Disco Inferno sconsiglia alla WWE di riprendere CM Punk

Il rapporto fra CM Punk e la All Elite Wrestling sembra essersi definitivamente incrinato

by Simone Brugnoli
SHARE
Disco Inferno sconsiglia alla WWE di riprendere CM Punk

Il rapporto fra CM Punk e la All Elite Wrestling sembra essersi definitivamente incrinato. Il fuoriclasse di Chicago non ha brillato particolarmente durante la sua esperienza nella federazione di Tony Khan e il suo durissimo sfogo al termine del PPV ‘All Out’ ha scatenato una rissa nel backstage.

Punk è stato immediatamente sospeso e il suo futuro è più incerto che mai. Una leggenda di questo business come Eric Bischoff sostiene che non abbia senso continuare ad investire su Punk, mentre altri vorrebbero rivederlo in WWE.

Ricordiamo che la ‘Straight Edge Superstar’ aveva lasciato la compagnia di Stamford nel 2014 a causa di un alterco con la dirigenza. Sono cambiate molte cose in WWE negli ultimi mesi e non è da escludere a priori un ritorno di Punk.

Vince McMahon ha infatti annunciato il suo ritiro lo scorso luglio, lasciando spazio a sua figlia Stephanie e a Nick Khan. Triple H è diventato il nuovo capo del team creativo e non ha esitato ad apportare una serie di modifiche sostanziali agli show.

Nell’ultima edizione del podcast ‘Keepin’ It 100’, Disco Inferno ha invitato la WWE a pensarci bene prima di riprendere CM Punk.

CM Punk è ad un bivio

“Da quello che so, CM Punk percepiva circa 5 milioni di dollari all’anno in AEW.

La WWE non ha alcun interesse a spendere così tanti soldi in questo momento” – ha esordito Disco Inferno senza giri di parole. “Un eventuale ritorno di CM Punk in WWE sposterebbe l’ago della bilancia, ma non abbastanza da sborsare 5 milioni all’anno.

Non bisogna dimenticare che Punk inizia ad avere una certa età. Mi vengono in mente Edge e Christian, che si sono infortunati diverse volte nell’ultima parte delle loro carriere. Non vale la pena investire così tanto su atleti in parabola discendente” – ha aggiunto.

Nell’ultima edizione della ‘Wrestling Observer Newsletter’, Dave Meltzer ha provato a far luce sul futuro di CM Punk: “Nonostante tutto quello che è successo dopo All Out, CM Punk è ancora sotto contratto con la AEW e continua ad essere stipendiato da Tony Khan.

Punk vorrebbe iniziare un nuovo capitolo della sua carriera, ma la All Elite Wrestling non è disposta a lasciarlo andare”.

Cm Punk
SHARE