MJF e altri testimoni sono coinvolti nell’indagine sulla rissa backstage in AEW

Sembra proprio che le persone esterne che stanno indagando su quanto accaduto, non vogliano farsi sfuggire troppi dettagli

by Rachele Gagliardi
SHARE
MJF e altri testimoni sono coinvolti nell’indagine sulla rissa backstage in AEW

Dopo la rissa che è scoppiata backstage a seguito della conferenza stampa post AEW All Out dove CM Punk si è lasciato andare offendendo alcuni colleghi, Tony Khan ha deciso di sospendere tutte le persone coinvolte.

Ma non è finita qui, perché la cosa è talmente tanto grave che è stata avviata un'indagine su quanto successo. Nel riportare la notizia delle sospensioni Sports Illustrated aveva scritto: “Secondo alcune fonti, sarà condotta un'indagine esterna per esaminare ciò che è accaduto.”

Anche i testimoni sono chiamati a parlare 

Scrivendo nella Wrestling Observer Newsletter, Dave Meltzer ha riportato che una serie di persone “neutrali” che hanno assistito alla rissa, verranno interrogate per far parte di questa indagine in corso. Una di queste persone è il rientrante MJF, che è tornato come Joker durante All Out. 

Il report recita: "La compagnia ha coinvolto una società indipendente per indagare e fare video interviste con tutti nella stanza, cosa che comprendeva svariati nomi tra cui un certo numero di parti neutrali che erano nella stanza, con la convinzione che abbiano visto tutto quello che è successo e come è successo. I nomi chiave che avrebbero incluso sono Max "MJF" Friedman e AEW e Jacksonville Jaguars Chief Legal Officer, Megha Parekh.

Fino al termine dell'indagine, le persone coinvolte nella rissa sono state sospese. Tutte le decisioni a lungo termine riguardanti qualsiasi cosa che abbia a che fare con uno di essi, sono in sospeso fino al completamento dell'indagine. Ci potrebbero essere ancora procedimenti legali esterni per quanto riguarda la rissa da parti diverse. Non mi aspetto che la AEW affronti mai i dettagli di ciò che è successo. A seconda dei tempi o delle minacce di azioni legali, non sappiamo se le parti chiave parleranno. Si ritiene che alcuni vogliano parlare e raccontare la loro versione della storia quando possono."

Fino ad ora è stato affermato che CM Punk sarebbe parecchio odiato backstage in questo momento, tanto che molti suoi colleghi lo vorrebbero fuori dalla compagnia.

SHARE