Tony Khan: "La AEW non ha nulla in comune con la WCW"

Tony Khan ha parlato del confronto tra AEW e WCW ma anche degli atleti poco impegnati sullo schermo

by Andrea Scozzafava
SHARE
Tony Khan: "La AEW non ha nulla in comune con la WCW"

In un'intervista rilasciata al canale Youtube del Fightful Select, il presidente della AEW Tony Khan ha parlato dello status di Miro e di Paige VanZant ma anche delle similitudini tra la compagnia di Jacksonville e la WCW.    

Tony Khan: "Tanti lottatori in AEW ma non c'è spazio per tutti"

Sul paragone tra AEW e WCW: “Penso che il motivo per cui le persone paragonano le due federazioni è il fatto che entrambe siano trasmesse su TBS e TNT. Ci sono alcune persone che hanno lavorato anche in entrambe le federazioni. Penso che Sting sia un volto importante di entrambe. Tony Schiavone in particolare e Jim Ross sono state voci di ambedue le compagnie. I marchi TBS e TNT sono sinonimo di wrestling. Penso sia per questo che le persone fanno paragoni del genere ma, nonostante ciò, ci sono diverse differenze tra le due federazioni. Per AEW i problemi della WCW non si pongono perchè questa è una compagnia gestita da me e senza altri scopi. Io amo tanto il wrestling e andrò avanti per la mia strada senza arrendermi a nessuna difficoltà".     

Su Paige VanZant e sugli atleti poco impegnati sullo schermo della AEW: “Paige VanZant guadagna tanto e ha un gran talento. Vorrei che tornasse. Mi piace molto ed è fantastica anche come persona. Sono aperto a fare più cose con lei sullo schermo e sicuramente ciò potrà accadere più avantiCi sono tanti lottatori comunque in AEW ogni settimana a Dynamite e Rampage. Durante quelle ore di show si vedono molti nomi, ma ci sono solo alcuni di quelli che abbiamo e molti altri non si vedono sempre, anzi. A volte c'è una ragione a giustificare l'assenza di un wrestler, qualcuno è infortunato, qualcuno sta lavorando a un altro progetto oppure altri non possono lottare perchè il tempo è quello, quindi non c'è spazio per tutti. Negli altri sport non senti però queste voci come nel wrestling. In NFL nessuna riserva incolpa l'allenatore perché non sta giocando. Stessa cosa anche nel basket NBA. Tutto questo lo prendo con un sorriso. Abbiamo molti grandi lottatori qui e cerchiamo di coinvolgere tutti come possiamo".       

Tony Khan
SHARE