Che ne sarà di CM Punk? Ecco perché la AEW temporeggia

L’avventura di CM Punk in All Elite Wrestling è davvero ad un bivio

by Simone Brugnoli
SHARE
Che ne sarà di CM Punk? Ecco perché la AEW temporeggia

L’avventura di CM Punk in All Elite Wrestling è davvero ad un bivio. Il fuoriclasse di Chicago ha ribadito ancora una volta di essere uno dei wrestler più controversi dell’era moderna. Per chi non lo sapesse, ‘Brawl Out’ è l’espressione che è stata coniata per identificare la rissa nel backstage che ha avuto luogo a settembre dopo ‘All Out 2022’.

CM Punk, che si era appena aggiudicato l’AEW World Championship battendo Jon Moxley nel main event di All Out, ha rilasciato dichiarazioni pesantissime al termine dell’evento. Durante il suo sfogo, il ‘Second City Saint’ ha sparato a zero contro Colt Cabana, gli Young Bucks e Hangman Adam Page.

Quelle parole hanno scatenato un vero e proprio putiferio nel backstage ed è scoppiata una rissa furibonda. Il presidente della AEW Tony Khan non poteva restare indifferente dinnanzi ad un episodio simile e ha immediatamente sospeso tutti gli atleti coinvolti (tranne Ace Steel, che è stato rilasciato).

A questo punto, i fan e gli addetti ai lavori si chiedono quale sarà il destino di Punk.

Che ne sarà di CM Punk?

Secondo quanto riferito da Bryan Alvarez di ‘F4Wonline.com’, Tony Khan non avrebbe alcun problema a licenziare CM Punk dopo la rissa avvenuta a All Out.

Tuttavia, la compagnia starebbe osservando l’evoluzione dell’infortunio al tricipite di Punk prima di decidere sul suo futuro. Nel corso di una recente intervista a ‘Wrestling Inc.’, Eric Bischoff è stato molto duro nei confronti di CM Punk: “La verità è che Punk è vecchio, fragile e non è mai stato in gran forma da quando è arrivato in AEW.

Non sembra nemmeno più un atleta e non vale la pena continuare ad investire su di lui. Sono sicuro che abbia ancora moltissimi estimatori là fuori, che continuano a supportarlo qualsiasi cosa faccia, ma la maggior parte della gente è rimasta con l’amaro in bocca.

Le persone si sono rese conto che la mistica che lo avvolgeva non c’è più e che Punk è solo uno dei tanti. Il suo valore è bassissimo in questo momento”.

Cm Punk
SHARE