Renee Paquette: “Ecco perché e come ho firmato con la AEW”



by   |  LETTURE 1073

Renee Paquette: “Ecco perché e come ho firmato con la AEW”

Nella serata di ieri la AEW ha fatto il suo debutto in Canada, più precisamente a Toronto, dove ha debuttato però anche una bravissima giornalista, moglie di Jon Moxley, Renee Paquette, che in passato ha lavorato anche per la WWE in diversi ruoli.

Durante il suo podcast The Sessions, la donna ha spiegato proprio come mai ha deciso di firmare con la AEW: “Mi mancava essere intorno al professional wrestling. Mi mancava l'aspetto televisivo del fare le cose," ha detto, prima di ammettere che ama lavorare da casa e fare il suo podcast. "Mi manca il pubblico, mi mancano le luci, gli abiti, e l'aspetto di mettere su uno spettacolo vero e proprio”

Report AEW Dynamite puntata del 12/10/2022

Tutto grazie a Jon

Quando si è trattato di parlare di come sono venute in contatto le due parti, Renee ha raccontato: “Per quanto io abbia girato un sacco lì, non ho mai veramente parlato con Tony (Khan) sul fatto di entrare in AEW. Molto di esso è avvenuto perché, questo probabilmente suonerà male e sono sicura che la gente sta per prendere questo fuori contesto, ma onestamente, molto di esso è avvenuto parlando con Jon. 

‘Amico, voglio tornare... voglio tornare nel mondo del wrestling. Mi manca fare cose.’ Mentre stava pensando a come sono i suoi show e al suo ruolo, la maggior parte delle nostre conversazioni erano internamente tra me e Jon per capire che voglio fare qualcosa e tornare. Cosa significa quella conversazione? A cosa porta? 

Lui e Tony sono ovviamente molto vicini. Spendono tonnellate di tempo a parlare. Era più che altro perché ne parlavano, perché credo che un sacco di gente pensasse che io avessi chiuso con il wrestling ad un certo punto, e forse non volevano chiedermi di fare qualcosa perché pensavano non volessi fare o non volevano calpestare i piedi di Jon. Sono tutte cose molto reali. Era solo la tempistica di tutto. Voglio essere lì come emittente, come personalità, voglio essere in grado di aiutare le altre persone se vogliono o hanno bisogno di aiuto. Voglio aiutare le persone in qualsiasi modo sfruttando i miei otto anni di esperienza avendo lavorato in WWE per vedere come posso aiutare in AEW.”