Star della AEW espone la sua idea per uno show con la WWE

Un wrestler della All Elite avrebbe in mente dei piani su come gestire un potenziale show con la WWE

by Luca Carbonaro
SHARE
Star della AEW espone la sua idea per uno show con la WWE

Nella giornata di ieri ha fatto discutere sui social la dichiarazione di Tony Khan secondo cui sarebbe aperto alla possibilità di uno show combinato con la WWE. Si tratta ovviamente di un qualcosa di fortemente utopistico, ma nel pazzo mondo del Wrestling mai dire mai.

Sulla questione è intervenuto anche Brian Pillman Jr., figlio del compianto lottatore, che ormai da anni lotta in All Elite. A suo modo di vedere si potrebbe organizzare uno show con i migliori pesi leggeri in circolazione, dedicato proprio alla memoria del padre, e utilizzando anche delle clip di Owen Hart e Jushin Thunder Liger.

Questo il suo tweet: "Si potrebbe chiamare Flyin Bryan Cruiserweight Classic e invitare nel mix la New Japan. Usare video di Owen, Liger e papà per dare lustro alla storia della divisione dei pesi leggeri. Io ovviamente farò da arbitro speciale perchè peso oltre 100 chili e quindi non potrei qualificarmi.

I match sarebbero spettacolari".

Pillman Jr. ha fatto poi i nomi di Will Osprey, Ricochet, PAC e Rey Fenix come potenziali semifinalisti. Ovviamente l'idea non è passata inosservata e ha trovato prontamente il consenso dei fan.

Jushin Thunder Liger, leggenda della New Japan, è stato introdotto nella WWE Hall of Fame, mentre Owen Hart non lo è ancora per via delle controversie legate alla sua dipartita e per il volere della moglie, Martha.

La sua memoria è stata invece onorata in AEW grazie alla partnership stretta con la Owen Hart Foundation. Tony Khan ha infatti ottenuto il permesso di utilizzare le credenziali di Owen per farlo apparire nel videogame della Compagnia e quest'anno si è tenuto un torneo in suo onore, sia al maschile sia al femminile.

A vincere le coppe, nelle finali tenutesi a Double or Nothing, sono stati Adam Cole e la compagna Britt Baker. La famiglia, come tutti i fan, non lo hanno mai dimenticato, anche grazie a questa fondazione. Purtroppo i rapporti con la WWE si sono rotti proprio per il trattamento che la compagnia ha riservato alla famiglia di Owen dopo la sua morte.

SHARE