La AEW era davvero interessata a Brock Lesnar?

La WWE ha fatto un ottimo lavoro nelle ultime settimane

by Simone Brugnoli
SHARE
La AEW era davvero interessata a Brock Lesnar?

Nonostante gli stravolgimenti dovuti al clamoroso addio di Vince McMahon, la WWE ha fatto un ottimo lavoro nelle ultime settimane. Il posto di Vince è stato preso da sua figlia Stephanie e da Nick Khan, mentre Triple H è stato messo a capo del team creativo.

Il 14 volte campione del mondo, ritiratosi dal wrestling lottato poco prima di WrestleMania 38, ha già dato il suo tocco creativo agli show e ha riportato in WWE diverse star che erano state rilasciate. SummerSlam, il pay-per-view più importante dell’estate, è stato un successo su tutta la linea.

Il ‘Biggest Party of the Summer’, che è andato in scena meno di un mese fa al Nissan Stadium di Nashville, ha regalato emozioni e colpi di scena. Brock Lesnar ha scioccato i fan presenti nell’arena, demolendo letteralmente il ring ‘a bordo’ di un trattore.

La Bestia sta vivendo uno dei momenti migliori di tutta la sua carriera e i suoi dissidi con il WWE Universe sembrano ormai un lontano ricordo.

La Bestia è in gran forma

In passato, si era vociferato di un possibile approdo di Brock Lesnar in All Elite Wrestling.

Secondo Dave Meltzer, noto corrispondente del Wrestling Observer, si trattava di indiscrezioni prive di fondamento. “Ci sono state parecchie voci relative ad un possibile approdo di Brock in AEW, ma non avevano senso per quanto mi riguarda.

Lesnar non era e non sarà mai il profilo giusto per l’azienda di Tony Khan. Le sue apparizioni sono troppo sporadiche per poter giustificare un simile investimento. La AEW non può permettersi di puntare tutto sulla Bestia” – ha riferito.

L’ex manager della WWE Jim Cornette è stato uno dei pochi a non aver gradito il main event di SummerSlam: “Se analizziamo la qualità del match, che era valido per il titolo mondiale, è stato uno dei peggiori incontri che io ricordi.

La WWE ha invece fatto centro sul piano dell’intrattenimento. Non era importante né la contesa né il risultato, l’obiettivo era quello di ottenere una reazione fortissima da parte del pubblico”.

Brock Lesnar
SHARE