Ex campione del mondo AEW menziona l'Elite a Dynamite



by   |  LETTURE 1267

Ex campione del mondo AEW menziona l'Elite a Dynamite

Durante la puntata del 12 ottobre di Dynamite, un ex campione del mondo AEW ha fatto un riferimento all'Elite per la prima volta da quando i Bucks e Kenny Omega sono stati tutti sospesi, quindi da oltre un mese.

Dopo le pesanti dichiarazioni di CM Punk nella conferenza stampa post-All Out, è scoppiata una rissa nel backstage AEW, le cui conseguenze continuano a farsi ancora sentire. Punk, Kenny Omega e gli Young Bucks sono infatti ancora sospesi. L'allora campione del mondo AEW, CM Punk è stato costretto a rendere vacante il suo titolo e stesso discorso è toccai all'Elite per quanto riguarda i titoli Trios. In questo caso, i tre dell'Elite sono stati privati ​​dei titoli pochi giorni dopo essere diventati i primi campioni.

Adam Page menziona indirettamente l'Elite in un promo 

Dalla sospensione di CM Punk, Kenny Omega e degli Young Bucks sono diverse le indagini ancora in corso e nessuno dei quattro atleti è stato più menzionato e citato in uno show AEW. Nonostante questo, nella puntata di Dynamite del 12 ottobre, Hangman Adam Page è tornato a riferirsi ai suoi vecchi amici dell'Elite. In un promo faccia a faccia con Jon Moxley, Page ha parlato di non avere più nessuno al suo fianco nè i suoi migliori amici del Dark Order con cui non è riuscito a vincere i titoli Trios a All Out e neppure i suoi vecchi amici dell’Elite. Dopo questo dibattito tra Adam Page e Jon Moxley, è stato poi annunciato un match per il titolo AEW tra i due in una puntata speciale di Dynamite del prossimo 18 ottobre.

Secondo quanto riferito dal Wrestling Observer, i membri dell'Elite potrebbero dover affrontare qualche azione legale prima di tornare nei rispettivi ruoli da EVP della AEW. Secondo quanto riportato dal Ringside News invece, diversi atleti nel backstage sarebbero dalla parte della fazione e non da quella di CM Punk. L'ex WWE, a fine settembre, sarebbe apparso per la prima volta in pubblico dopo la sospensione. Il wrestler nativo di Chicago indossava un tutore al braccio al fianco di una fan.