Chris Jericho alla conquista del titolo ROH



by   |  LETTURE 759

Chris Jericho alla conquista del titolo ROH

Dopo aver conquistato per sei volte titoli mondiali in WWE e per una volta il massimo titolo della All Elite Wrestling (divenendone a tutti gli effetti il primo campione della compagnia durante la prima edizione di ALL OUT), Chris Jericho tenterà di conquistare per l’ottava volta in carriera un titolo di caratura mondiale.

Si tratta nello specifico del ROH World Championship match tra Claudio Castagnoli (ex Cesaro in WWE e attuale detentore del titolo conquistato in quel di Death Before Dishonor dopo aver sconfitto Jonathan Gresham) e appunto “The Demo God” all’interno di una contesa decisamente inedita per le telecamere AEW.

Per quanto riguarda i precedenti tra i due, gli atleti in questione si sono affrontati per due volte all’interno di eventi televisivi/PPV e tra questi vi è l’episodio di Monday Night RAW del 6 giugno 2016 in cui fu proprio Castagnoli a sconfiggere Y2J, e lo scontro andato in scena in quel di SmackDown del 19 luglio dello stesso anno con questa occasione Jericho come vincitore.

Una “bella” quindi a tutti gli effetti, con in palio però un titolo prestigioso, importante e capace di far confermare il canadese come un wrestler considerabile all’interno dell’olimpo o, per meglio dire, degli intoccabili della disciplina.

L’ultimo match valevole per un titolo mondiale al di fuori dai marchi WWE e AEW cui “The Alpha of Professional Wrestling” ha preso parte, riguarda lo scontro di NJPW Dominion 2019, quando affrontò in un one on one l’allora campione dei pesi massimi IWGP (fresco di vittoria agguantata al Madison Square Garden contro “The Switchblade” Jay White) Kazuchika Okada.

Un match che il nipponico vinse per squalifica e dove Jericho diede vita ad un vero e proprio massacro nel post match. Il prossimo episodio di Dynamite si prepara quindi a regalare scintille anche grazie alla finale valevole per decretare il nuovo AEW World Champion nello scontro tra i due membri del Blackpool Comat Club ovvero Bryan Danielson e il due volte campione (tre considerando il regno WWE del 2016), Jon Moxley.

Conosceremo quindi il volto capace di prendere in eredità quanto lasciato da CM Punk dopo l’infortunio misto ai fatti susseguiti post conferenza stampa di ALL OUT di due settimane fa circa. Restate sintonizzati sul nostro sito World Wrestling e sulle nostre piattaforme digitali come il canale Twitch Open Wrestling TV, dove ogni giorno forniamo aggiornamenti e approfondimenti in merito all’intero panorama del professional wrestling.