William Regal: "Con la AEW non è andata come previsto"



by   |  LETTURE 829

William Regal: "Con la AEW non è andata come previsto"

Nonostante a lui sia piaciuta la sua avventura in AEW, William Regal ha rivelato che non è andato tutto come era stato previsto. Dopo essere stato rilasciato dalla WWE a gennaio 2022, Regal si prese una pausa prima di ricevere una chiamata da Bryan Danielson che lo ha convinto a firmare con la AEW e debuttare al ppv Revolution del mese di marzo. Nei mesi successivi Regal diventò il leader del Blackpool Combat Club con Bryan Danielson e Jon Moxley prima che si aggiungessero poi alla fazione anche Wheeler Yuta e Claudio Castagnoli. Da quando è ritornato in WWE, William Regal ora veste il ruolo di Vice President of Global Talent Development. In poche parole supervisiona dietro le quinte ogni puntata di RAW e SmackDown.

William Regal commenta la sua avventura in AEW

Durante un'apparizione al podcast 'Distraction Pieces', William Regal ha parlato del suo addio alla AEW: “Ho lasciato una federazione e come se niente fosse sono ora con la WWE. È come se non fosse mai successo niente. È una sensazione strana. Chiunque stia ascoltando ed è un giovane, so che a voi non piace ascoltare le persone adulte ma cercate di sfruttare al massimo ogni secondo che si ha a disposizione. È davvero così che funziona, arrivi a una certa età e il tempo passa così velocemente che non te ne accorgi. Ho appena trascorso  mesi meravigliosi con tanti amici in AEW ed è passato tutto in un batter d'occhio".

William Regal ha continuato affermando che con il suo ritorno in WWE è felice di essere fuori dai riflettori: "Questa sarà l'ultima avventura in WWE. In AEW ho avuto persone che mi chiedevano di fare delle cose che non erano previste. Io non volevo essere sotto i riflettori. Lo sono stato per molti anni e non volevo essere usato così tanto in tv. Questa intervista sarà l'ultima che farò infatti, a meno che la  WWE non mi chieda di fare qualcosa, non farò nient'altro su niente o wrestling per almeno un anno".

Sulle sue previsioni in AEW: "Negli ultimi mesi in AEW stavo apparendo troppo. Non avrei potuto passare altri mesi a stare tv, non era quello il mio scopo e non lo è mai stato. L'intenzione era di fare qualcosa di diverso, era iniziato così, ma non mi aspettavo che finisse per essere ciò che è stato. Sono andato lì con un piano diverso perché mi è stato chiesto di andare lì per dare una mano in altro ruolo e questo non è mai accaduto".