Kenny Omega nega tutto: “Non ho fondato la AEW per far concorrenza alla WWE”

Uno dei fondatori della WWE nega la guerra tra AEW e WWE, andando in contrasto con alcune affermazioni di Toni Khan

by Rachele Gagliardi
SHARE
Kenny Omega nega tutto: “Non ho fondato la AEW per far concorrenza alla WWE”

Ormai nel mondo del professional wrestling è nota la “guerra” tra AEW e WWE, anche se forse è un concetto inventato solo dai fans, o forse no, non si saprà mai la verità, ma in tutto questo c’è chi trova il tempo di negare che la compagnia di Jacksonville sia stata fondata per far concorrenza a quella di Stamford.

Infatti, durante un’intervista rilasciata ai microfoni di CBC Radio, Kenny Omega ha parlato di quella che è la sua visione della All Elite Wrestling: “Nel professional wrestling ci sono molte più persone che lo fanno di quanto tu possa immaginare, e ci sono un sacco di persone con un sacco di grandi sogni che semplicemente non hanno la piattaforma per mostrare quanto talento hanno. La AEW, per me, è essere in grado di mostrare al mondo alcuni degli uomini e delle donne che forse non avrebbero avuto una voce o non avrebbero avuto il palco per mostrare ciò che fanno meglio.”

Omega ha poi aggiunto: “Penso che abbia permesso solo, direi, più varietà, ed è per questo che non dirò mai che lo abbiamo fatto per competere con la WWE. Voglio solo dare alla gente la possibilità di vedere cose che sono storie diverse che potresti non essere in grado di vedere lì." 

Tony Khan però aveva detto il contrario

Il tutto è nato perché nel febbraio 2023, Tony Khan ha rilasciato un’intervista al The Dan Le Batard Show, affermando che la rivalità tra la AEW e la WWE era parte di un “modello originale di business” proprio della compagnia di Jacksonville.

“Ma, so che è una vera guerra tra AEW e WWE e i fan sono interessati a questa cosa e so che faceva parte del modello di business originale della AEW. Conoscevo i fans di wrestling, francamente, sono molto interessati al wrestling free agency e guerre legate al wrestling e credo che potremmo creare un mercato free agent che è sicuramente una cosa reale ora e che sarebbe una grande parte della storia."

Kenny Omega
SHARE