Paul Wight: "Vi spiego in cosa la AEW è superiore alla WWE"



by   |  LETTURE 817

Paul Wight: "Vi spiego in cosa la AEW è superiore alla WWE"

Paul Wight si è fatto conoscere in tutto il mondo esibendosi in WWE con il ring name di ‘Big Show’. Oltre ad essere un sette volte campione del mondo, si è aggiudicato anche l’Intercontinental Championship, lo United States Championship e l’Hardcore Championship.

Tra WWE e WCW, ha conquistato la bellezza di 23 titoli e ha lottato nel main event dei principali pay-per-view di entrambe le federazioni. Il 24 febbraio 2021, ha firmato un contratto con la All Elite Wrestling, dove è anche un membro del team di commento di ‘AEW Dark: Elevation'

L’11 agosto 2021, è intervenuto per salvare il suo amico Tony Schiavone dall’attacco di QT Marshall, Nick Comoroto e Aaron Solow. La settimana successiva venne annunciato il match tra Wight e Marshall per All Out, vinto facilmente da Paul.

Nel corso di una recente intervista a ‘CricketNext’, l’ex Big Show ha evidenziato le principali differenze tra la WWE e la AEW.

Paul Wight a tutto tondo

“Il wrestling sta vivendo un periodo molto florido ed è un bene che non ci sia più soltanto la WWE.

Gli show della AEW sono completamente diversi da quelli della WWE. La All Elite Wrestling offre ai fan un prodotto più incentrato sul wrestling, mentre gli spettacoli della WWE sono più simili alla soap opera” – ha affermato Wight.

“Come ripeto sempre, sono due prodotti totalmente differenti. La AEW arriva dritta al punto, senza mezzi termini. La WWE si è sempre concentrata maggiormente sulle storyline e sullo sviluppo dei personaggi attraverso i promo.

La AEW ha dato ai fan la possibilità di scegliere. Se invece esiste un solo prodotto, alcuni atleti faticheranno a crescere e ad esprimere a pieno il loro talento” – ha aggiunto. Big Show ha infine rivelato contro chi gli sarebbe piaciuto lottare: “Sarebbe stato un sogno per me lavorare con due leggende del calibro di Shawn Michaels e Bret Hart.

Sono stati i due grandi simboli della Attitude Era ed era il sogno di tutti condividere il ring con loro. Hanno fatto la storia di questo business”.