Tony Khan ammette: “L’addio di Cody Rhodes ha cambiato tante cose in AEW”

Un personaggio del calibro di Cody Rhodes può cambiare le sorti di una compagnia con un addio o con il suo arrivo

by Rachele Gagliardi
SHARE
Tony Khan ammette: “L’addio di Cody Rhodes ha cambiato tante cose in AEW”

Già il 2022 era iniziato col botto per quanto riguarda il professional wrestling quando, con estrema sorpresa di tutti, Cody Rhodes, uno dei fondatori della AEW, aveva annunciato a febbraio che avrebbe lasciato la compagnia. 

Ovviamente da quel preciso istante sono partiti diversi rumors con i giornalisti che hanno fatto a gara non solo per sapere il motivo di questa scelta, ma anche per capire quale sarebbe stato il prossimo passo per l’American Nightmare che, secondo molti, sarebbe tornato in WWE e così infatti è stato.

Cody Rhodes si è presentato come avversario misterioso di Seth Rollins a WrestleMania 38, facendo letteralmente esplodere il pubblico che, anche seguendo i vari aggiornamenti dei siti, era comunque a suo modo davvero sorpreso di vedere Rhodes nuovamente in WWE.

Il suo addio ha avuto conseguenze in AEW

Durante l’ultima intervista rilasciata ai microfoni di Grapsody, il presidente e CEO della All Elite Wrestling Tony Khan, ha parlato di quello che ha significato per la sua compagnia la perdita di un worker come Cody Rhodes.

“Sicuramente ha avuto, e succede ogni volta che si perde una stella il calibro di Cody Rhodes, un grande impatto importante sulla vostra compagnia e ha influenzato un certo numero di diversi reparti e di cose diverse in termini di presentazione e di backstage. Personalmente, mi piace molto Cody e conosco Cody molto bene e lui era così coinvolto in tante sfaccettature diverse fin dalla creazione della AEW e quello che eravamo. Quando se n’è andato, è stata una grande sfida.”

A fine ottobre si era molto parlato del fatto che Cody Rhodes avesse lasciato la All Elite Wrestling per presunti problemi con CM Punk e l'Elite e lui ha voluto rispondere così su Twitter: "Non ho lasciato per colpa dei Bucks o di Kenny. Sarò per sempre legato a questi uomini per quello che abbiamo creato e ne rimarrò molto orgoglioso e non ho lasciato per dei problemi con Punk. Andavamo d'accordo. Non per soldi, non per il booking, solo un problema personale ed il mio voler andare per l'obbiettivo grosso.”

Tony Khan Cody Rhodes
SHARE