Un linguaggio meno scurrile in AEW: la nuova volontà imposta da Warner Bros.



by   |  LETTURE 1434

Un linguaggio meno scurrile in AEW: la nuova volontà imposta da Warner Bros.

Sin dal lancio su TNT, avvenuto nel 2019, e poi con il passaggio su TBS, l'All Elite è rimasta coerente con il rating della sua programmazione, ovvero il TV-14. In questi tre anni i fan hanno visto di tutto: sangue, match hardcore, diti medi e linguaggio scurrile.

Insomma, roba che nel panorama mainstream non si vedeva dai tempi della Ruthless Aggression Era in WWE. La Warner non ha mai detto nulla sino a oggi ma, con il recente passaggio a Warner Bros. Discovery (nuovo conglomerato della major) le cose potrebbero cambiare.

Stando a quanto riportato da Dave Meltzer, infatti, alla AEW è stato espressamente chiesto di moderare il linguaggio usato in TV: "Gira voce che gli sia stato chiesto di usare un linguaggio meno scurrile. Non hanno invece avuto nulla da dire sul sangue".

Un linguaggio meno scurrile in AEW

Ovviamente questo non significa che anche l'AEW passerà al TV-PG, ma di certo l'utilizzo di parolacce come sh--t, bit-h e compagnia varia, sarà di molto ridimensionato.

Non è mancato anche l'utilizzo della f-bomb, come nell'ormai famigerato promo di MJF (ancora assente dalle scene). Al momento il contratto televisivo con Warner Media, che prevede Dynamite su TBS e Rampage su TNT, durerà fino al 2024, ma Tony Khan sta già pensando al futuro.

In passato il boss della AEW aveva così dichiarato: "Sono incredibilmente grato per la partnership che abbiamo instaurato con Warner Bros. Discovery. I piani alti sono soddisfatti dell'andamento di Dynamite e Rampage su base settimanale e c'è ancora del tempo prima che i nostri diritti scadano.

Quando sarà il tempo di trovare un nuovo accordo televisivo, sono sicuro sarà un qualcosa di storico". Al contrario, nelle ultime settimane si era difussa una voce del clamoroso ritorno della WWE al TV-14, ma è stata poi smentita.

Triple H ha spiegato che non ci sono piani nell'immediato futuro e che sia Raw sia SmackDown (e anche NXT) resteranno con il TV-PG con il benestare degli sponsor.