemente i 60 anni.

Nell'ultima puntata di Dynamite andata in onda questa notte, la AEW ha voluto annunciare il primo match per l'evento che andrà in onda a inizio Marzo, con il primo titolo che verrà messo in palio che sarà quello di Orange Cassidy, ovvero l'International Title della All Elite Wrestling.
Durante la puntata, infatti, Roderick Strong ha lanciato la sua sfida nei confronti di Orange Cassidy, con il campione che non si è tirato indietro, accettando di buon grado. Il 3 Marzo prossimo, quindi, oltre ad avere l'ultimo match on-screen di Sting, potremmo avere anche un nuovo International Champion per la AEW, con Roderick Srong che verrà sicuramente aiutato dalla sua nuova stable, con Adam Cole come leader.

Sting ed il match di ritiro con gli Yooung Bucks

Dopo aver visto il faccia a faccia dell'ultima puntata di Dynamite della scorsa settimana, con gli Young Bucks che si sono fermati a fissare Sting e Darby Allin, prima di tornarsene poi in silenzio dietro le quinte, facendoci capire che tra i due team ci sarebbe stata una bella rivalità, sono arrivati degli aggiornamenti sulla vicenda.

Nella sua recente Wrestling Observer Newsletter, riportata da Wrestle Purists, Dave Meltzer ha dichiarato che Sting ha scelto personalmente gli Young Bucks come suoi ultimi avversari, dato che avrebbe amato lavorare con loro a Forbidden Door 2022: "Quando gli è stato chiesto chi volesse affrontare, sono stati la sua scelta, dato che ha amato fare con loro il match a Chicago a Forbidden Door (Sting & Allin & Shingo Takagi vs. Young Bucks & El Phantasmo). Gli Young Bucks inizialmente stavano per prendersi più tempo lontani prima di tornare, ma Sting glielo ha chiesto e loro di certo non avrebbero rifiutato”.

Sting