Tony Nese: "Ho firmato 30 minuti prima di debuttare"

L'ex 205 Live ha raccontato alcuni dettagli su come ha incontrato e conosciuto Tony Khan, firmando poi il contratto.

by Gabriele Marsella
SHARE
Tony Nese: "Ho firmato 30 minuti prima di debuttare"

Nel Giugno del 2021, la WWE rilasciò numerosi talenti di NXT e 205 Live, giustificando la cosa come un taglio al budget indispensabile. I fan non la presero bene, soprattutto per l'addio di alcuni beniamini del pubblico che si sono visti senza contratto da un giorno all’altro. Tra questi ci fù anche Tony Nese che, dopo esser stato rilasciato, nel giro di pochi mesi si accasò all’AEW.

“Fu una giornata folle”

Durante un’intervista a AEW Unrestricted, Tony Nese ha raccontato alcuni dettagli sul suo debutto in AEW e del backstage in generale. Inoltre, la sua firma al contratto è avvenuta 30 minuti prima che salisse sul ring dell’AEW: “È stata una giornata folle. Mi stavo presentando per incontrare Tony Khan, per salutare, eravamo un po’ di gente in questo posto a Orlando. Ero lì per incontrare tutti, vedere se potevo parlare con Tony e cose del genere. Ero in piedi fuori dal suo ufficio, a parlare con un gruppo di persone, Adam Cole e un paio di altri. Lui esce, 'Hey Tony, come stai? Sono un grande fan. Letteralmente, cinque minuti dopo, mi ha detto “vuoi sederti tra la folla?" Ho fatto un passo indietro e ho detto: 'Vuoi che io sia un fan? Cosa sta succedendo? Vuoi che riempia i posti?' Ero super confuso. "No, ti metteremo là fuori, ne faremo un grosso affare, cosa ci fa Tony Nese qui?" Ok, fantastico, pensavo di essere qui solo per uscire e parlare con tutti."

Tony Nese ha poi continuato: “Pochi minuti dopo, mi hanno preso da parte e mi hanno parlato, abbiamo parlato di un accordo ed era letteralmente come 30 minuti prima. "Ti metteremo là fuori e tu starai seduto là fuori per tutto lo spettacolo." Mi sono seduto là fuori. Fortunatamente, non ne è venuto fuori nulla di male, ma Lance Archer ha avuto un incidente e per qualche motivo, la prima intenzione è stata quella di inquadrare proprio me, Tony Nese. Vedo la luce rossa e la telecamera e dico, 'Oh no.' Avevo così tante opzioni, potevo fare una faccia, forse diventava un meme e tutti ridevano, ma nella mia testa, non conosco la gravità della situazione, quindi l'ultima cosa che voglio fare è fare qualcosa su di me e all'improvviso scopriamo che qualcuno è gravemente infortunato. Letteralmente, ero tipo, 'Non ho idea di cosa fare.' Sto fissando in lontananza, 'Qualcuno, per favore faccia sparire quella luce rossa”, cosi era chiaro che non ero più inquadrato.”

Tony Khan
SHARE