AEW, CM Punk rompe il silenzio social dopo la rissa nel backstage

L'ex campione della Compagnia di Tony Khan è tornato attivo sui social, senza però rivelare molto

by Luca Carbonaro
SHARE
AEW, CM Punk rompe il silenzio social dopo la rissa nel backstage

Quello di CM Punk è diventato in breve tempo il caso mediatico dell'anno. Dopo la fantomatica rissa nel backstage di AEW All Out, da lui stesso scatenata, non sembrerebbe esserci più spazio per l'ex campione alla corte di Tony Khan.

Le indagini su quello che sia realmente accaduto sono ancora in corso, ma i suoi colleghi sembrerebbero non avere voglia di condividere nuovamente la scena con lui. Le ultime indiscrezioni parlano di un Punk sempre più solo con buona parte dello spogliatoio che lo ha letteralmente scaricato.

Sin dall'accaduto Punk è rimasto inattivo sui social, rompendo il silenzio soltanto nella giornata di ieri dove ha postato su Instagram una storia per promuovere Blade of the 47 Ronin, film disponibile su Netflix e scritto da Aimee Garcia e dalla sua compagna AJ Mendez (AJ Lee).

Per il momento, dunque, il wrestler di Chicago non può e non vuole commentare sull'accaduto.

CM Punk rompe il silenzio sui social

Secondo Dave Meltzer la AEW sta cercando di capire che cosa possa fare per sbarazzarsi di CM Punk.

Questo includerebbe una trattativa già avviata con il diretto interessato per quanto riguarda un contratto di buy-out per facilitare la sua partenza. Tuttavia, il punto critico sembra essere la questione di una clausola di non competizione, perché a quanto pare hanno paura di un possibile interesse per il wrestler da parte della WWE.

Adesso che Vince McMahon non è più al comando, un ritorno di Punk a Stamford non sarebbe da escludere nonostante tutte le vicissitudini degli ultimi anni. La linea di pensiero è che sotto il nuovo regime Triple H con il giusto ammontare di denaro e la giusta direzione creativa, si potrebbe lasciare la porta aperta a qualsiasi tipo di accordo.

Punk ha sconfitto Moxley prima della rissa nel backstage, ma i piani originari del main event di All Out, tra l'altro, erano ben diversi: MJF avrebbe dovuto affrontare Punk proprio a Chicago e uscire possibilmente dall'arena con il titolo mondiale attorno alla vita, riaccendendo una grande rivalità del passato.

Cm Punk Tony Khan
SHARE