Matt Hardy: "La AEW potrà trarre beneficio dalle voci di una vendita della WWE"



by   |  LETTURE 1206

Matt Hardy: "La AEW potrà trarre beneficio dalle voci di una vendita della WWE"

Durante il suo ultimo podcast, la star della AEW con un passato in WWE, Matt Hardy, ha parlato sia della federazione di Stamford che quella di Jacksonville. Tra i temi da lui trattati, la nuova direzione creativa di Triple H e le voci secondo cui la AEW potrà trarre dei vantaggi da una vendita della WWE ad un fondo arabo.

Matt Hardy: "Vince aveva intenzione di tornare a guidare la WWE"

Sulle sensazioni nel backstage WWE da quando Triple H è diventato il responsabile della creatività della compagnia, Matt Hardy ha rivelato: “Alcuni miei amici della WWE mi hanno detto che è stato un cambiamento positivo. E' cambiato tanto ma credono ciò abbia portato solo cose buone sotto tutti i punti di vista. Voglio dire, è sempre la stessa federazione e vogliono comunque sia tutto perfetto. Hanno ancora un programma di eventi settimanali piuttosto estenuante. E' quasi tutto come prima ma si sta meglio e c'è la sensazione che non ci sia più quella paura. Ti senti molto più felice di far parte della WWE e l'ambiente appare molto più rilassato rispetto a prima".

Sul fatto che Vince potrebbe sostituire Triple H: “Sento che Vince sia sincero quando parla di Triple H e del nuovo assetto dirigenziale. Vuole mettere la sua impronta su altro senza toccare questi punti. Voleva solo tornare a riavere ciò che aveva creato".

Infine, Matt Hardy ha concluso affermando che secondo lui la AEW potrà trarre dei vantaggi dalle voci di una vendita della WWE ad un fondo arabo: "Penso che ora con questa vicenda della WWE in corso, il fatto che Vince stia per vendere la compagnia ad un fondo arabo, credo sia una decisione molto controversa e un qualcosa però da cui AEW può trarre dei vantaggi. La nostra federazione è gestita da brave persone che si comportano sempre in modo impeccabile. Ancora una volta non posso che sottolineare che Tony Khan sia straordinario come essere umano. È sempre molto aperto ad ascoltare le idee altrui ma ha iniziato col tempo a proteggersi di più. Non è facile comunque il lavoro di guidare una grande federazione di wrestling".