Ottimi numeri per la AEW: Dynamite supera il milione di spettatori



by   |  LETTURE 983

Ottimi numeri per la AEW: Dynamite supera il milione di spettatori

Grandi notizie per i fan della AEW: la puntata di Dynamite di mercoledì sera, andata in onda da Cleveland, ha superato il milione di spetattori. Andando nello specifico, secondo i dati di ShowbuzzDaily, la puntata ha segnato 1.049.000 con un rating di 0.34 nella fascia demografica 18-49 anni.

Ma non è tutto, lo show si è piazzato al primo posto nella fascia demo di quella precisa sera. Si è trattato, dunque, dello show televisivo più visto da febbraio. Ad aumentare l'interesse ci ha pensato senza ombra di dubbio il pubblicizzato match tra CM Punk e Jon Moxley, valido per l'unificazione dei titoli.

Il risultato, però, ha lasciato di stucco i fan: Moxley ha vinto in una maniera distruttiva, sconfiggendo Punk dopo neanche tre minuti di match. Il wrestler di Chicago ha lamentato un nuovo infortunio al piede all'inizio del match e Moxley ne ha approfittato per prendersi il vantaggio.

Adesso è lui l'unico, e indiscusso, AEW World Champion. Staremo a vedere se nella prossima puntata di Dynamite cambierà qualcosa in vista di All Out, PPV in programma il 4 settembre a Chicago, di cui non si conosce ancora il main event.

AEW Dynamite supera il milione di ascolti

Tra l'altro quella di Punk è stata un'incredibile coincidenza, come hanno fatto notare in molti sui social: Punk decise di laciare la WWE e mollare il mondo del Wrestling nel 2014 proprio a Cleveland, perse il suo debutto in UFC nel 2016 (venendo umiliato in soli 2 minuti e 14 secondi), sempre a Cleveland, e adesso la sconfitta contro Moxley in meno di tre minuti.

Vedremo se la All Elite proseguirà questo trend positivo anche dopo aver risolto i malumori nel backstage con un talent meeting tenuto proprio da Tony Khan prima della puntata. A questa discussione con i componenti del backstage hanno partecipato anche gli Young Bucks e il rientrante Kenny Omega.

Nel suo discorso, tra l'altro, Tony Khan ha voluto anche confermare come l'ufficio legale della AEW e quindi nella persona di Megha Parker, abbia inviato una mail ufficiale a Nick Khan e a Stephanie McMahon, mettendoli in guardia sul non "manomettere" e quindi rubare i talenti dalla compagnia rivale.