Road Dogg: "Non era facile lavorare con CM Punk"

CM Punk è uno dei wrestler più popolari e controversi dell’era moderna

by Simone Brugnoli
SHARE
Road Dogg: "Non era facile lavorare con CM Punk"

CM Punk è uno dei wrestler più popolari e controversi dell’era moderna. Il 43enne di Chicago è diventato famoso grazie alla sua esperienza in WWE, dove ha conquistato una miriade di titoli. Punk ha infatti detenuto tre volte il World Heavyweight Championship, due volte il WWE Championship e una volta ciascuno l’ECW Championship, l’Intercontinental Championship e il World Tag Team Championship, diventando così il 19° atleta nella storia ad aver completato la Triple Crown.

Il suo secondo regno come WWE Champion, durato ben 434 giorni, è il sesto più lungo nella storia della cintura. Dopo essersi preso una lunga pausa dal wrestling, è tornato nel 2021 firmando un contratto con la All Elite Wrestling.

All’interno del suo podcast, Road Dogg ha rivelato che CM Punk non aveva una reputazione fantastica nel backstage WWE.

CM Punk ha sempre fatto discutere

“Ho sentito da più parti che non era facile lavorare con CM Punk” – ha raccontato Road Dogg.

“Non so esattamente cosa sia successo dietro le quinte, perché non ero vicino all’ambiente WWE in quegli anni. Tuttavia, mi è stato detto da diverse persone che era difficile interagire con Punk per via del suo carattere” – ha aggiunto.

Non poteva mancare un commento sul nuovo corso avviato da Triple H: “Tutti lo chiamano Triple H, ma io lo chiamo Hunter. HHH ha imparato tante cose stando a contatto con Vince McMahon e ritengo che sia pronto per fare il capo.

Ora che Vince non c’è più, sarà interessante vedere come si trasformerà la sua leadership. Qual è la differenza tra i due? Beh, Triple H è un mio grandissimo amico. Abbiamo un rapporto speciale che non si spezzerà mai.

Al tempo stesso, The Game ha sempre separato gli affari dall’amicizia quando abbiamo lavorato insieme”. Road Dogg ha infine ammesso di essere sempre stato geloso di Chris Jericho: “Io e lui eravamo molto diversi.

Non posso negare che ero geloso del suo successo, anche perché ha ottenuto il suo push attraverso alcune vittorie contro di me. Adesso nessuno se ne ricorda più, ma mi dava parecchio fastidio all’epoca”.

Road Dogg Cm Punk
SHARE