Volano gli ascolti di AEW Dynamite: miglior risultato da oltre un anno



by   |  LETTURE 575

Volano gli ascolti di AEW Dynamite: miglior risultato da oltre un anno

L'All Elite Wrestling è finita nell'occhio del ciclone mediatico per via di una rissa nel backstage post All Out che ha coinvolto CM Punk e i componenti dell'Elite, ovvero gli Young Bucks e Kenny Omega.

Tutte le parti in causa sono state sospese e ci sono dei procedimenti legali in atto per indagare più in dettaglio sull'accaduto. L'assenza dei quattro, in ogni caso, non ha pesato sui ratings televisivi di questa settimana.

Come riportato da Showbuzz Daily, infatti, la puntata di Dynamite di mercoledì ha registrato 1.175.000 spettatori con un punteggio di 0.39 nella fascia demografica 18-49. Risultato molto importante, che non si vedeva da oltre un anno, e che continua il momentum positivo della Compagnia: sono infatti ben quattro settimane che l'AEW ha fatto registrare ascolti al di sopra del milione di spettatori.

AEW Dynamite supera il milione di spettatori (di nuovo)

L'ottimo risultato è stato commentato con entusiasmo da Tony Khan sui social: "Grazie a voi, AEW Dynamite ha ottenuto il più grande ascolto di pubblico dell'anno.

Ci vediamo per AEW Rampage, l'ultima fermata prima di Grand Slam". La puntata di mercoledì è stata caratterizzata dalle semifinali del torneo valide per l'incoronazione del nuovo campione mondiale: Jon Moxley ha battuto Sammy Guevara nell'opener, mentre Bryan Danielson ha battuto Chris Jericho per sottomissione nel main event dello show.

I due membri del Blackpool Combat Club si scontreranno quindi a Grand Slam, puntata speciale di Dynamite in programma mercoledì prossimo all'Arthur Ashe Stadium di New York. Se Danielson dovesse riuscire a sconfiggere Jon Moxley otterrebbe la prima cintura in AEW dal 2021 a oggi.

Mox, invece, potrebbe diventare campione per la quarta volta in carriera (la prima contro Kenny Omega nel 2020, le ultime due sono avvenute contro Tanahashi e Punk). Annunciati per la puntata anche un match tra PAC e Orange Cassidy, valevole per l'All-Atlantic Championship, e un Fatal Four Way l'AEW Women's Championship ad interim tra Toni Storm, campionessa in carica, Athena, Britt Baker e Serena Deeb.