Ronda Rousey dice no alla AEW: ecco perché è apparsa in ROH invece



by RACHELE GAGLIARDI

Ronda Rousey dice no alla AEW: ecco perché è apparsa in ROH invece
© ROH Twitter/Fair Use

Due settimane fa in Ring Of Honor, Ronda Rousey ha fatto il suo debutto nella compagnia di Tony Khan per affiancare la sua migliore amica Marina Shafir per contrastare Athena e Billie Starkz, con le due coppie che si erano già trovate qualche giorno prima ad uno show della Wrestling REVOLVER, in cui Athena aveva colpito la Rowdy con la sua cintura di campionessa ROH facendo scattare la squalifica, lasciando così un conto in sospeso che Tony Khan ha pensato bene di risolvere appunto in Ring Of Honor.

Ma se pensate che questo possa essere il suo futuro dopo la WWE a tempo pieno, vi sbagliate, e lo ha confermato lei a TMZ quando le è stato chiesto se ha intenzione di firmare con la AEW o la ROH, entrambe di proprietà di Tony Khan: “No, no, non penso. Sto solo cercando di essere a casa con la mia famiglia ed essere una mamma a tempo pieno.”

Ma perché ha debuttato in ROH e non in AEW

Durante una recente Wrestling Observer Newsletter, trascritta da Inside The Ropes, Dave Meltzer ha dato qualche notizia in più su chi ha scelto di far debuttare la fighter in ROH piuttosto che in AEW:

"Come fatto notare, in questo momento non ci sono piani per lei di lottare qui. Per quanto riguarda il motivo per cui era in ROH su Honor Club e non è stata messa a Dynamite, Collision o Rampage, quella è stata una decisione di Tony Khan.

Rousey ha indicato di non voler fare grandi show, solo show locali per divertimento, e ha fatto il match in ROH politicamente perché Khan stava per far esibire i suoi talenti in un grande show a Los Angeles quando avevano tre show in piano per quella stessa settimana. Khan ha suggerito la Ring Of Honor piuttosto che [uno show] in televisione perché lei [Ronda Rousey] ha detto che non voleva far parte di uno show importante.

Ronda Rousey Tony Khan