Booker T commenta i problemi tra Adam Page e CM Punk



by   |  LETTURE 1416

Booker T commenta i problemi tra Adam Page e CM Punk

Durante il suo ultimo podcast "The Hall Of Fame", la leggenda della WWE Booker T ha espresso tutti i suoi pensieri sulle parole di CM Punk nella conferenza stampa post All Out.

Booker T: "CM Punk doveva risolvere la questione solo con Adam Page"

Sulle parole di CM Punk durante la conferenza stampa: "Non doveva essere lì per far conoscere ai fan quello che è successo. I fan non hanno bisogno di sapere se ha avuto oppure ha ancora problemi con qualcuno dei ragazzi del roster. Non è qualcosa che penso sia professionale. Se devo discutere con Adam Page che dice quello che ha detto, mi occuperò con lui stesso nello spogliatoio e se dobbiamo litigare, lo faremo per questo. Qualunque cosa dobbiamo fare per togliercelo questo peso, lo faremo. Se ho un problema con gli Young Bucks, lo dirò in faccia a quei ragazzi. Non è qualcosa che il mondo deve sapere davvero, a meno che tu non voglia solo che i fan sappiano che non ti piace quel ragazzo lì. Io dico, perchè dovevano saperlo? Forse per creare più calore tra di loro quando lottano. Non saprei. Forse è tutto per scopi commerciali. Immagino, se avessi ancora oggi The Undertakere lavorare in WWE sulla mia televisione e poi andare su Twitch a parlare di ciò che stiamo cercando di fare con lui in televisione. Sarebbe davvero un grosso problema".

Sul risolvere i problemi della AEW, Booker T ha rivelato: "Secondo me, tutti dovrebbero sedersi ad un tavolo e l'unica cosa che devono sapere è chi è davvero al comando. Se a qualcuno non piace, può iniziare ad andarsene. Bisogna capire cosa si può e non può fare. Possono andare dove vogliono in questo momento tanto. Se tutti non capiscono che uno dirige lo spettacolo al meglio e in un certo modo, uno non ha nemmeno bisogno di sentire altro dai diretti interessati. Bisogna solo stare a sentire. È così che lo affronterei la questione e sono solo uno che non conta nulla lì. Non sto parlando male di Tony Khan. Questo è solo il modo in cui io affronterei la situazione".