Swerve Strickland racconta il suo rapporto con Bray Wyatt

Abbiamo visto Swerve rendere omaggio a Wyatt con un attire personalizzato a Full Gear, scopriamo perché

by Cristina Cerutti
SHARE
Swerve Strickland racconta il suo rapporto con Bray Wyatt
© WorldWrestling

A Full Gear abbiamo visto Swerve Strickland sconfiggere Adam Page in un devastante Texas Death Match. Filo spinato, schegge di vetro, sparachiodi, bevute di sangue... Abbiamo visto davvero di tutto in quel match, e la critica si è spaccata molto su di esso e ancora oggi è spesso argomento di discussione per via della sua brutalità. Ma Swerve non si è distinto soltanto per le abilità atletiche, ma anche per il suo omaggio a Bray Wyatt.

Swerve e il tributo a Bray Wyatt

Parlando con Sam Roberts a Not Sam Wrestling, come riportato da Fightful, Swerve ha spiegato quanto Bray Wyatt lo abbia influenzato nonostante il breve periodo trascorso insieme in WWE:

Non conoscevo Bray da vicino come altre persone, tipo Brodie Lee. Ma c'era molta gente che sentiva la sua influenza, molti lo conoscevano dai tempi della FCW o di NXR ed avevano un legame molto personale. Per quanto riguarda me ricordo che quando The Fiend era sulla cresta dell'onda molte persone discutevano molto sul fatto che non facesse per loro, ma io ero più tipo “No, questo è un lavoro fantastico”. Non credo che la gente apprezzasse davvero lo splendore che stava portando sullo schermo e la valanga di rischi che stava correndo settimana dopo settimana, e non era per niente facile: era in TV settimanalmente in due programmi. Non era solo Raw o solo SmackDown, era ad entrambi gli show a portare nel mondo reale la sua creatività. L'ho apprezzato molto e penso che fosse molto in anticipo sui tempi, così ho voluto dimostrare che l'influenza e l'amore di Bray non erano perduti. L'attire che ho indossato era del periodo in cui ero con lui a 205 Live, lui mi ha sempre abbracciato ed è stato fantastico”.

Swerve ha poi raccontato del supporto che lui e Wyatt si sono dati l'un l'altro nel periodo della pandemia, tanto da sviluppare una vera e propria fratellanza tra loro, restituendo ancora una volta l'immagine di un grandissimo essere umano di cui il mondo è stato privato troppo presto. L'intervista si è conclusa con una frase molto toccante di Swerve:
Ho voluto portare un piccolo pezzo di quello che è stato in quello che stavo facendo. Se non altro, sento che il suo spirito ha reso più potente il match”.

Bray Wyatt
SHARE