Jake Hager: "Chris Jericho è nel Mount Rushmore del wrestling"



by   |  LETTURE 1350

Jake Hager: "Chris Jericho è nel Mount Rushmore del wrestling"

Sono diversi i fan e gli stessi wrestler che fanno diverse discussioni sul migliore della AEW o anche della WWE. Questo è qualcosa che tutti hanno, dai fan agli stessi operatori del settore. Tutti hanno opinioni particolari su chi ne fa parte e perché. La Superstar AEW, Jake Hager invece è stato l'ultimo a parlare di questo diffuso dibattito sul mondo del wrestling.

Jake Hager: "Chris Jericho è come un grande compagno di viaggio"

Durante il podcast di Captain's Corner, Jake Hager ha parlato di Chris Jericho: “Penso che Chris sia davvero nel Mount Rushmore del wrestling professionistico. Sta davvero confermando la sua carriera tra le migliori ed è uno dei più grandi di tutti i tempi a farlo. Dimostra davvero che è uno dei più incredibili perché le persone vogliono lavorare con lui e quella chimica che vedi sullo schermo si riduce. Inizia con lui e il modo in cui tratta le persone con cui lavora".

Jake Hager ha avuto l'opportunità di lavorare al fianco di Jericho durante tutta la sua carriera in AEW. Una carriera che lo ha visto lavorare con vari atleti finora. Quando si tratta del leader della fazione, Hager ha molta storia che risale ai tempi della WWE, poiché è stato Jericho a essere battuto per diventare campione per la prima volta. Nonostante sia stato un momento significativo nella sua carriera, è arrivato con un avvertimento da parte della star veterana.

Su Chris Jericho: “Torniamo indietro nel tempo. Siamo sempre un po' come grandi compagni di viaggio, brave persone da conoscere e su cui fare affidamento lontano dal lavoro. Ho vinto da lui il primo titolo mondiale. E' stato pazzesco".

La Jericho Appreciation Society si è rivelata un successo sin dalla creazione della fazione. La stable ha combattuto principalmente con Eddie Kingston e il Blackpool Combat Club con alcuni match iconici e davvero straordinari. Hager ha ammesso che è stato semplicemente fantastico per il breve tempo con cui sono stati insieme e per i risultati ottenuti davanti alle telecamera.

Sulla Jericho Appreciation Society: “Mi piacciono molto quei ragazzi. Vivo con loro e mi piace lavorare con loro. Penso che si veda sempre sullo schermo quando hai un'intesa del genere. L'anarchia nell'arena sarà sempre considerata una delle mie preferite. Era solo un continuo puro pandemonio. Anche noi non sapevamo davvero cosa stesse succedendo".